Libri in uscita: "I delitti degli sterpi" (Serie Kendall Parler Mystery #2) di Jon Michaelsen

Titolo: I delitti degli sterpi
Titolo originale: The Deadwood Murders
Serie: Kendall Parker Mystery #2
Autore: Jon Michaelsen
Trad.: Claudia Milani
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Mystery fiction
Pagg.: 341 
Prezzo ebook: € 4,99 
Prezzo cartaceo: € 12,00 
Data di uscita: 21 novembre 2020
Link per l'acquistoTriskell - Amazon - Kobo

Sinossi 
Dopo che il suo ultimo caso lo ha lasciato particolarmente scosso, il sergente Kendall Parker della Sezione omicidi della polizia di Atlanta decide di prendersi un lungo congedo per provare a rimettere insieme i pezzi della sua vita e dedicarsi, oltre che alla ristrutturazione della sua nuova casa, a disintossicarsi dall’alcol. 

La sua pace viene però interrotta da una convocazione improvvisa da parte del nuovo tenente, il quale gli chiede di affiancare una Task force guidata dall’FBI che deve catturare un pericoloso serial killer. In una città dove la comunità gay è sotto assedio, Parker accetta quindi di frequentare sotto copertura bar e locali per stanare un insaziabile predatore. 

Parker non è però il solo ad essere sulle tracce dell’assassino: anche il suo amico giornalista Calvin Slade, affiancato dalla bellissima e ambiziosa collega Michelle Renault, cerca di capire cosa sta succedendo e perché la polizia non abbia reso pubbliche le notizie sugli omicidi. 

Purtroppo, quella che potrebbe essere la storia più importante della sua carriera lo pone anche sulla strada di una pericolosa bestia. 

Serie Kendall Parker Mystery 
Giovane, bello e morto (Kendall Parker Mystery #1): clicca qui 

Jon Michaelsen biografia 
Jon Michaelsen ha al suo attivo come autore numerosi racconti, oltre a essere arrivato in finale al Lambda Literary Award nella categoria Thriller con il primo romanzo Giovane, bello e morto.
Vive ad Atlanta, Georgia, con quello che da trentadue anni è suo marito e con due mostruosi terrier. 

Triskell Edizioni contatti
Facebook CLICCA QUI 
Twitter CLICCA QUI 
Instagram CLICCA QUI

Posta un commento

0 Commenti