Let's talk about books

Recensione: "La vera fortuna" (Serie Il vero amore #1) di Anyta Sunday

Titolo: La vera fortuna
Titolo originale: True Luck
Serie:Il vero amore #1 
Autrice: Anyta Sunday 
Trad.: Eloriee per Triskell Translation Service
Casa Editrice: Self-Published 
Genere: New Adult/Contemporaneo
Data di uscita:27 marzo 2019
Link per l'acquisto: Amazon 
Disponibile anche in KU 

Sinossi 
Benjamin Otto è un estratto di fortuna allo stato puro. Ottimo aspetto. Ottimo cervello. Qualsiasi prova debba affrontare, ottime probabilità di riuscita. Ma che succede quando le cose cambiano?

Il padre di Ben ne ha avuto abbastanza di sborsare quattrini, così gli chiede di trovarsi un lavoro. La sfida è guadagnare abbastanza da finanziare le festività o dover dire al suo fratellino che il Natale è morto.

E poi c’è Sebastian. Il ragazzo del suo corso di Economia Politica che arriva sempre al secondo posto dietro di lui. Il ragazzo che gli ruba l’idea di raccogliere vuoti a rendere per racimolare rapidamente del denaro. Il ragazzo che porta Ben a domandarsi se tutta la sua fortuna gli basterà a vincere il premio che desidera davvero…

“La vera fortuna” è una novella MM a cottura lenta. È un libro autoconclusivo, con un lieto fine, che può essere letto a se stante. 

Recensione 
Qualunque sia — o sia stato — il vostro percorso di studi, sicuramente le vostre strade avranno incrociato, almeno una volta, il proprio Benjamin Otto, giovane e brillante protagonista di "La vera fortuna". Non ha importanza sotto quali sembianze, la sostanza non cambia: per persone come lui lo studio è una passeggiata. Basta una breve lettura e pagine e pagine rimangono marchiate indelebilmente in quella sua mente geniale. Ogni domanda trova sempre la giusta risposta. E così, proprio come Sebastian, ci ritroviamo a osservare Ben con ammirazione ma anche con un briciolo d’invidia. A volte davvero malcelata.
E se vi dicessimo che Ben, oltre a essere il primo del suo corso di studi, è anche ricco di famiglia? Baciato dalla dea bendata, nuovamente. Già, è proprio fortunato! Non deve preoccuparsi di nulla; il semestre si è appena concluso in maniera eccellente e l'estate e il divertimento sono appena iniziati: musica, amici, birra. Perfetto. Che cosa potrebbe desiderare di più un ragazzo? 

Anyta Sunday, attraverso il personaggio del papà di Ben, dà voce a uno dei più grandi timori di noi genitori d'oggi. Permettere ai nostri figli di ottenere tutto e subito garantirà loro di diventare giovani in grado di cogliere il giusto valore delle cose, il sacrificio che si nasconde dietro ai successi e alla realizzazione delle proprie ambizioni? Il nostro desiderio più grande è che possano essere, un domani, adulti migliori di noi. Così, per Ben, cambiano improvvisamente i progetti per un'estate vissuta senza pensieri e in totale libertà. I suoi conti bancari saranno congelati e avrà sei mesi di tempo per guadagnare quei soldi che potranno garantire al fratellino Nico il Natale perfetto. 

Dobbiamo premettere che, come forse alcuni di voi sapranno, non amiamo particolarmente i romance in cui i protagonisti sono giovani appena usciti dall’adolescenza — probabilmente per via della nostra “matura” età biologica. Tuttavia, l’autrice ha già saputo stupirci e conquistarci in precedenza, e anche in "La vera fortuna" non si smentisce. Benjamin e Sebastian, nonostante siano appena ventenni, sono giovani uomini ben delineati e caratterizzati, che hanno chiaro in mente cosa desiderano e fanno il possibile per realizzarlo.  

Ben è brillante, ricco, ha un fisico invidiabile ma non è soltanto un bell’involucro, perché, a dispetto della sua fortuna e delle opportunità servite su un piatto d’argento, dimostra di avere anche e soprattutto un grande cuore. È attento a chi lo circonda e non esita a intervenire in caso di necessità. Non sente il bisogno di ostentare ciò che fa e non si nasconde dietro scusanti per giustificarsi.
Seb non ha avuto nemmeno una minima parte delle fortune di Ben, però sa cosa significa sacrificarsi per ottenere buoni risultati nello studio, per riuscire ad arrivare a fine mese e per garantire un'istruzione adeguata alla geniale nipotina. È un ragazzo che ha dovuto rimboccarsi le maniche molto presto ma non si crogiola nell'autocommiserazione, al contrario, affronta ogni nuovo giorno con determinazione e coraggio. 

La loro storia d'amicizia e d’amore è molto dolce e caratterizzata da quei piccoli gesti d’affetto e di attenzioni che, crescendo, purtroppo troppo spesso tendiamo a dimenticare o a sottovalutare. Ha il sapore del primo amore, quando il cuore batte forte per uno sguardo o per uno sfiorarsi casuale; ha anche il sapore, però, di un amore più maturo, quando la felicità dell'altra persona diventa fondamentale e ci si impegna a non soffocarne i desideri e la personalità. Semmai a farli avverare, a farli risplendere. 

Infine, amiamo le storie in cui le famiglie affiancano e accompagnano i personaggi principali. Nico è un bambino adorabile e il rapporto tra i due fratelli ci ha scaldato il cuore. E il papà di Ben… beh, non possiamo certo svelarvi tutto, ma sappiate solo che è divorziato e che Manu sta cercando dei biglietti per la Germania per andare a cercarlo! 

Anyta Sunday biografia 
Sono una grande, GRANDISSIMA fan dei romance a “cottura lenta”. Amo leggere storie dove i personaggi si innamorano pian piano.
Alcune delle situazioni di cui preferisco leggere e scrivere sono: da nemici ad amanti, da amici ad amanti, ragazzi che proprio non vogliono saperne di cogliere i segnali, bisessuali, pansessuali, demisessuali, tutti (gli altri) se ne sono accorti, l’amore non ha confini.
Scrivo storie di vario genere: romance contemporanei con una buona cucchiaiata di angst, romance contemporanei spensierati e, a volte, persino storie con una spruzzata di fantasy.


Se volete saperne di più sui miei libri, visitate il mio sito: www.anytasunday.it.
Connect: Website | Facebook | Twitter | Instagram

Nessun commento:

Posta un commento

My Instagram