Let's talk about books

Recensione: "Il nemico del mio nemico" (Serie The executive office #2) di Tal Bauer

Titolo: Il nemico del mio nemico
Titolo originale: Enemy of my enemy
Serie: The Executive Office #2
Autore: Tal Bauer 
Trad.: Ilaria D'Alimonte
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Contemporaneo/Azione/Political thriller
Pagg.: 504
Data di uscita: 20 giugno 2019 
Link per l'acquistoTriskell - Amazon

Sinossi 
Una storia d’amore scuote il mondo.
Due uomini s’impegnano nel loro amore impossibile.
Un generale è determinato a distruggerli entrambi.
Il presidente Jack Spears e l’ex agente dei servizi segreti Ethan Reichenbach gettano la cautela alle ortiche e si espongono pubblicamente come prima coppia omosessuale a occupare la Casa Bianca. Jack fa trasferire Ethan nella Residenza, ma mentre Ethan si insedia nel suo nuovo ruolo come First Gentleman degli Stati Uniti, non tutti sono entusiasti della loro scelta. Sembra che il mondo si sia coalizzato contro di loro e i due devono trovare insieme la forza per andare avanti.
Nel caos, i rapporti di Jack con il presidente russo Sergey Puchkov si fanno più stretti, e le due nazioni si ritrovano a lavorare quasi come alleate. Ma anche il presidente Puchkov ha i suoi segreti, segreti che potrebbero distruggere tutto. Ethan intanto torna in azione con il tenente Adam Cooper e assume il comando di una squadra segreta incaricata di stanare il generale una volta per tutte.
Madigan, però, è inafferrabile, e la portata del suo braccio è pericolosamente lunga. Colpisce Jack e Ethan agli angoli più oscuri del globo, capovolgendo il loro intero mondo. Il generale folle attira a sé nuovi alleati e nella sua missione è deciso più che mai a distruggere gli unici due uomini che lo abbiano mai sconfitto.
Non si fermerà davanti a nulla, finché Jack ed Ethan non saranno stati fatti a pezzi e separati l’uno dall'altro.
Dopodiché, la vera vendetta di Madigan potrà avere inizio... 

Recensione 
Non è facile recensire questo libro. Ci sono così tanti avvenimenti, così tante emozioni e sensazioni che Tal Bauer è stato capace di farmi provare con le sue parole e questa storia tanto intrigante e intricata che è difficile descriverle. Sapete, quando parliamo di una serie c’è sempre il timore che i volumi successivi non siano mai belli quanto il primo, soprattutto quando i protagonisti sono gli stessi. Beh, sappiate che “Il nemico del mio nemico” non ha nulla da invidiare a “Nemici dello stato”. 

La storia d’amore tra Jack e Ethan è ormai più che consolidata. È stabile, quasi perfetta, dolce, romantica e appassionata. Soprattutto, è pubblica. Tutto il mondo ora sa che il Presidente degli Stati Uniti d’America ha un compagno, un ex militare e agente di scorta diventato ora “First Gentleman”. Lo ammetto, questo mi ha fatto un po’ ridere: un uomo come Ethan con il ruolo di “First Gentleman”, che deve occuparsi di feste, fiori e tutto ciò che, appunto, è responsabilità di una First Lady. Certo, Scott e Daniels sono stati di grande aiuto con le loro punzecchiature e battutine!
Ovviamente, c’è sempre quel piccolo particolare del “nemico”, Madigan, che non ha alcuna intenzione di abbassare le armi, di rinunciare al suo obiettivo: conquistare il mondo. Perché è così ostinato a far soffrire il Presidente e il suo compagno? Qual è il motivo dietro tutta la scia di sangue che lascia da una Nazione all’altra, anche al di fuori degli USA? 

Le indagini, il mistero, i colpi di scena mi hanno tenuta incollata al libro, come se l’amore così vivido e percepibile tra Jack e Ethan non fosse abbastanza! È stato un po’ come essere sommersi da una valanga di situazioni imprevedibili, che mi hanno lasciato a bocca asciutta, di cui però non vi dico assolutamente nulla perché, credetemi, ogni avvenimento, ogni scena è assolutamente da vivere. Sì, vivere. Perché leggere questo libro significa farne parte. Vi ritroverete insieme a Jack a combattere contro coloro che non accettano un Presidente omosessuale; vi ritroverete insieme a Ethan a tormentarvi per i sensi di colpa; vi ritroverete sotto il fuoco incrociato, e non solo, a indagare su ogni minimo particolare alla ricerca di un qualsiasi indizio; andrete alla ricerca di Ethan… Vi ritroverete insieme a Faisal e Adam. Oh, sì. Loro! Credetemi quando vi dico che ogni loro scena è un colpo al cuore che vi emozionerà così tanto da farlo battere a mille. 
Devo proprio ammetterlo, sarà perché ero curiosa di saperne di più sul loro rapporto già dal primo volume, sarà perché Jack e Ethan, per quanto dolci, sono ormai stabili, ma le scene tra Adam e Faisal mi hanno emozionata molto di più. E non vedo l’ora di leggere ancora di loro. 

Quando l’amore ti chiama, seguilo, anche se le sue vie sono faticose e ripide, e quando le sue ali ti avvolgono, abbandonati, anche se la lama nascosta tre le piume potrebbe ferirti. E quando ti parla, credi in lui, sebbene la sua voce possa frantumare i tuoi sogni. Tutto questo l’amore ti farà, affinché tu possa conoscere i segreti del tuo cuore. – Faisal.

Non puoi pensare di dirigere il cammino dell’amore: se ti trova degno, è lui a dirigere il tuo cammino. – Adam.

Il libro ci soprende con un bel finale aperto, che mi ha lasciato di stucco, e adesso aspetto con trepidazione il terzo (e purtroppo ultimo) volume!

2 commenti:

  1. Adrenalinico e fantastico. Serie che, incredibilmente, va in crescendo, partendo già dall'ottimo "Nemici dello stato". Non vedo l'ora di leggere il 3°, spero uscirà entro il 2019

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo credevo possibile, eppure Tal è riuscito a scrivere un secondo volume ancora più bello del primo. Questa serie è fantastica, storie adrenaliniche che ti lasciano con il cuore in gola e palpitante, pieno di romanticismo e amore con i suoi personaggi semplicmente perfetti. Attendiamo settembre per leggere il terzo volume, impazienti di conoscere come andrà a finire

      Elimina

My Instagram