Let's talk about books

Recensione: "Re di cuori" (Serie Four Kings Security #2) di Charlie Cochet

Titolo: Re di cuori
Titolo originale: Be Still My Heart
Serie: Four Kings Security #2
Autrice: Charlie Cochet 
Trad.: Emanuela Graziani 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Contemporaneo
Pagg.: 314
Prezzo: € 5,99 
Data di uscita: 22 giugno 2019
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon

Sinossi 
L’ex sergente sanitario delle Forze Speciali Russell “Red” McKinley ne sa qualcosa di ferite, come il fatto che possono impiegare una vita a guarire, se mai lo fanno. Le cicatrici che si porta dietro sono profonde, e convivere con il disturbo da stress post-traumatico significa lottare spesso contro i ricordi del proprio passato. Le ferite riportate mentre lavorava a un caso di executive protection con i suoi colleghi e comproprietari della Four Kings Security hanno di nuovo spinto con forza in superficie vecchi patemi, ma Red ha tutte le intenzioni di impedire che ciò faccia deragliare la storia che sta sbocciando con il dolce e sexy fotografo di moda Lazarus Galanos.

Laz non può negare che stia nascendo qualcosa di speciale con Red, ma anche lui ha delle ferite. Esita a buttarsi in una nuova relazione dopo la fine esplosiva della sua ultima storia. L’esperienza gli ha insegnato a dubitare del proprio giudizio quando si tratta di uomini. I ragazzi che sembrano troppo belli per essere veri di solito lo sono, e nessuno sembra più perfetto di Red.

Quando qualcuno tenta di ucciderlo, Red è determinato a tenerlo al sicuro. Il fotografo può non essere un cliente, e l’ex soldato è ancora fuori servizio, ma Laz è uno dei loro, e per i Kings nulla conta più della famiglia. Mentre l’indagine è in corso, i due diventano sempre più intimi, ma riusciranno a trovare un modo per guarirsi l’un l’altro e correre il rischio di amare, o le loro insicurezze e paure gli costeranno un futuro insieme? 

Recensione 
Re di cuori”, secondo volume della serie Four Kings Security, è la storia di Red —Russell “Red” McKinley — e di Laz.
Red e Laz si sono conosciuti in "Re di picche" (primo volume della serie) grazie a un party organizzato da Colton, migliore amico di Laz e ora compagno di Ace. Fin dal loro primo incontro i due hanno avuto una grande chimica, un legame che è andato subito ben oltre l’attrazione, si potrebbe parlare anche di colpo di fulmine. Ricordate? Laz cade in piscina — spinto dal suo ormai ex — e batte la testa. Da quel momento, Red si prende cura di lui, così come Laz gli sta accanto in ospedale quando viene ferito da un colpo di pistola. Purtroppo, però, quell’inizio così promettente ha un blocco: da quando Red esce dall’ospedale, i due non hanno alcun tipo di contatto per ben tre mesi. Nessuno ha il coraggio di chiamare l’altro, ma, ehi, c’è Ace a risolvere tutto! Con una sorta di incontro combinato, finalmente, Red e Laz si ritrovano. E da lì non si mollano più! Il fatto che ci sia qualcuno che vuole uccidere Laz non fa altro che unire i due: Red, ancora una volta, si prenderà cura del giovane fotografo, lo terrà d’occhio senza lasciarlo quasi mai solo, sarà la sua scorta personale. Non ci vuole molto affinché entrambi ammettano i propri sentimenti, quei sentimenti tenuti nascosti e che hanno sconvolto entrambi. 

Ho adorato particolarmente Red. Il suo passato da militare ancora lo tormenta, di giorno e di notte. Superare la sofferenza e il trauma lasciato dalla guerra non è assolutamente una cosa semplice, anzi è impossibile, e tutti i Kings ne sono consapevoli. Inoltre, un amore passato che lo ha deluso profondamente ancora grava sul suo cuore e sulla sua anima. Ma Laz è un ragazzo speciale, e, soprattutto, è la sua seconda chance per essere felice. 

Come abbiamo già scoperto in "Re di picche", anche Laz ha i suoi demoni contro cui combattere: il suo precedente ragazzo non faceva altro che denigrarlo e fargli credere di essere una nullità. Tutto questo lo ha ovviamente portato a perdere fiducia nelle persone, nelle relazioni e anche in se stesso. Sta a Red, ora, fargli comprendere che è un ragazzo meraviglioso, dolce, affettuoso, capace nel suo lavoro, e tutto da amare. 

Red e Laz sono uno la seconda possibilità dell’altro. Possono aiutarsi a vicenda ad affrontare i propri timori e dubbi, amarsi con coraggio e fiducia, con la promessa di risolvere sempre insieme i proprio problemi. 

Mi dispiace dirlo, ma questo libro non mi ha entusiasmata molto. Mi aspettavo di più dopo aver letto il primo volume. Quando leggi un romanzo e ti ritrovi ad essere incuriosita più dai personaggi secondari — per quanto fondamentali per la serie — anziché dalla storia che coinvolge i due protagonisti, beh di certo qualcosa non va.
Ho trovato la storia lenta e per niente stimolante ai fini della lettura. Red e Laz, per quanto singolarmente mi siano piaciuti, sono stati piuttosto stucchevoli. Adoro i libri dolci, in cui c’è del romanticismo, in cui non mancano momenti e gesti teneri, ma quando non lo sono troppo.
Credo che se non ci fossero stati gli altri Kings — Ace in particolare — a ravvivare un po’ le scene, è probabile che l’avrei abbandonato. Sono troppo dura? Forse, e ovviamente è un parare personale.
Avrei anche preferito più scene relative all’indagine sul cecchino che ha tentato di uccidere Laz. Avrei preferito che la storia tra i due si sviluppasse poco alla volta, anziché in maniera così rapida.
Ora spero che il prossimo volume esca il prima possibile, perché ho bisogno di sapere cosa sta accadendo e accadrà tra Lucky e Mason!

2 commenti:

  1. Premesso : la Cochet è perfetta nella serie Thirds. Credo che abbia trovato il giusto equilibrio tra romanticismo e avventura, ed infatti ogni libro Thirds è un gioiellino.
    Passando alla serie Four Kings, invece, spiace ammetterlo ma proprio non ci siamo. Se Re di Picche era modesto, Re di cuori non raggiunge la sufficienza: la coppia Red e Laz non è pervenuta. Inoltre, leggendolo, ho avuto la sensazione che il personaggio di Ace fosse ricalcato troppo su Dex dei Thirds e che la coppia Ace/Colton fosse in la copia sbiadita di Dex/Sloane. Spero vivamente che i prossimi due libri con "Lucky e Mason" e King siano molto al di sopra di quelli appena letti, ho appunto versato parecchie libagioni agli dei per dare peso al mio desiderio. Non resta che attendere fiduciosi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, anche io ho notato il ricalco della coppia della serie THIRDS in versione sbiadita, così come la serie sicuramente non agli stessi livelli, dopo aver letto i primi due libri. Spero in Lucky e Mason per poter alzare il mio gradimento

      Elimina

My Instagram