Let's talk about books

9/18/2019

Libri in uscita: "Stirpe" (Serie Whyborne & Griffin #5) di Jordan L. Hawk

by , in
Titolo: Stirpe
Titolo originale: Bloodline
Serie: Whyborne & Griffin #5
Autrice: Jordan L. Hawk 
Trad.: Caterina Bolognesi
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Horror/Fantasy, Storico, Investigativo
Pagg.: 330 
Prezzo: € 4,99
Data di uscita: 20 settembre 2019
Link per l'acquistoTriskell - Amazon


Sinossi 
Tra il padre tiranno e il fratello dissoluto, Percival Endicott Whyborne ha sufficienti familiari problematici con cui doversela vedere. Perciò, quando sua sorella torna a Widdershins, chiedendo il suo aiuto per risolvere il mistero di una nave trovata alla deriva, Whyborne è riluttante a lasciarsi coinvolgere. Questo fino a quando un brutale omicidio non lo colpisce direttamente, obbligando lui e Griffin ad accettare il caso.

L’indagine li porta a scoprire una cospirazione fatta di ricatti, omicidi e magia nera. Ma il segreto peggiore di tutti è quello interno alla famiglia stessa, uno che distruggerà tutto ciò in cui Whyborne aveva sempre creduto, non soltanto della sua famiglia, ma anche di se stesso. 

Volumi della serie Whyborne & Griffin attualmente pubblicati in Italia
Widdershins (Whyborne & Griffin #1): recensione - clicca qui
Threshold (Whyborne & Griffin #2): clicca qui 
Stormhaven (Whyborne & Griffin #3): recensione - clicca qui 
Necropoli (Whyborne & Griffin #4): recensione - clicca qui 

La nostra intervista a Jordan L. Hawk: clicca qui

Jordan L. Hawk biografia 
Jordan L. Hawk è cresciuta nel North Carolina e non se ne è mai andata. I racconti d’infanzia su spiriti della montagna e su creature misteriose le hanno procurato un grande amore per tutto ciò che vaga di notte. Quando non scrive prepara birra artigianale e cerca di impedire ai suoi gatti di distruggere la casa. La serie campione di vendite Whyborne & Griffin (che ha inizio con Widdershins) si può trovare in formato cartaceo, ebook e audiolibro su diversi rivenditori online.
Se vuoi ricevere la newsletter di Jordan ed essere il primo a conoscere la data d’uscita dei nuovi titoli, oltre ad avere delle anteprime dei romanzi di prossima pubblicazione, puoi iscriverti al suo sito web: clicca qui

Puoi trovare Jordan L. Hawk agli indirizzi:
Web site clicca qui
Twitter clicca qui
Facebook clicca qui 

Triskell Edizioni contatti
Facebook CLICCA QUI
Twitter CLICCA QUI
Instagram CLICCA QUI
Sito CLICCA QUI
9/18/2019

Libri in uscita: "18 fiori d'arancio" (Serie 18 buche #4) di Cristina Bruni

by , in
Titolo: 18 fiori d'arancio 
Serie: Serie 18 buche #4
Autrice: Cristina Bruni 
Casa Editrice: Triskell Edizioni 
Genere: contemporaneo/sportivo
Pagg.: 140 
Prezzo ebook: € 3,99
Data di uscita: 17 settembre 2019
Link per l'acquistoTriskell - Amazon 

Sinossi 
Capitolo conclusivo della serie “18 buche”

Mancano pochi mesi al matrimonio tra Reggie e Russell. Le cose tra loro sembrano volgere al meglio, quando una notizia sconvolge le loro vite.
Danielle, la donna con cui Russell ha vissuto per anni, è incinta, e il figlio che aspetta potrebbe essere suo. Se da una parte Russell vuole prendersi serenamente le proprie responsabilità, dall’altra Reggie precipita nello sconforto al punto di arrivare a fare qualcosa di avventato.
Intanto, Moses e Jordan stanno muovendo i primi passi come coppia, imparando a convivere con il passato e i problemi del giovane caddie. 

Volumi della serie 18 buche
Sette giorni (18 buche #1): clicca qui 
Whispering Cliffs - 18 buche sino all'amore (18 buche #2): recensione - clicca qui 
Buca in uno (18 buche #3): clicca qui 

La nostra intervista a Cristina Bruniclicca qui

Cristina Bruni biografia  
Cristina Bruni è moglie e mamma. Ama i viaggi, il cinema, Sherlock Holmes, il tennis e il golf. Soffre perdutamente di Mal d’America e di Mal di Londra. Ha esordito scrivendo fanfiction e ora, se potesse, scriverebbe storie d’amore per il resto della sua vita. Soprattutto fra uomini.

Cristina Bruni contatti
Facebook clicca qui
Twitter clicca qui
Blog clicca qui
Instagram clicca qui 

Triskell Edizioni contatti
Facebook CLICCA QUI 
Twitter CLICCA QUI 
Instagram CLICCA QUI 
Sito CLICCA QUI
9/18/2019

Libri in uscita: "Il tesoro del drago" di M.A. Church

by , in
Titolo: Il tesoro del drago
Titolo originale: Dragon's Hoard
Autrice: M.A. Church 
Trad.: Claudia Nogara 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Fantasy/Paranormal/Urban Fantasy
Cover Artist: Aaron Anderson 
Data di uscita: 10 dicembre 2019
Link per l'acquistoDremspinner Press 

Sinossi 
Essere amati da un drago significa essere trattati come un tesoro inestimabile.

Cento anni fa, l’Alfa Montgomery, spinto dalla disperazione, ha scelto di correre un rischio: ha preso in prestito dei soldi dall’antico drago Warwick Ehecatl, lasciando come garanzia le terre del branco. Ora è arrivato il momento di pagare il debito, e i draghi non dimenticano… né perdonano. Warwick esige come risarcimento il figlio di Montgomery, Avery, e tre delle sue attività commerciali. Avery è un Omega e sa di essere praticamente inutile al branco, quindi potrebbe anche accettare, ma ha dei ripensamenti: il suo futuro compagno è terrificante, e sarebbe libero di fare di lui ciò che vuole.

Warwick è consapevole della reputazione della sua razza, ed è persino disposto ad ammettere che in parte sia meritata, ma preferirebbe tagliarsi la coda piuttosto che smorzare la luce negli occhi innocenti del compagno. Non sarà semplice, ma c’è qualcosa tra loro che ribolle sotto la superficie e che vale la pena di proteggere. 

L'Autrice 
M.A. Church è un’autentica bellezza del Sud che ha trascorso molti anni nel settore dell’istruzione primaria. Ora passa le giornate persa in mondi fantastici, a litigare con i suoi alieni testardi su pianeti lontani, a occuparsi dei suoi numerosi mutaforma o a cercare di allontanare i suoi ragazzi di campagna dalle loro canne da pesca. È un lavoro a tempo pieno, ma qualcuno lo deve pur fare!
Quando non scrive, esplora le ultime novità del mercato M/M, guarda le partite dei suoi amati Steelers o i canali specializzati sulle case. Sempre se si sta prendendo cura della fauna intorno al laghetto dietro casa. Le anatre sanno essere molto schiette. È sposata col suo amore della scuola superiore e ha due figli adulti.
È stata finalista nei Rainbow Awards nel 2013.
Blog di M.A Churchclicca qui 

Dreamspinner Press contatti 
Facebook CLICCA QUI
Twitter CLICCA QUI
Instagram CLICCA QUI
9/18/2019

Libri in uscita: "Single" (Serie Papà Single #1) di RJ Scott

by , in
Titolo: Single
Titolo originale: Single
Serie: Papà Single #1
Autrice: R.J. Scott 
Traduzione: Claudia Milani
Editore: Self-Published
Genere: Contemporaneo
Prezzo ebook: € 3,99 
Prezzo cartaceo: € 9,99
Data di uscita: 20 settembre 2019 
Link per l'acquisto: Amazon 

Sinossi 
Ancora abbattuto per l’abbandono da parte dell’uomo che credeva di amare, cosa farà Ash quando si trova da solo con la figlioletta appena nata?

Determinato a costruirsi una famiglia e a concludere il percorso di gravidanza surrogata che aveva cominciato insieme al suo ex, quando Ash porta a casa la neonata Mia si ripromette di diventare il miglior papà del mondo. Niente può distoglierlo dal suo dovere autoimposto, nemmeno l’improvviso e vivo interesse che sembra nutrire verso il nuovo vicino. Tra la sfida di resistere all’attrazione sempre più forte che lo trascina verso Sean e vecchie e dolorose dispute familiari, Ash dovrà imparare che l’amore è l’unica cosa che davvero conta.

Quando il medico del pronto soccorso Sean si trasferisce insieme ai suoi amici nella villetta accanto a quella di Ash, giovane padre single e molto sexy, l’amore lo investe con una forza tale da lasciarlo senza fiato. Insieme i due uomini trascorrono momenti impregnati di sensualità, ma Ash è chiaro fin dall’inizio: nel suo cuore non c’è spazio per nessuno tranne la figlia. Allora perché Sean sembra essere l’unico che riesce a vedere quanto in realtà l’uomo sia spaventato, e come farà a dimostrargli che il suo unico desiderio è che loro tre diventino una famiglia? 

R.J. Scott biografia 
L'obiettivo di RJ è scrivere storie con un nucleo romantico, una strada accidentata che porta alla felicità e, cosa più importante, una spruzzata di 'per sempre felici e contenti'.
RJ Scott è un'autrice di best seller che ha creato più di novanta libri di genere gay romance. Narra storie piene d'emozione su personaggi complessi, cowboy, milionari, principi e sugli uomini che rimangono invischiati nelle loro vite. RJ è famosa per i suoi libri caratterizzati sempre da un lieto fine. Abita poco fuori Londra e spende ogni secondo che non passa con la sua famiglia a leggere o a scrivere. Scrive anche romance MF sotto lo pseudonimo di Rozenn Scott.
L'ultima volta che si è presa una settimana di ferie dalla scrittura non le è piaciuto per niente, e non ha ancora incontrato una bottiglia di vino che riesca a resisterle.

È possibile seguire R.J. Scott su:
Email rj@rjscott.co.uk
Webpage clicca qui
Facebook clicca qui
Twitter clicca qui
Yahoo clicca qui

Per una lista aggiornata di tutti gli eBook disponibili di RJ Scott e su dove acquistarli, si prega di visitare www.rjscott.co.uk 
9/17/2019

Recensione: "L'Ascesa dei re" (Serie Captive Prince #3) di C.S. Pacat

by , in
Titolo: L'Ascesa dei re
Titolo originale: King Rising
Serie: Captive Prince #3
Autrice: C.S. Pacat 
Trad.: Claudia Milani 
Casa Editrice: Triskell Edizioni 
Genere: Storico fantastico 
Pagg.: 265 
Data di uscita: 19 marzo 2018 
Link per l'acquisto ebook: Triskell - Amazon 
Link per l'acquisto cartaceo: Amazon 

Sinossi 
Damianos di Akielos è tornato. 
Ora che la sua identità è stata svelata, Damen deve affrontare il suo padrone, Laurent, come Damianos di Akielos, l'uomo che il principe di Vere ha giurato di uccidere. 
Sull'orlo di una battaglia epocale, il futuro dei loro due regni è in bilico. A sud, l'esercito di Kastor si sta radunando, mentre a nord le forze del reggente si mobilitano per la guerra. L'unica speranza di Damen è allearsi con Laurent per sconfiggere insieme i loro usurpatori. Ma anche se la fragile fiducia che condividono resisterà alla rivelazione della vera identità di Damen, sarà sufficiente per sventare l'ultimo e più spietato piano del reggente? 

Recensione 
Eccoci giunti alla fine della trilogia Captive Prince di C.S. Pacat, tradotta da Claudia Milani e edita da Triskell Edizioni
"L'Ascesa dei re", terzo volume della serie, è stato molto più intenso dei primi due. Oltre a scoprire più verità sui protagonisti, conosciamo un Laurent diverso, innamorato, mentre cerca di lasciarsi andare e trovare una felicità — o un amore — che non gli è mai stato dato dopo la morte del fratello. 
Damen, d'altra parte, è paziente e, nonostante il caratteraccio del compagno, sopporta stoicamente e rispetta, se vogliamo dirla tutta, ciò che Laurent prova, o almeno cerca di provare rompendo quella corazza che ha creato intorno a sé con il passare degli anni. 

Il contesto e gli avvenimenti sono stati una sorpresa dietro l'altra: gli inganni e gli intrighi spiazzano e lasciano a bocca aperta, ogni scelta narrativa è calcolata e studiata alla perfezione, una giostra di detti e non detti che lasciano la giusta suspense e la voglia di andare alla fine del libro per scoprirne la conclusione. 

"L'Ascesa dei re" è stato un degno finale di serie: Laurent resta un personaggio costruito alla perfezione che evolve e si apre a noi piano piano, rispettando i suoi tempi, tanto da farti desiderare di scuoterlo per farlo parlare di più. 
I dialoghi sono intensi e ne avrei preferiti molti di più, ma anche i silenzi e le descrizioni degli stati d'animo di Damen rendono comunque tutto molto chiaro. 

Una nota relativamente negativa — ma è solo una mia bramosa curiosità — è il desiderio un po' frustrato di scoprire qualcosa in più alla fine, una sorta di epilogo dei due protagonisti felici e contenti, da vera inguaribile romantica. 

In conclusione, "L'Ascesa dei re" e l'intera serie meritano di essere letti.
9/14/2019

Recensione: "Il Ronin e la Volpe" di Cornelia Grey

by , in
Titolo: Il Ronin e la Volpe
Autrice: Cornelia Grey
Editore: Self-published
Genere: Novella fantasy
Pagg.: 113
Prima edizione: 26 ottobre 2016 
Prezzo ebook: € 2,99  - Disponibile in KU 
Prezzo cartaceo: € 5,20
Link per l'acquistoAmazon 

Sinossi 
Nel Giappone feudale, Kaede Hajime vive da ronin vagabondo, un samurai senza un signore. Quando passa la notte in una locanda, il proprietario lo implora di aiutarlo a fermare una pericolosa kitsune, uno spirito volpe, che tormenta il villaggio. Ma, quando cattura lo spirito, che ha la forma di un bellissimo ragazzo, Hajime scopre che anche la kitsune ha dei problemi. La perla che contiene l'anima dello spirito è stata rubata, rendendolo schiavo del suo nuovo padrone, che lo obbliga ad attaccare il villaggio.

Hajime accetta di aiutare la volpe a recuperare il gioiello, ma vivere con uno spirito volpe non è facile, e la fiducia che sta nascendo fra loro è continuamente messa alla prova. Le kitsune sono prima di tutto imbroglione, e Hajime deve capire quanto di ciò che la volpe gli dice sia la verità. A peggiorare le cose, un vecchio compagno di Hajime è in città, portando con sé gli amari ricordi dei suoi giorni da samurai. Hajime deve trovare un modo per recuperare il gioiello prima che il ladro scateni contro di lui i notevoli poteri della kitsune... e cercare di non rimetterci il cuore. 

Recensione 
La storia de "Il Ronin e la Volpe" è ambientata in Giappone al tempo dei samurai.
In questa novella, l'autrice, Cornelia Grey, ci trasporta in un mondo e in una cultura molto diversi dalla nostra, fatta di padroni, servi e demoni.
Il protagonista è un ronin ovvero un samurai senza padrone a cui rispondere.
Io amo la cultura giapponese e i demoni che appartengono alla sua mitologia, e qui incontriamo uno dei miei preferiti — la volpe a nove code — la cui vita si intreccerà con quella del protagonista.

La storia è scritta bene, è scorrevole e gli eventi si svolgono in modo veloce e, allo stesso tempo, graduale; mi rendo conto di aver appena espresso un controsenso ma, sebbene il racconto non sia eccessivamente lungo, gli avvenimenti risultano comunque collocati nel momento giusto, e questo non dà l'idea di un intreccio narrativo affrettato.
I due protagonisti sono ben caratterizzati e sviluppati bene, in più imparano a conoscersi tra loro e ad amarsi secondo un ritmo giusto e naturale.

Mi sono piaciute le varie scene di sesso, non volgari e nemmeno troppo pesanti; tra tutte ne ho apprezzata una in particolare, e cioè quella in cui ho sentito il bisogno del ronin di stare con il demone e la disperazione della volpe nel ricevere da lui ciò di cui ha bisogno in quel momento.

"Il Ronin e la Volpe" è, in definitiva, una bella storia. L'unica pecca, che non incide comunque sulla resa finale del racconto, è forse il continuo ripetersi dei nomi dei protagonisti — le eccessive ripetizioni all'inizio mi hanno disturbato un po' —, ma per il resto è una lettura che consiglio.
9/13/2019

Recensione: "Il figlio dello chauffer" di Tara Lain

by , in
Titolo: Il figlio dello chauffer
Titolo originale: Return of the Chauffeur's Son
Autrice: Tara Lain 
Trad.: Valentina Andreose
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: contemporaneo 
Cover Artist: Reese Dante 
Data di uscita: 10 settembre 2019
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press 

Sinossi 
Luca McGrath sarà anche tornato nella Napa Valley, California, come promettente chef, con il sogno di aprire un proprio ristorante con cantina di vini, ma il suo cuore è ancora legato a James Armstrong, il classico cattivo ragazzo e figlio di un miliardario. Luca ha trascorso tutta l’infanzia con James, il ragazzo d’oro dell’alta società californiana, così accecato dalla sua bellezza da non notare il pacato e tenebroso fascino del fratello maggiore, Dylan.

Ma ora Luca è tornato, e il suo nuovo charme sembra essere in grado di far dubitare James della sua eterosessualità, tanto da mettere a rischio il fidanzamento dell’uomo con una ricca e potente donna d’affari. La palese attrazione tra i due fa sì che Dylan si decida a fare la sua mossa: perché mentre Luca sognava James, Dylan sognava Luca. Quando Luca si trova incastrato in una disputa tra fratelli e viene addirittura accusato di spionaggio culinario, si prepara a cestinare il suo sogno d’amore, ma non sa che proprio Dylan potrebbe essere la chiave per realizzare i suoi sogni. 

Recensione 
Tara Lain è sicuramente una delle autrici che, nel panorama Male to Male, ci regalano le storie più romantiche. I suoi personaggi ci fanno sognare a occhi aperti, ci fanno soffrire per amori che sembrano irraggiungibili e, alla fine, sorridere con i loro meravigliosi happy end.
Per questa ragione, la sua scelta di riprendere in chiave M/M la bellissima commedia romantica Sabrina, mi ha fatto pensare sin dal principio che "Il figlio dello chauffer" avesse tutte le carte in regola per bissare quelle emozioni, raccontandoci una storia frizzante e piena di romanticismo. 

Luca McGrath e i due fratelli James e Dylan Armstrong. Avendo visto più volte il film Sabrina, con i mostri sacri Audrey Hepburn, Humphrey Bogart e William Holden, mi spiace per James, ma ho fatto subito il tifo per Dylan, perfetto nel suo essere serio e riservato, ma sempre attento e puntuale presenza nei momenti clou del libro. Impossibile non essere vittime del suo fascino, e più volte mi sono chiesta come Luca potesse essere ancora così interessato a James, quando aveva un perfetto Bogart innamorato di lui. 
Ma proprio come Humphrey, Dylan si rivela nelle azioni e non nei sentimenti, con il suo altruismo verso tutti; Luca, ancora troppo infatuato dal suo amore adolescenziale nei confronti di James, non si rende conto di quello che sia i signori Armstrong, sia suo padre, hanno compreso fin dal suo ritorno da New York a Napa Valley, dopo cinque anni trascorsi a studiare e fare pratica come chef sia nella Grande Mela che in giro per il mondo. 
James ha il suo fascino, dovuto alla sua parlantina e al suo ammiccare che conquista tutti coloro che lo ascoltano, ma si comprende che il suo interesse verso Luca è solo un capriccio volto a eguagliare il fratello maggiore in tutto, anche nell′orientamento sessuale. Etero fin nel midollo, viste le sue innumerevoli conquiste femminili, ha voluto sperimentare in passato con un modello, ma la sua confusione non lo aiuta nel suo tentativo di ammaliare Luca per averlo per sé. 
Dylan, gay dichiarato da sempre, è invece innamorato del figlio dell’autista praticamente da quando Luca è diventato un adolescente curioso della propria sessualità. Tuttavia, la differenza di età rispetto a Luca e James, lo ha sempre posto nel ruolo di fratello maggiore: troppo grande per giocare con loro, troppo impegnato nel diventare il successore capo nell'azienda di famiglia, lasciando al fratello minore quel sogno d'amore a occhi aperti e cuoricini con il quale Luca è cresciuto.
Un incidente occorso a James sarà il motivo di avvicinamento tra Dylan e il ragazzo che ha sempre amato, la scusa che lo porterà a mostrare cosa si nasconde dietro la sua riservatezza e che, seppur James sia una fantasia adolescenziale, Dylan è una realtà sexy che Luca inizia a conoscere e del quale è sempre più affascinato. 

In questo insolito e platonico, finora, triangolo amoroso, ci sono poi le vicende di Luca all'interno del nuovo ambiente di lavoro; felice di affiancare un grande chef, deve aiutarlo a vincere un concorso culinario contro il suo nemico di sempre. E qui Tara, complici forse tutte le trasmissioni su chef senza alcuno scrupolo, ci addentra nei loschi piani volti a far perdere credibilità agli avversari, a colpi di mestoli e ricette originali, con intrighi e seduzioni da vere spie, travolgendo il nostro Luca in diversi giochi di potere, tanto da indurlo ad abbandonare tutto e ritornare a New York. E chi andrà a consolarlo, dichiarandogli il proprio amore e il desiderio di averlo accanto per realizzare insieme tutti i loro sogni? 

Ah, quanto è bello e dolce l'amore di Tara, che ci fa sognare ancora una volta con le sue storie, che ci descrive un mondo bellissimo e gayfriendly, dove i genitori tifano per la felicità dei propri figli — non importa se etero o gay — perché il loro sorriso è la massima realizzazione e la dimostrazione più nobile di essere stati dei buoni genitori, e che la famiglia non ha genere, ma solo tanto, tanto amore. 
Voglio spendere un’ultima parola per le fantastiche fanciulle — avanti con gli anni — che arricchiscono questa storia con la loro irresistibile e allegra presenza, Winnie e Hazel, le quali, ancora prima di Luca, curiosando tra le foto dei fratelli Armstrong all′inizio della storia, avevano capito tutto, e anche come sarebbe finita.

E scusami, William Holden, ma Humphrey Bogart è... Bogart. Ed è impossibile non tifare per lui!
9/12/2019

Recensione: "Il fantasma non ha pagato il conto" (Serie The Ghost Wore Yellow Socks #2) di Josh Lanyon

by , in
Titolo: Il fantasma non ha pagato il conto
Titolo originale: The Ghost Had an Early Check-Out 
Serie: The Ghost Wore Yellow Socks #2 
Autore: Josh Lanyon 
Trad.:Raffaella Arnaldi
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Mystery 
Pagg.: 190 
Prezzo: € 3,99 
Data di uscita: 3 settembre 2017 
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon

Sinossi 
Vivere e disegnare a Los Angeles.
L’artista Perry Foster, che adesso vive a L.A. insieme all’ex Navy SEAL Nick Reno, va in soccorso dell’eccentrico Horace Daly, leggendaria star di film classici dell’orrore come Perché non muori, mia dolce? e Sette spose per sette demoni.

Horace è l’anziano proprietario del celebre ma ora fatiscente Angel’s Rest, hotel di Hollywood che si vocifera essere infestato da fantasmi. Ma per quanto ne sa Perry, la cosa più inquietante di quel posto sono i folli residenti, uno dei quali pare determinato a calare il sipario per sempre su Horace e su chiunque gli metta i bastoni tra le ruote. 

Recensione 
"L’Angel’s Rest era una gemma architettonica degli anni Venti: finestre alte, cornicioni, fastigi e gargoyle di fattura pregiata, tetti spioventi e torrette di pietra tonde."
È un vecchio e decadente albergo — pieno di spaventose e orribili vestigia di un ormai sorpassato cinema dell'orrore — il vero protagonista de "Il fantasma non ha pagato il conto", secondo volume della serie The Ghost Wore Yellow Socks di Josh Lanyon, tradotto da Raffaella Arnaldi e edito da Triskell Edizoni.
Tra tende polverose, soffitti dipinti in stile Art déco dai colori vivaci, gargoyles sbeccati e fontane fatiscenti, Perry e Nick si ritrovano a dover indagare su un presunto fantasma, che abita nel vecchio hotel e che cerca di ucciderne il proprietario ogni notte di Halloween. E come nell'isolato Alston Estate del primo volume, incontreremo tanti personaggi insoliti, tratteggiati dall'autrice con la sua abituale maestria: una fidata e leale guardia del corpo, due coniugi stravaganti, una veggente curiosa, un alligatore affamato, i quali si chiederanno chi vuole veramente uccidere il vecchio ed eccentrico Horace Daly, proprietario del diroccato ma affascinante Angel's Rest. 

Con il consueto stile asciutto e ironico Josh Lanyon ci riporta nella vita di Perry Foster e Nick Reno. I due si sono finalmente trasferiti a Los Angeles e vivono la loro storia d'amore tra il nuovo lavoro di Nick come investigatore privato e la scuola d'arte frequentata da Perry. La loro relazione è ormai consolidata, e anche se Nick non riesce ancora a esprimere come vorrebbe i propri sentimenti al suo 'ragazzino', Perry capisce benissimo che il Navy SEAL sarà sempre presente per lui. Altrimenti, perché accompagnarlo in questa nuova pazza avventura, investigando in un vecchio rudere pieno di attrezzature di scena di film horror degli anni passati? Cos'altro sarebbe se non un vero e proprio atto d'amore? 

Ho amato tanto il primo volume della serie e ringrazio l'autrice per avermi dato la possibilità di scoprire come Nick e Perry abbiano affrontato il loro trasferimento e come si sia assestata la loro relazione nell'assolata Los Angeles. 
Ho adorato ritrovare un Perry ancora più consapevole della propria forza e del proprio talento e un Nick sempre rude, dolce e protettivo, quasi stupito dell'amore e del rispetto che il ragazzo prova per lui.
Come in ogni libro della Lanyon la trama gialla è preponderante, la risoluzione del caso è ben articolata e con bei colpi di scena; i dialoghi sono  brillanti e si riesce a percepire durante la lettura la sensazione fumosa dei vecchi arredi, della polvere che permane nell'aria e i ricordi degli antichi fasti di un'era hollywoodiana ormai lontana. 

Considero "Il fantasma non ha pagato il conto" il giusto epilogo per uno dei libri di Josh Lanyon che ho amato di più: ritrovare le atmosfere rétro de "Il fantasma dei calzini gialli" è stato appassionante, e vivere per un po' in un vecchio e scricchiolante hotel, con un fantasma che si aggira fra i polverosi e misteriosi corridoi, anche un po' inquietante.

My Instagram