Let's talk about books

Recensione: "In frantumi" di Eli Easton

Titolo: In frantumi
Titolo originale: Boy Shattered 
Autrice: Eli Easton 
Traduzione: Alice Arcoleo
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 362
Data di uscita: 13 aprile 2020 
Prezzo: € 4,99 
Link per l'acquistoTriskell - Amazon

Sinossi 
Brian, l’atleta più popolare del liceo, ha tutto, finché non rischia di perdere la vita durante una sparatoria a scuola. Sopravvive al massacro grazie all’aiuto di un eroe, il suo compagno di scuola Landon, che ha affrontato la morte per aiutare gli altri e che non ha problemi a parlare della propria omosessualità. Brian sarà anche vivo, ma non riesce ad affrontare le sue paure e ad andare avanti, soprattutto perché i responsabili della sparatoria non sono stati ancora catturati. È a pezzi. Non può fare altro che affidarsi a Landon, nella speranza che accetti di aiutarlo una seconda volta.

Landon si è comportato come avrebbe fatto chiunque quando ha trovato Brian morente sul pavimento della mensa. Non si ritiene un eroe, ma è pronto a prendere una posizione contro la violenza che ha distrutto le vite di tanti giovani… persone come Brian, che è tornato a scuola come l’ombra del quarterback felice e spensierato che aveva sempre ammirato. Brian ha ancora bisogno di lui e, mentre la loro amicizia diventa sempre più forte e profonda, alcune ferite cominciano a rimarginarsi. Il legame che condividono potrebbe portare a un nuovo inizio per entrambi.
Tuttavia, l’orrore che ha sconvolto la Jefferson Waller High School non è ancora finito. 

Recensione 
"In frantumi" di Eli Easton, edito da Triskell Edizioni, è uno di quei libri che, una volta finita la lettura, è impossibile dimenticare. Un libro difficile e bellissimo dove finzione e realtà si intrecciano scuotendo e sconvolgendo il cuore dei lettori con la stessa delicatezza e profondità psicologiche che Eli ci ha insegnato ad apprezzare nei suoi romanzi — qualità che confermano, oltretutto, il talento e la bellezza di una voce tra le più valide nel panorama del romance Male to Male. 

Il doppio pov ci avvicina sin da subito ai due protagonisti della storia, Brian e Landon, due ragazzi che, ignari di come le loro vite verranno scombussolate a breve, vivono gli anni dell'adolescenza come qualsiasi altro spensierato e curioso studente di scuola superiore.
Brian Marshall è l'eroe della Jefferson Waller High School, conosciuta come “The Wall”. È il quaterback della squadra di football, popolare sia per la sua bravura sia per la sua avvenenza. Il suo migliore amico da sempre, Jake, è un suo compagno di squadra; insieme fanno gruppo fisso con due altri ragazzi, che per dare sfogo al loro bullismo si divertono a prendere di mira studenti indifesi. Un atteggiamento il loro che Brian non ha mai approvato ma che accetta passivamente senza sollevare critiche. Perché la tranquillità è quello che desidera per la propria vita, già minacciata da una situazione familiare schiacchiante e insostenibile.
Landon Hughes incarna invece tutto ciò che gli amici di Brian sbeffeggiano da sempre. Gay dichiarato, impegnato e studente modello, trascorre il suo tempo con ragazzi vittime di bullismo. È al suo ultimo anno di liceo e sta già frequentando dei corsi on line per progredire e agevolare la sua futura carriera scolastica. Da molto tempo ha una cotta per il quarterback della sua scuola, Brian però appartiene a un mondo e a una vita che sono completamente separati dalla sua — oltre al fatto, molto più ovvio, che è etero, quindi ancora più irraggiungibile.
Le loro strade si incontrano nel modo più doloroso e folle possibile: una sparatoria, durante una normalissima giornata scolastica, precipita tutto il loro mondo nel terrore e nello sgomento più cupo. 
Destino vuole che Landon si trovi nel luogo in cui gli assassini hanno commesso la loro strage; e può così andare in soccorso di Brian, ferito gravemente durante la sparatoria. 
Grazie a Landon, Brian reagirà alla sofferenza e alla caduta del desiderio di vivere; e la vicinanza reciproca manterrà vivo un legame che sancirà l'inizio di un tempo nuovo con la consapevolezza, per entrambi, che nulla sarà più come prima. Il cambiamento allora diventerà necessario perché, solo accettandolo, si potrà ritornare alla vita. Una vita che non sarà più in discesa ma segnata dal dolore per quelle persone che sono andate incontro a una morte senza senso — e senza un perché — per mano di due folli. Accanto al dolore ci sarà anche la paura di non sentirsi più al sicuro, perché quei folli potrebbero ritornare per finire il  lavoro e colpire i superstiti. Accanto al dolore e alla paura, poi, ci sarà il senso di colpa per essere sopravissuti e per aver riconquistato il desiderio di vivere, di sorridere e amare, ben sapendo che chi non c'è più non avrà più nessuna di queste possibilità. E infine ci sarà la rabbia verso chi ha commesso quel folle gesto, che esige soddisfazione, e cioè che il mondo cambi perché una cosa del genere, già accaduta in passato, non si ripeta più, perché altri ragazzi non siano costretti a vivere sulla loro pelle la stessa tragedia che ha segnato per sempre i due protagonisti.
Si tratta, insomma, di un cambiamento che segnerà profondamente Brian, rendendolo consapevole che essere sopravissuti significa assimilare l'urgenza di vivere veramente, di guardarsi indietro per non accettare più la finzione in cui la sua vita, apparentemente perfetta, continua a persistere.
E lo stesso si può dire di Landon, il cui impegno verso le ingiustizie, vissute sulla propria pelle e subite dai suoi amici, diventa una lotta contro l'uso indiscriminato delle armi — una protesta per se stesso e per chi ha avuto la fortuna di restare in vita, sì, ma anche per coloro che non ce l'hanno fatta, affinché la loro morte non sia stata vana.
Questo stesso cambiamento rappresenterà un nuovo inizio per tutti, anche per coloro che, dopo aver chiesto perdono per la malvagità perpetrata in passato, conquisteranno la fiducia delle loro vittime, che avranno accanto nuovi amici e alleati. 

Con la sua grande capacità introspettiva e l'eleganza narrativa che le è propria, Eli Easton ci fa amare i suoi personaggi in maniera dolorosa e al contempo dolcissima. Li teniamo per mano nella tragedia di cui sono vittime e li vediamo reagire e crescere, abbracciandoli nei momenti in cui essere vivi diventa insopportabile ed esultando per i loro passi avanti, quando imparano nuovamente a vivere e sperare. Quando il loro corpo, la loro anima e il loro cuore si ricompongono; quando guariscono e tornano a guardare al futuro ben consapevoli, però, che non saranno mai interi come prima: ciò che li ha mandati in frantumi ha sgretolato il senso di completezza che era la loro vita. Nonostante ciò, si ripromettono di andare avanti perché non dimenticheranno mai chi non è più tra loro: in quel ricordo, pur doloroso, i ragazzi scomparsi saranno accanto a loro per sempre. 
Come ci ricorda Brian con le sue bellissime poesie. Come ci insegna Landon, che vuole cambiare un mondo fatto di follia omicida. 
Brian e Landon: due anime che si riconoscono nel momento più buio della loro esistenza e che imparano come ritornare alla vita, a dare un senso a qualcosa che non dovrebbe più accadere, per loro stessi e per chi non c′è più. 

"In frantumi" è un libro che dovete assolutamente leggere: arriverà dritto al vostro cuore. Perché è un capolavoro. Perché Brian e Landon e tutti i loro amici vi resteranno dentro e li amerete. Non sarà possibile farne a meno.

Nessun commento:

Posta un commento

My Instagram