Let's talk about books

Recensione: "Il tesoro del drago" di M.A. Church

Titolo: Il tesoro del drago
Titolo originale: Dragon's Hoard
Autrice: M.A. Church 
Trad.: Claudia Nogara 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Fantasy/Paranormal/Urban Fantasy
Cover Artist: Aaron Anderson 
Data di uscita: 10 dicembre 2019
Link per l'acquisto: Dremspinner Press - Amazon

Sinossi 
Essere amati da un drago significa essere trattati come un tesoro inestimabile.

Cento anni fa, l’Alfa Montgomery, spinto dalla disperazione, ha scelto di correre un rischio: ha preso in prestito dei soldi dall’antico drago Warwick Ehecatl, lasciando come garanzia le terre del branco. Ora è arrivato il momento di pagare il debito, e i draghi non dimenticano… né perdonano. Warwick esige come risarcimento il figlio di Montgomery, Avery, e tre delle sue attività commerciali. Avery è un Omega e sa di essere praticamente inutile al branco, quindi potrebbe anche accettare, ma ha dei ripensamenti: il suo futuro compagno è terrificante, e sarebbe libero di fare di lui ciò che vuole. 

Warwick è consapevole della reputazione della sua razza, ed è persino disposto ad ammettere che in parte sia meritata, ma preferirebbe tagliarsi la coda piuttosto che smorzare la luce negli occhi innocenti del compagno. Non sarà semplice, ma c’è qualcosa tra loro che ribolle sotto la superficie e che vale la pena di proteggere. 

Recensione 
C’era una volta una principessa, prigioniera nella torre più alta di un castello protetto da un enorme drago sputafuoco… 

No, non è l’inizio del libro, anche se non possiamo negare che durante la lettura di questa storia fantastica ci è sembrato di trovarci dentro una favola, certo un po' particolare. Avete presente il film di animazione Shrek in cui la principessa Fiona sogna di essere salvata dal Principe Azzurro e invece si trova a fare i conti con un improbabile quanto accattivante orco? Ecco, ne "Il tesoro del drago", M.A. Church crea una sorta di favola con personaggi e un’ambientazione atipici: l’indifesa principessa da salvare si rivela essere un prestante lupo mannaro — non l’alpha che ci si attendeva alla sua nascita ma un omega fragile e bisognoso di attenzioni. Almeno, è così che il branco di Avery classifica gli omega. Peccato che il nostro lupacchiotto sia tutto tranne che fragile. Un vivace peperino che, lungi dall’essere un fiorellino delicato, sogna di essere salvato da una vita monocorde e piatta come le principesse delle favole. Troppo zuccheroso? Eppure… ecco che il giorno del suo compleanno appare proprio il Principe Azzurro — beh, non esattamente un principe, diciamo una sua versione alquanto singolare — nelle maestose sembianze di un affascinante drago; il castello incantato non è la prigione da cui evadere ma il luogo caldo e accogliente – dopotutto siamo nel ventunesimo secolo — dove poter essere se stessi. 
Quella che state per leggere è la storia di Avery e Warwick, due uomini, due mutaforma centenari che si incontrano e che non riescono più a fare a meno l’uno dell’altro. 

Abbiamo amato leggere un racconto così piacevole. Non ci sono clamorosi colpi di scena e, a differenza delle favole, non c’è un reale cattivo che ostacoli il lieto fine degli amanti. Quindi il nostro cuore può evitare bruschi scossoni e godersi totalmente questa delicata storia d’amore. 
Le interazioni tra i due protagonisti sono molto dolci e pregne di una forte carica erotica –ahinoi, quasi sempre interrotte da eventi esterni. 
I dialoghi interiori tra la mente pragmatica umana e il lato ferino ci hanno strappato più di un sorriso. Ci sono un paio di scene in cui Avery vi farà ghignare vivacemente, mentre Warwick alle prese con il suo drago vi apparirà sotto una luce meno autoritaria.
Molto particolare è stato leggere di un drago mutaforma (anche se definirlo solo un mutaforma sarebbe alquanto riduttivo), una figura non così frequente nel panorama romance m/m. Un essere antico, con un potere straordinario, che ha come principale interesse quello di proteggere il suo tesoro. Un immenso tesoro, talmente vasto che potrebbe competere con quello di Paperon de Paperoni! 
Ma il nostro drago non è solo questo. Dietro il suo scintillante sguardo viola si cela un uomo capace sia di mettere in discussione conoscenze lunghe secoli – e vi assicuriamo che sono tanti — sia di mostrare una fortissima lealtà nei confronti degli amici più fidati. 
Warwick non sarà il cavaliere che ci aspettavamo venisse a salvarci sul suo destriero, ma volare sul suo possente dorso è stato, oltre che magnifico, anche liberatorio. Il destino sa davvero mescolare e distribuire carte particolari e meravigliose, a volte.
Gli appassionati dei lupi mutaforma non potranno non amare il dolce Avery. Anche con lui l’autrice ci regala delle belle sorprese. Nonostante il giovane omega – a cento anni ha appena raggiunto la maggiore età! — segua le leggi del branco, mostra un carattere frizzante e per nulla sottomesso. Le etichette di genere per lui sono strette e il suo più grande desiderio è che ognuno possa vivere la propria vita essendo se stesso, prescindendo dalle tradizioni.
Riuscirà dunque il piccolo lupo a diventare per il leggendario drago il tesoro più importate? Non vi resta che scoprirlo lasciandovi trasportare sulle ali di un possente drago pluricentenario!

Nessun commento:

Posta un commento