Recensione: "Il matrimonio del Texas" (Serie Texas #7) di R.J. Scott

Titolo: Il matrimonio del Texas
Titolo originale: Texas Wedding
Serie: Texas #7
Autrice: R.J. Scott 
Traduzione: Micol Mian
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Contemporaneo
Pagg.: 234
Prezzo ebook: € 3,99 
Prezzo cartaceo: € 12,00
Data di uscita: 10 giugno 2020 
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon - Kobo 

Sinossi 
Ci sono situazioni in cui spetta a Riley e Jack combattere le battaglie degli altri e pretendere ciò che è giusto.
Davanti alla prospettiva rivoluzionaria di una sentenza positiva della Corte Suprema sul matrimonio egualitario, Riley e Jack capiscono di dover prendere delle decisioni. Aggiungiamo qualche novità familiare preoccupante e la possibilità concreta che alcuni vecchi segreti tornino a galla, e questo libro della serie del Texas intreccia tutti i fili che i ragazzi possono riuscire a gestire.
Ma tra alti e bassi, bambini, feste in famiglia, risate e lacrime, non c’è nulla di più speciale dell’amore eterno che unisce questi due uomini. 

Recensione 
Ritornare al ranch Double D per continuare a leggere la meravigliosa storia di Riley e Jack è come guardare la nuova stagione di una serie tv sempre più appassionante. Anche "Il matrimonio del Texas", settimo volume della serie Texas di R.J. Scott, trad. di Micol Mian, edito da Triskell Edizioni, non sfugge a questa regola. Sarà perché a ogni libro diventa sempre più profonda e romantica; sarà perché Riley e Jack sono in grado di farci provare emozioni sempre più intense. O forse perché la loro famiglia, che continua ad allargarsi, ha superato la prova del tempo: con il passare degli anni, quella che era nata come la storia di due uomini impegnati a disprezzarsi reciprocamente si è trasformata in una delle più belle storie d'amore M/M mai raccontate. E soprattutto perché, da semplici protagonisti di un libro, sono diventati dei veri amici in carne e ossa: mi sono affezionata alle loro vite, così vicine e simili alla quotidianità di uomini e donne che affrontano con coraggio e amore i successi, gli ostacoli e i fallimenti che la sorte pone sul loro cammino. Una vita che non li risparmia dai dolori, dalle difficoltà, da imprevisti che mettono anche in pericolo le loro esistenze. È bellissimo scoprire il modo in cui riescono a non farsi abbattere dalle avversità: l'amore che li unisce e l'altruismo che li contraddistingue li spinge a combattere e a superare ogni cosa. Insieme e sempre. 

Raccontare di questo libro mi risulta difficile, e sarebbe anche una mancanza di rispetto nei confronti dei lettori che lo leggeranno: accadono tante cose e, se dovessi elencarle, significherebbe anticiparvi l'intera trama. Per correttezza, insomma, non voglio tediarvi con un riassunto perché la lettura spetta a voi. Voglio soltanto rendervi partecipi della sua bellezza e delle emozioni che mi ha trasmesso.
Sicuramente posso affermare che, ancora una volta, R.J. Scott ha portato avanti questa dolcissima serie con grande talento e senza cadere nel già detto e nella noia. Lo sappiamo, il sentimento che lega Riley e Jack non solo è nato dopo un brusco inizio, ma è anche cresciuto libro dopo libro e anno dopo anno a partire dal giorno del loro matrimonio. Nonostante ciò, l'autrice riesce a incantarci di nuovo: la tenerezza con cui descrive questo amore, che è cresciuto e sembra non arrestarsi mai, lo rende ancora più intenso e puro e totalizzante. Romanticismo e passione travolgono Riley e Jack, unendoli giorno dopo giorno, con una profondità che li fa risplendere anche nelle situazioni più ardue. 
Ma non si tratta soltanto del loro amore reciproco, è anche quello che provano verso i loro figli a renderli migliori e maturi, due dei più bei genitori di cui io abbia mai letto in tutti i romance m/m. Questa è comunque una caratteristica dei suoi libri che R.J. ci ha insegnato ad apprezzare: la sua capacità cioè di raccontarci con grazia e consapevolezza cosa significa essere genitori. 

Tanto spazio è concesso anche agli altri personaggi della serie che, volume dopo volume, sono diventati co-protagonisti di Riley e Jack. Tutte le coppie continuano ad avere la loro voce, attraverso cui emerge la crescita delle loro relazioni: solidificandosi, come fondamenta su cui hanno costruito la loro casa, sono diventate sempre più intense ed emozionanti. Una felicità che è stata spesso conquistata a caro prezzo, dopo tante sofferenze e con fatica, lottando contro malattie e soprusi. Anche per questo motivo hanno voluto creare un posto amorevole, capace di accogliere e sostenere persone vittime di abusi e maltrattamenti, ragazzi ancora in lotta per uscire dalla violenza e dalla povertà del passato, perché tutti meritano l'occasione di essere felici com'è stato per loro.
Questo libro è proprio un invito a estendere tale possibilità anche a tutti gli uomini e le donne del Texas che vogliono essere liberi di poter vivere accanto alle persone che amano, legalmente attraverso il matrimonio. Saranno Riley e Jack a farsi portavoce di queste istanze, raccontando del loro nuovo matrimonio, celebrato sulla terra che amano e da tutti i loro familiari, figli, fratelli e amici, perché sposarsi ed essere genitori sia un diritto fondamentale di tutti, di ogni uomo o donna, senza alcuna distinzione di genere e orientamento sessuale.
Sorrido quando ripercorro nella mente tutta la strada che Riley e Jack hanno fatto a partire dall'inizio della serie. Se penso a com'erano e a come sono diventati, riconosco la loro crescita sia come uomini, sia come essere umani nel senso più vero. Hanno allargato la loro visione della vita: è diventata ampia come l'orizzonte del Texas che amano, regalandosi, e regalando a chi c'era fin dal principio e a chi è arrivato dopo, opportunità e speranza. Alimentando sogni e desideri che ognuno di loro ha provato, riuscendoci, a concretizzare: Jack e Riley hanno creduto in se stessi e hanno vinto e, con il loro esempio, tutti sono arrivati al traguardo finale, trionfando.

Posta un commento

0 Commenti