Recensione: "Promise - Edizione italian" (Serie Papà Single #3) di R.J. Scott

 

Titolo: Promise - Edizione italiana
Titolo originale: Promise
Serie: Papà Single #3
Autrice: R.J. Scott 
Traduzione: Claudia Milani
Editore: Self-Published
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 216
Prezzo ebook: € 3,99
Data di uscita: 14 agosto 2020  
Link per l'acquisto: Amazon 

Sinossi 
Leo Byrne è un poliziotto, Jason Banks un ex-detenuto. L’attrazione tra loro è innegabile, ma un bacio rubato non basta e Leo dovrà trovare il modo di convincere Jason che innamorarsi non è un’idea da scartare a priori.

Adottato da bambino, Leo fa parte della numerosa famiglia Byrne. In compagnia del suo cane Cap, di tre fratelli e un numero imprecisato di nipoti, è impossibile che si senta solo e la sua vita è ricca. L’amore non è contemplato nella sua lista di cose da fare, ma vedere i suoi migliori amici Sean ed Eric costruirsi nuove famiglie gli fa desiderare cose che fino a quel momento aveva considerato impossibili. Baciare Jason durante la cerimonia in cui il giovane viene premiato per il suo coraggio è una cosa, ma lasciare che tra loro possa esserci altro è fuori discussione. Fino a che Jason non si trova solo e in difficoltà, ed è Leo ad aiutarlo a restare a galla. Tuttavia, se da un lato ospitare lui e la figlia in casa sua è accettabile, innamorarsene è tutt’altro paio di maniche.

Jason ha fatto un patto per tenere al sicuro sua figlia e come risultato ha trascorso diversi anni in prigione. Offrirsi come pompiere volontario era stato un modo per aiutare la comunità, ma soprattutto per mantenere la propria sanità mentale. Ora però è fuori e non gli rimane più neanche quello. Non ha un futuro, ha perso il rispetto di se stesso e anche gli amici lo hanno abbandonato. Come se non bastasse, persino dopo essere riuscito a ricongiungersi con la figlioletta non riesce a tenerla al sicuro dall’uomo che vuole usarla come merce di scambio. L’incontro con Leo potrebbe significare la salvezza per Daisy, ma Jason sa che innamorarsi del testardo poliziotto potrebbe voler dire rivelare ogni cosa, rischiando di mettere di nuovo tutto a rischio. 

Recensione 
"Promise", terzo volume della serie Papà Single di R.J. Scott, è un′ulteriore conferma del grande talento di questa autrice, che sa narrare l′amore più puro e immenso: quello della famiglia e, in particolar modo, quello che lega genitori e figli. Ho avuto la fortuna di leggere e recensire le serie di R.J. in cui la famiglia è il fulcro delle storie raccontate: la sua grande sensibilità, la sua dolcezza e anche l′accurata attenzione nel descrivere ogni situazione, la rendono sicuramente la mia autrice preferita quando si parla di papà e dei loro figli. I suoi protagonisti si trasformano, maturano, imparano dalle loro paure e dai loro errori a diventare genitori, i migliori che i loro figli potrebbero avere o anche solo desiderare di avere, ed è bello leggere come ogni conquista, ogni passo in avanti, li renda più orgogliosi di se stessi, come fossero dei supereroi che hanno sconfitto l′ennesimo cattivo impegnato a distruggere il mondo. 
Per quanto riguarda queste serie, non è sbagliato parlare di eroi, perché è insito nel DNA dei protagonisti di R.J. Scott il desiderio di aiutare gli altri, anche a costo della propria vita. Per questa ragione ero impaziente di leggere l'edizione italiana di "Promise": già nel secondo volume i due protagonisti avevano catturato in modo positivo la mia attenzione. In verità, avevamo già incontrato Leo, il poliziotto miglior amico di Eric e Sean, nei libri precedenti, ma è stato l′arrivo di Jason Bank ad accendere ancora di più la mia curiosità e il mio desiderio di scoprire la loro storia. Un poliziotto e un ex detenuto che, tuttavia, ha dimostrato di avere molto da raccontare già dalla sua prima apparizione, salvando, con estremo coraggio e a scapito della propria incolumità, la vita di Eric durante un incendio.
Un bacio, dato durante la cerimonia ufficiale per premiare il suo atto eroico, sconvolgerà la vita di Leo, che a distanza di mesi non riesce a togliersi Jason dalla testa, sia per l′attrazione che innegabilmente prova nei suoi confronti, sia perché l′uomo è scomparso improvvisamente subito dopo essere stato scarcerato.
Ritrovarselo di fronte — per giunta in difficoltà, ferito e con una bambina — è un ulteriore scossone emotivo per Leo, che si scopre combattuto tra l'impaziente bisogno di aiutarlo senza remore e il suo spiccato senso del dovere di poliziotto che pretende di conoscere i motivi della fuga di Jason e di sua figlia. Un mistero che Jason, d'altro canto, non vuole svelare e che spinge Leo a proteggere la piccola Daisy da ogni pericolo mentre lo costringe a ricordare una vita fatta di dolore e di abusi avvenuti prima di essere stato salvato da una famiglia generosa e amorevole. Un mistero che anche noi lettori scopriremo lentamente perché relegato in quel passato di Jason che, una volta svelato, ci aiuterà a comprendere come un ragazzo troppo fiducioso nelle proprie risorse e nel proprio talento sia infine riuscito a mettersi nei guai e ad addossarsi colpe non sue. Anche per questo motivo, Jason dovrà prendere delle decisioni che lo porteranno a pensare, prima di ogni altra cosa, a sua figlia, che così piccola è stata costretta a vivere situazioni inaccettabili e che adesso merita di essere protetta e portata in salvo tra le braccia di una famiglia vera, capace di donarle tutto l'amore e la sicurezza che Jason crede di non poterle garantire. Un giudizio decisamente errato il suo, perché fin dall'inizio è evidente quanto ami la sua bambina: nessuno più di lui potrebbe amarla altrettanto intensamente. 
Oltretutto, Jason non ha fatto i conti con Leo e con i suoi incredibili familiari, che conquisteranno i lettori con la loro allegria e grandezza d'animo, sempre pronta ad accogliere calorosamente gli ultimi arrivati. Mamma e papà Byrne lo hanno già fatto con i quattro bambini che hanno adottato e amato come fossero loro figli, e per la prima volta Jason e Daisy potranno assaporare quel calore umano che non hanno mai ricevuto. 
Oltre a conoscere la numerosa famiglia Byrne, rivedremo anche i protagonisti dei libri precedenti, sempre più innamorati dei propri partner e figli: del resto, solo nella famiglia tutto si completa e diventa semplicemente perfetto. 

"Promise" è un inno alla famiglia e ai legami genitori e figli, ma anche a quell'affetto che unisce i fratelli e i veri amici. In mezzo a tanto amore, che sia consolidato o appena nato, vivremo anche momenti di tensione e di pericolo; i nostri eroi però ne usciranno vincitori e con una romanticissima promessa finale, che naturalmente sarà per sempre. 
Consiglio questo libro, così come tutta la serie, a coloro che cercano e amano leggere storie di papà meravigliosi, impreziosite con quelle note romantiche che R.J. sa sempre donare e rese in modo impeccabile dalla traduzione perfetta di Claudia Milani.

Posta un commento

0 Commenti