Recensione: "Resta" (Serie Blackcreek #2) di Riley Hart


Titolo: Resta
Titolo originale: Stay
Autrice: Riley Hart
Trad.: Medea Mannara
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Contemporaneo
Pagg.: 243
Prezzo ebook: € 3,99 
Prezzo cartaceo: € 12,00
Data di uscita: 30 luglio 2020 
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon - Kobo

Sinossi 
Wes Jensen ha appena perso la sorella che l’ha cresciuto e ha avuto l’affidamento della sua nipotina. L’ultima cosa di cui ha bisogno è doversi occupare di Braden Roth, l’avventura di una notte che continua a provare a infilarsi nella sua vita già piena. Wes non è mai stato bravo ad avvicinarsi agli altri e ora ha anche una bambina da crescere.
A Braden, invece, non era mai capitato che qualcuno, uomo o donna che fosse, se la svignasse dopo una notte passata insieme. Per questo Wes lo intriga fin dall’inizio. Braden non è il tipo da negarsi ciò che vuole, e vuole Wes. Più tempo passa con lui e la bambina, che li tiene costantemente sull’attenti, più Braden capisce che non si tratta solo di un capriccio, del tentativo di conquistare l’uomo che è fuggito via.
Con l’intrecciarsi sempre più stretto delle loro vite, Wes scopre che Braden è meno superficiale di quanto pensava. Dopo tutto ciò che ha perso, Wes non è sicuro di voler mettere a rischio il suo cuore, ma desidera anche che Braden resti. E se l’uomo restasse, la vita calma di Wes sarebbe abbastanza per lui? 

Recensione 
Avevamo già incontrato Wes e Braden nel primo libro della serie Blackcreek in qualità di amici dei due protagonisti di "Collisione" (qui).  Sin da subito mi avevano particolarmente colpito e l'idea di poter leggere di loro mi ha incuriosito ancora di più. 

Braden è un amico e collega di Cooper, è un pompiere che ama il proprio lavoro e che prende la vita con leggerezza e un pizzico di follia; non ha mai avuto una vera e propria relazione e non disdegna la compagnia né degli uomini né tantomeno delle donne. 
Di contro, Wes sta attraversando un periodo difficile e stressante: deve affrontare e metabolizzare la perdita dell'amata sorella, che dopo la scomparsa dei loro genitori gli ha fatto da madre. A destabilizzare ulteriormente la situazione contribuisce la scoperta di essere diventato il tutore di Jess, la nipotina di appena quattro anni. 

Per Braden, abituato a passare da una avventura all'altra evitando qualsiasi forma di responsabilità, è una novità sentirsi attratto da un uomo pieno di problemi da risolvere, ma Wes gli piace, anche solo come amico, pertanto cerca di aiutarlo a gestire la sua nuova vita. 
Wes, invece, non crede che un uomo bello e vitale come Braden possa essere intrigato da lui e non riesce ad abbattere le difese che ha costruito intorno a sé a causa dei continui abbandoni subiti in passato. 

"Resta" di Riley Hart, edito da Triskell Edizioni e tradotto da  Medea Mannara, è un bel romance classico e piacevole. I due protagonisti imparano con calma e prudenza a conosersi e capiscono che ciò che sta nascendo tra di loro è vero amore. Non dovranno affrontare grosse difficoltà ma soltanto aprire il loro cuore, imparando a fidarsi e ad affidarsi totalmente all'altro. 
I personaggi secondari sono davvero ricchi di grande empatia e ben caratterizzati. La famiglia di Braden, per esempio, è sempre pronta a sostenerlo e incoraggiarlo, mentre l'incantevole nipotina di Wes riesce sicuramente a commuovere. 

"Resta" è una lettura gradevole che consiglio a chi predilige storie in cui l'amore è il protagonista assoluto e dove si possono incontrare fantastiche famiglie davvero unite e piccole bimbe che inteneriscono il cuore.

Posta un commento

0 Commenti