Let's talk about books

Recensione: "Wolfsong – Il canto del lupo" (Serie Green Creek #1) di TJ Klune

Titolo: Wolfsong - Il canto del lupo
Titolo originale: Wolfsong
Serie: Green Creek #1
Autore: TJ Klune 
Trad.: Alice Arcoleo
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Paranormal 
Pagg.: 548 
Prezzo ebook: € 5,99 
Prezzo cartaceo: € 15,00 
Data di uscita: 27 luglio 2020
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon - Kobo

Sinossi 
Ox aveva dodici anni quando suo padre gli impartì una lezione davvero importante. Gli disse che non valeva niente e che la gente non lo avrebbe mai compreso. Poi andò via.
Ox aveva sedici anni quando incontrò un ragazzo sulla strada verso casa. Il ragazzo che parlava, parlava e parlava. Soltanto in seguito scoprì che il ragazzo non aveva aperto bocca per quasi due anni prima di quel giorno e che viveva con la famiglia che si era trasferita nell’abitazione in fondo al sentiero.
Ox aveva diciassette anni quando scoprì il segreto del ragazzo e il mondo attorno a lui si dipinse di rosso, arancione e viola, di alfa, beta e omega.
Ox aveva ventitré anni il giorno in cui la morte arrivò in città, scavandogli un vuoto nella testa e nel cuore. Il ragazzo rincorse il mostro con lo sguardo assetato di vendetta, lasciando Ox a raccogliere i cocci.
Sono trascorsi tre anni da quel fatidico giorno… e il ragazzo è tornato. Ma ora quel ragazzo è un uomo e Ox non può più ignorare il canto che ulula tra di loro. 

Recensione 
Green Creek, una cittadina in mezzo alle montagne. Un’officina per automobili. Boschi antichi pregni di magia. Due case in fondo a una strada sterrata, collegate da un sentiero. 
Umani. Lupi. Maghi. Legami. Cuori che battono all’unisono. Corse al chiaro di luna. Ululati come canti di gioia, di appartenenza, di dolore. Mostri senza scrupoli. Un territorio da proteggere. Un branco da proteggere. Un compagno da proteggere. 
Colori accesi: rosso, verde, viola. Occhi che brillano nell'oscurità. Odore di terra, di sangue, di casa. Voci che si odono nella mente. Voci che accompagnano, esortano, consolano. 

FratelloBrancoAmoreFiglioAmico

Tutto questo è "Wolfsong - Il canto del lupo", primo capitolo della straordinaria serie Green Creek
TJ Klune ci trasporta in un mondo dove il soprannaturale si sovrappone alla realtà che conosciamo, un amalgama unico in cui ogni elemento si fonde in una sola entità, rendendola perfetta e giusta. 

Il ritmo narrativo è sincopato, frammentato, esaltato da frasi brevi e concise in cui sembra risuonare un alto tasso di drammaticità contrapposto a momenti più esilaranti e sarcastici. Attraverso le parole prende vita una rappresentazione scenica senza confini, espressione della vita umana. L’autore infatti non si limita a raccontare. TJ Klune mostra. Le emozioni, i sentimenti, ciò che i personaggi sognano e amano, un'evoluzione che si percepisce attraverso dialoghi mai lasciati al caso. 

È per questo motivo, e con profondo sconforto, che siamo rimaste deluse dalla traduzione, per non essere riuscita a centrare pienamente l’intento dell’autore. Molto si è perso dell’unicità e complessità del racconto. Le mille sfaccettature che rendono le parole di TJ tanto apprezzate e amate nel mondo — come del resto abbiamo imparato ad apprezzarle e amarle anche noi grazie alle traduzioni dei suoi precedenti lavori — sono andate perdute nella resa italiana. Il senso delle frasi, l'incisività, il ritmo veloce e incalzante tipico di uno stile paratattico mancano d'intensità e immediatezza, soprattutto perché la trasposizione risulta poco fluida, priva di naturalezza, armonia e musicalità. 
La trama d'altro canto — e per fortuna — è di rara bellezza ed è impossibile non rimanerne incantati. 

Attraverso la narrazione in prima persona, Klune ci permette di vivere il percorso di crescita di Ox, un umano preso in giro fin da piccolo dagli altri ragazzi perché diverso, taciturno e per questo considerato stupido. Ascoltiamo i pensieri che si susseguono nella sua mente, veloci, senza filtri. Talmente tante parole che premono per uscire una dopo l'altra. Parole che non trovano né forma né voce se non in un viso profondamente espressivo, in un cuore puro e generoso. 
Con i suoi occhi vediamo dipanarsi una realtà via via più sorprendente e incredibile. 
Possiamo riconoscere gli odori che si spandono intorno a lui, che lo guidano verso casa, verso i suoi legami. 
Avvertiamo le sue emozioni come se fossero nostre — gioia, paura, rabbia. Amore. 

Ah, Ox! Adorabile, possente, spontaneo Ox! La tua unicità è evidente già dalle prime pagine. Come avrebbe mai potuto resisterti il piccolo Joe quando, ancora bambino, ha percepito la tua presenza per la prima volta? Tu che, con il tuo grande cuore, hai l’immenso potere di avvolgere, legare, guidare le persone che ti gravitano intorno. E anche noi, insieme alle persone importanti della tua vita — i tuoi più preziosi tesori — siamo rimaste sempre più stupite e strabiliate per cosa sei diventato. Chi sei diventato. Sei stato una rivelazione continua. Il "grosso bue" è diventato un punto saldo e di riferimento per i suoi legami, la sua famiglia, il suo branco. Sei rimasto in piedi anche quando tutto il tuo mondo ti è crollato addosso; anche quando il tuo piccolo tornado ha fatto scelte che ti hanno stravolto l'esistenza. Hai continuato a sperare, anche se la ragione ti era contro. 

Beh, forse non tutti sono rimasti tanto stupiti dal tuo percorso di crescita. 
Joe, il futuro potente alpha, imprevedibile e turbolento, ha sempre saputo qual è il tuo valore incredibile, fin da quel primo incontro che ha riscritto le sorti del vostro destino. Ancora prima di vederti e toccarti, lo ha fiutato. Forse, il suo cuore di bambino di soli dieci anni non lo capisce appieno, ma già sa. Non può essere solo il frutto della sua immaginazione. Quella scia nel bosco — nel suo territorio, nella sua casa — è pregna del tuo odore unico e meraviglioso. 
Tu sei colui che lo riporterà indietro dal baratro. Il vostro legame sarà forgiato dalla vita, da una fiducia incrollabile, da un sentimento che, con il passare del tempo, si rafforzerà sempre di più fino a travolgervi con la potenza della sua forza. 
Anche nel dolore, tu sei colui che gli impedirà di smarrirsi dentro il suo lupo. Perché lui è, e sarà, la parte mancante della tua anima e insieme siete più forti di quanto sareste da soli. 

E il canto che si eleva alto nel bosco lo sentiamo anche noi, nella mente, nel cuore, come se fossimo parte del vostro branco:

AmicoFratelloAmoreFamigliaCasa

Nessun commento:

Posta un commento