Let's talk about books

Recensione: "Alû" (Serie Le luci dell'Eos #4) di Aurora R. Corsini

Titolo: Alû
Serie: Le luci dell'Eos #4
Autrice: Aurora R. Corsini 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Urban fantasy
Pagg.: 360
Data di uscita: 28 ottobre 2019 

Prezzo: € 4,99 
Link per l'acquistoTriskell - Amazon


Sinossi 
Negli ultimi mesi, Joshua ha scoperto che il mondo non è quello che pensava. Segreti e misteri che aveva sempre creduto mere fantasie si sono rivelati a lui come brutali realtà. L’enigma più grande, però, si nasconde dietro gli occhi verdi di una vampira millenaria che gli ha rubato il cuore.
Leggiadra e spaventosa, Nael si mantiene a distanza, trincerata dietro una gelida indifferenza che Joshua è deciso a infrangere, per capire i propri sconvolgenti desideri e svelare la sua vera natura. Non esisterà più alcuna certezza, quando le loro anime solitarie si incontreranno e le terribili sofferenze di un passato remoto verranno alla luce.
Si avvicina lo scontro finale tra i guerrieri dell’Eos e un nemico sfuggente, più temibile di quanto credessero, eppure il pericolo maggiore potrebbe celarsi nell’amore impossibile tra un umano e la straordinaria creatura che li guida tutti. 

Recensione 
Nel mondo in cui vive Joshua le giornate sono scandite dal lavoro e da una famiglia amorevole; da tutte quelle attività che segnano una quotidianità normale, insomma. In questo mondo non c’è spazio per creature misteriose. I mostri — perlomeno quelli sovrannaturali — non esistono e nessun vampiro si cela nelle ombre della notte. Gli ululati di animali feroci provengono dalle casse della tv mentre scorrono le immagini di un documentario — perché, di sicuro, non ti trovi di punto in bianco di fronte a mutaforma assetati di sangue. Tutto questo appartiene al folklore, alle favole della buonanotte che sua nonna gli narrava quando era un bambino. Giusto? 
E se invece quelle storie fossero vere? 
Parliamo di creature dai volti antichi che esistono in leggende tramandate da generazioni, in racconti fantastici che narrano sia di mostri pronti a rapire uomini ignari per berne il sangue, sia di creature che nelle notti di luna piena si trasformano in orribili bestie con fauci letali per straziare le carni. 

Joshua non ha mai dato particolare peso ai racconti della sua infanzia, finché non arriva il giorno più brutto e orrendo della sua vita: quello in cui, incredibilmente, viene rapito. Tenuto prigioniero insieme a lui c'è un ragazzo bellissimo, che si trasforma in una splendida e terrificante pantera dal manto nero e lucente, proprio davanti ai suoi occhi. 
Lo sguardo di Joshua adesso si è posato su una donna — o forse un ragazzo — che lotta convulsamente contro una belva inferocita, decisa a squartarla. Nell’istante in cui Joshua solleva tra le braccia quel corpo straziato, minuto e all’apparenza fragile, sente che il suo destino sta per cambiare e che nulla sarà più come prima.
Prima di imbattersi in Kane.
Prima di innamorarsi di Nael.

Ed eccolo, finalmente, tra le nostre mani il libro di Nael: vampira plurimillenaria che ha catturato il nostro interesse fin dalle prime pagine di "Pardus" (ne abbiamo parlato qui), primo volume della serie Le luci dell’Eos.
Nonostante il fortissimo desiderio di conoscere la sua storia, ci siamo approcciate alla lettura di "Alû" con reverenza, quasi in punta di piedi. L'aspettativa era davvero alta, e il timore di una delusione rivaleggiava con la volontà di sapere. Ebbene, siamo liete di poter scrivere che questo romanzo ha superato attese e previsioni! La cura per i dettagli, lo studio che si riscontra dietro le parole, la profonda passione dell’autrice riversata in ogni pagina colmano il cuore del lettore di emozioni traboccanti.

Non era facile accostare a una creatura così arcaica e potente qualcuno che non rimanesse abbagliato dal suo potere, o che ne fosse terrorizzato. Forse, proprio la debole umanità di Joshua è stata determinante, dopotutto. Forse, la meravigliosa creatura che è Nael aveva bisogno di avere accanto soltanto un uomo. Non un vampiro che la rispettasse, non un mutaforma che la temesse, ma un semplice umano che non fosse travolto dalla paura dinnanzi al suo cospetto. Un umano in grado di guardare dentro la sua anima, pronto a tutto pur di proteggere quel cuore antico e meraviglioso. Un umano che non avrebbe mostrato disprezzo o repulsione ma, al contrario, che avrebbe visto e accettato la sua natura, nella sua interezza.

Lo ammettiamo candidamente, eravamo un po' timorose circa la decisione di affrontare in un romance un argomento tanto delicato e complesso come quello dell’intersessualità; ma Aurora R. Corsini è stata superba nel presentare la figura di Nael al punto da far dimenticare al lettore qualsiasi giudizio di merito — o pregiudizio — sull’essere uomo o donna. Perché quello che emerge dalle pagine di "Alû" è puramente Nael.
Forte, potente e letale Nael.
Compassionevole, timida e appassionata Nael.
Un personaggio che strazia il cuore e lo ricompone in nuovi e brillanti pezzi.

E chi meglio del coraggioso Joshua avrebbe potuto far breccia nelle paure di questa magnifica e complessa creatura? Per accoglierle e sconfiggerle, quelle paure, donando alla vampira un amore sognato per quattro, infiniti millenni, ma mai realmente incontrato.

“Resterò sola per sempre, padre? Troverò mai qualcuno che, guardandomi, vedrà qualcosa che non sia questo corpo, che nemmeno io riesco a comprendere?” […]
“Prima o poi incontrerai qualcuno che ti vedrà, ne sono certo, e si fermerà al tuo fianco ad ammirare le stelle.”

Abbiamo sospirato a lungo su queste parole. Abbiamo pianto lacrime amare durante la scoperta del tragico passato di Nael e fatto un tifo sfegatato affinché Joshua riuscisse a conquistare per sempre l’amore della vampira. E abbiamo esultato con il cuore gonfio di emozione!
Infine, non possiamo non menzionare la nostra gioia nel ritrovare il dolcissimo Kane al fianco del fiero Mathias. Le scene con il nostro leopardo e il suo caro amico Joshua sono delle chicche che impreziosiscono questo romanzo senza tempo e meraviglioso.

Nessun commento:

Posta un commento

My Instagram