Advertisement

Responsive Advertisement

Recensione: "Al di là e oltre" (Serie Twist of Fate #4) di Lucy Lennox & Sloane Kennedy

Titolo: Al di là e oltre
Titolo originale: Above and Beyon
Serie: Twist of Fate #4
Autrici: Lucy Lennox & Sloane Kennedy
Trad.: Maria Pisano
Editore: Triskell Edizioni 
Collana: Rainbow
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 377 
Prezzo ebook: € 5,99 
Prezzo cartaceo: € 13,00 
Data di uscita: 19 marzo 2021
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon - Kobo 

Sinossi 
Lucky
Due anni fa mi sono umiliato dichiarando il mio amore a un uomo più grande di me che, chiaramente, non ricambiava i miei sentimenti. E non è un problema. Un giorno Zach cederà. Nel frattempo, mi sono costruito una vita nel nord del Montana, dove frequento l’università e allo stesso tempo lavoro sodo per conseguire l’abilitazione in Ricerca e Soccorso alpino, per di più a elevato rischio. E può darsi che abbia tenuto nascosto ai miei due papà quest’ultima parte. Dopotutto, se non lo sanno, non ne soffriranno…
Tutto procede esattamente secondo i piani finché i miei padri non mandano Zach a controllarmi proprio mentre mi sto occupando di un ex che non comprende il significato della parola “no”. È già abbastanza avvilente che l’uomo mi consideri ancora un bambino; adesso è convinto anche che non sia capace di badare a me stesso. Devo togliermelo di torno prima che scopra che non passerò le vacanze estive nel Wyoming, come tutti pensano. Mi recherò al Glacier National Park per imparare a calarmi in corda doppia da un elicottero…

Zach
Due anni fa desideravo qualcosa che non potevo avere, così mi sono buttato a capofitto nel mio lavoro come Ranger dell’Esercito e ne sono uscito segnato sotto molti punti di vista. Quando l’esercito decide di rispedire la mia esistenza pietosa nel mondo reale, arriva il momento di ricominciare. Accetto un lavoro estivo come istruttore di Ricerca e Soccorso per emergenze ad alto rischio. Lungo la strada, devo solo dare un’occhiata veloce al piccolo Lucky Reed e assicurarmi che sia tutto a posto.
Non è così. Qualcuno lo ha preso di mira, e che sia dannato se permetterò che gli succeda qualcosa sotto il mio sguardo. Il piano è tenerlo al sicuro finché non si dirigerà a sud per il lavoro estivo come guida escursionistica per turisti. Appena se ne sarà andato, sarò libero di recarmi al Glacier, dove la sfida più impegnativa sarà tenere al sicuro un gruppetto di studenti di Ricerca e Soccorso alpino che si trovano lì per imparare a calarsi in corda doppia dagli elicotteri sopra le Montagne Rocciose.
Tutto va per il verso giusto. Fino a quando tutto va per il verso sbagliato. Il pericolo ci segue al Glacier, e quando alla fine comincio a vedere Lucky come qualcosa di più dell’adolescente impacciato che era un tempo, mi chiedo se sia troppo tardi per convincerlo che, ormai, questo soldato ferito lo considera tutt’altro che piccolo. 

Preorder - in offerta a € 4,99 per le prime due settimane 

Recensione 
"Al di là e oltre" è il quarto e, per ora, ultimo volume dell'universo Twist of Fate di Lucy Lennox e Sloane Kennedy, tradotto da Maria Pisano ed edito da Triskell Edizioni.
Ho recensito tutti i libri della serie e sin da subito ho espresso il mio entusiasmo per il personaggio di Lucky, che mi ha incantato fin dalla sua prima apparizione. Ho amato questo ragazzino sfrontato e ironico, che dietro il suo sorriso e una leggera ironia nasconde il desiderio di appartenere a una vera famiglia, che lo ami senza riserve. Desiderio che si è poi realizzato quando Bennett e Xander si sono ritrovati dopo anni di lontananza e si sono concessi una seconda possibilità in amore. Una volta insieme, i due hanno voluto adottarlo, facendo di lui il loro adorato figlio. 

In "Anima e corpo" (ne ho parlato qui), il diciassettenne Lucky vede per la prima volta Zach Warner, fratello di Jake, ed è subito amore a prima vista. Sebbene sia un amore inaccessibile poiché ostacolato da una grande differenza d′età, Lucky lo custodisce e lo alimenta incessantemente nel cuore, malgrado l′umiliazione subita l'anno dopo, quando confessa i propri sentimenti a Zach e questi brutalmente lo rifiuta. Trascorsi ulteriori due anni, quell′episodio non è diventato meno doloroso, così come ancora immenso è l′amore che, nel rivederlo, Lucky vive e sente per lui. 

Ho desiderato fin dall′inizio che Lucky potesse avere il suo happy end in questa serie, e la prima impressione che ho avuto di Zach, nel libro precedente, mi ha fatto sperare nel coronamento di questo mio sogno. 
Lucky è cresciuto, Zach è appena ritornato dalla sua missione e l′amore potrebbe sbocciare e crescere in loro, un amore di quelli che ti fanno diventare gli occhi a cuoricino e sospirare dalla tenerezza. Perché Lucky merita un amore da favola per riscattarsi da un passato che si è fatto beffe di lui nel peggiore dei modi, privandolo delle cure e delle attenzioni che avrebbe meritato e che solo grazie a Bennett e a Xander e ai loro amici ha iniziato a ricevere. 

Mi spiace dirlo, però questo amore che Lucky merita, in "Al di là e oltre", non l'ho percepito affatto, perché non mi sono sentita colpita né emotivamente toccata da Zach.
Ammetto di non sapere cosa le due autrici abbiano voluto dire creando un personaggio come lui, e forse è una mia pecca non aver colto il buono in questo uomo adulto che in ogni occasione si comporta in modo assurdo, tanto da instaurare una relazione disfunzionale ai danni di un ragazzo innamorato e inesperto anche dal punto di vista sessuale. 

Zach confessa di essere stato manipolato da un suo superiore durante il periodo di addestramento per diventare un Ranger dell′Esercito. Tra i due uomini nasce una relazione durata poi diversi anni e fatta di tantissime bugie e inganni. Un rapporto che ha reso Zach succube, che lo ha ferito, tanto da indurlo a evitare qualsiasi impegno o legame serio per paura di soffrire. 
Tale rivelazione avrebbe dovuto far nascere in me una sorta di empatia nei confronti di Zach, ma purtroppo così non è stato. Neanche questo aspetto della sua vita ha modificato il mio giudizio su di lui, perché in tutto il libro Zach agisce sempre nello stesso identico modo nei riguardi di Lucky, approfittando del suo amore e senza dare nulla in cambio se non una scontata dichiarazione a fine libro. Prima di ammettere i propri sentimenti, non concede nulla di sé al ragazzo, solo sessioni di sesso forzatamente violente — quasi nello stesso stile di un certo psicopatico con tante sfumature che ama “scopare duro” — senza preoccuparsi del fatto che Lucky sia totalmente privo di esperienza e impreparato a qualsiasi nuova emozione.

Comprendo la scelta di Lucky di accettare le assurde condizioni poste da Zach, al fine di poter condividere anche soltanto pochi attimi con l′uomo che ama. La mancanza di un padre e di una madre, la quale lo ha cacciato fuori di casa in giovanissima età, ha scatenato in lui una permanente paura di essere abbandonato. Paura acuita poi dalla nascita dei gemelli di Bennett e Xander, che lo spinge a svalutare il proprio legame adottivo rispetto a quello di sangue dei due fratellini.
Lucky accetta le briciole, insomma, pur di sentirsi qualcosa per qualcuno, mentre le fughe e i voltafaccia di Zach accrescono il suo persistente senso di inadeguatezza.

Tornando a Zach, mi chiedo come possa, da uomo adulto e — si presume — maturo, trattare Lucky, un ragazzo dal passato difficile e doloroso, in maniera così insensibile e crudele. Non riesco a dare un senso al suo modo di essere e di agire, e se penso alla loro prima volta insieme e al modo in cui Zach si comporta alla fine, sto ancora male per Lucky. 

Come ho detto, potrei non aver capito le intenzioni delle due autrici nel creare la storia di "Al di là e oltre" e soprattutto Zach — che non ho mai visto come una vittima in balia degli eventi ma come un carnefice, anche se inconsapevole — ma sicuramente Lucky è in grado, più di me, di perdonare il suo unico, grande amore e di accettare di tenerselo stretto. Mi auguro che Zach faccia davvero penitenza e che tratti questo bellissimo e giovane uomo come merita.
Avrei sperato in qualcosa di più e di più bello per il mio ragazzo preferito ma, ripeto, forse sono soltanto delusa perché il mio film mentale sulla vita di Lucky e Zach è stato completamente diverso da quello costruito dalle due autrici. E in fondo, forse, va bene così: la creazione appartiene a Lucy Lennox e a Sloane Kennedy, e noi lettori possiamo solo leggerla senza pretendere di prendere il loro posto.

Posta un commento

0 Commenti