Let's talk about books

Recensione: "Dim Sum Asylum" di Rhys Ford

Titolo: Dim Sum Asylum
Titolo originale: Dim Sum Asylum
Autrice: Rhys Ford 
Trad.: Sara Linda Benatti
Casa Editrice: Dreamspinner Press 
Genere: Mystery/Suspense, Urban fantasy
Cover Arstist: Anne Cain
Data di uscita: 27 agosto 2019
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press - Amazon

Sinossi 
Benvenuti al Dim Sum Asylum, il Manicomio dei Dim Sum, in una San Francisco dove un caso è noioso e banale quando la polizia deve inseguire una statuetta alta mezzo metro con degli impressionanti baffi alla Fu Manchu, che è scomparsa da un santuario e se ne corre in giro per Chinatown lasciandosi dietro una scia di magia sessuale e caos.

Roku MacCormick, ispettore della divisione Crimini Arcani di Chinatown, deve affrontare una quantità di sfide che vanno ben al di là del suo retaggio umano-faerie, dei draghi ringhianti che stanno a guardia dei portali di C-Town e dell’esplosione di una fabbrica di noodle. Infatti, oltre alle interferenze di una famiglia mafiosa che vuole tenere a distanza e a un serial killer esperto di incantesimi che deve assolutamente trovare, dopo un caso andato a rotoli, a Roku tocca accollarsi Trent Leonard, un nuovo partner di cui non si può ancora fidare.

Anche se preferirebbe restarsene a casa con Bob the Cat a riempirsi di whiskey fino ad addormentarsi, ogni giorno Roku indossa distintivo e pistola, deciso a servire e proteggere la città che ama. Quando l’oscuro e sotterraneo mondo magico di Chinatown rende la sua vita un inferno e il caso su cui lavora si rivela letale, è Trent che bada a coprirgli le spalle e, a detta del suo nuovo partner, anche a guarire il suo cuore. Per Roku, però, Trent è pericoloso quanto i mostri e i criminali che hanno giurato di abbattere. 

Recensione 
In una San Francisco fradicia di nebbia, con il fiato corto e i polmoni in agonia per la mancanza di ossigeno ci troviamo lanciati nientepopodimeno che all’inseguimento di un ladro di uova di drago! È quindi con le ali ai piedi che incontriamo per la prima volta l’ispettore di polizia, divisione Crimini Arcani, Roku MacCormick. 

Con mirabile talento Rhys Ford ci introduce in un mondo in cui gli esseri umani si mescolano con creature fatate e in cui draghi e dragonesse si ergono a guardiani ringhianti dei portali di Chinatown, volando indisturbati sulle teste dei passanti. 
Abbiamo già avuto il piacere di leggere alcuni dei lavori di ispirazione fantasy di questa istrionica scrittrice e li abbiamo adorati, perché Rhys non si limita a creare storie e a scriverle, lei te le fa vivere! Le descrizioni accurate e surreali di luoghi realmente esistenti, strettamente connessi con elementi di magia, e la profonda caratterizzazione dei personaggi — dai principali a quelli secondari — rendono le sue storie delle piccole opere d’arte.
Bastano poche righe per venire risucchiati nei vicoli di C-Town, in un puzzle di abitazioni affastellate le une sulle altre, tirate su con pezzi di recupero, a creare un patchwork di colori e di materiali. 
L’ironia pungente e l’umorismo asciutto di Roku conquistano fin dalla prima battuta, accrescendo, nel lettore, il desiderio di sondare l’anima guerriera che si cela nel nucleo profondo di questo ragazzo, nato in parte umano, in parte fae.
A quanto pare, però, non è soltanto il lettore a rimanere incantato da questa affascinante creatura, sprezzante del pericolo e con il cuore rattoppato alla bell’è meglio — un uomo che ha chiuso a chiave sentimenti quali l’amore e la fiducia, dopo che le persone a lui più care gli sono state strappate via nel modo più violento e crudele. Sembra che Trent Leonard, il suo nuovo partner, massiccio, con un tocco di severità sul bel viso da dio norreno, non sia per nulla immune ai profondi occhi cangianti di Roku e a quelle ali fantasma da libellula che gli percorrono la schiena, per l’intera lunghezza, sotto una pelle pallida. 
Trent, che fin dal primo giorno si erge a protettore del suo nuovo partner, non esita a seguirlo anche nei vicoli più angusti e pericolosi, mentre una pioggia martellante e furibonda libera la sua rabbia liquida sulla città. 
In effetti, leggendo "Dim Sum Asylum" abbiamo preso talmente tanta acqua – lenzuolate di pioggia gelida e tagliente, per dirlo con le parole di Rhys — che ci siamo più volte sporte dalla finestra alla ricerca di un raggio di sole, giusto per non avere la sensazione di annegare; tra l’altro, piove veramente mentre stiamo scrivendo queste parole. Per dire...
Fede è rimasta ancora una volta incantata dalla penna e dal talento di Rhys Ford, grazie anche al mirabile lavoro di traduzione svolto. Manu invece ha affinato il suo spirito poliziesco per scoprire chi si cela dietro le sparizioni e le probabili morti che coinvolgono Roku, perdendosi in indagini che, ben presto, rivelano una natura sempre più personale dietro la casualità. 

Tra maledizioni da annullare, riti magici e inseguimenti mozzafiato, dove l’arma più efficace da puntare contro i malviventi non è quasi mai una Glock ben oliata bensì un sacchettino ricolmo di foglie di tè o di sale, si snoda un'appassionante narrazione in cui si fondono miti e dèi, dove la dea del fuoco hawaiiana, Pele, viene invocata insieme alla potente dea irlandese Morrigan, e dove bisogna saper distinguere un incantesimo di stampo orientale da uno di stampo occidentale, se si vuole sperare di farlo svanire. 
Nel mezzo di questo turbinio di eventi, Roku si ritroverà a fare i conti con un passato che non vuole abbandonarlo e un futuro che non sapeva nemmeno di volere ma che sta prepotentemente richiedendo la sua attenzione, nella forma solida e protettiva di Trent. 

Ora, non vi resta che armarvi di ombrello e lasciarvi sedurre dalle magiche parole di Rhys Ford. Attenzione, però: una volta entrati nel suo mondo fantastico, ritornare alla realtà potrebbe essere davvero difficile!

2 commenti:

  1. Ho amato questo libro leggendolo faticosamente la versione originale, e ho amato alla follia rileggerlo così egregiamente tradotto. Posso solo sperare che la Ford ci regali un giorno una nuova avventura di Roku... ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho amato moltissimo anche io. La Ford è una autrice che riesce a portarti direttamente dentro le pagine del libro. Spero che ci sia una seconda parte di questa bellissima storia!😍

      Elimina

My Instagram