Let's talk about books

Scaffale Rainbow #9

Titolo: Il caso Sparsholt
Titolo originaleThe Sparsholt Affair
Autore: Alan Hollinghurst
Trad.: Riccardo Cravero
Editore: Guanda
Collana: Narratori della Fenice
Genere: Fiction/Historical Fiction/Lgbt
Pagg.: 516
Data di uscita: 28 febbraio 2019
Prezzo ebook: € 10,99 
Prezzo cartaceo: € 17,00
Link per l'acquisto:  Guanda - Ibs - Amazon 

Sinossi 
Passano i decenni, e di David Sparsholt si continua a parlare. Fin dall’autunno del 1940, quando in una Oxford rabbuiata dalla guerra, tra cortili oscuri e veglie notturne per individuare aerei nemici, la sua bellezza abbagliante fulmina il circolo di giovani intellettuali raccolti intorno all’insicuro erede di un celebre romanziere, Evert Dax. Tutti nel gruppo ne sono allo stesso modo ammaliati. Attratti dal suo corpo statuario di canottiere quanto dall’apparente innocenza di David, recluta diciottenne in procinto di partire per il fronte, preda dei loro sguardi di esteti ma capace di approfittare di ogni loro debolezza. Aleggia ancora quell’apparizione più di trent’anni dopo, quando Evert e gli amici si riuniscono nel suo decadente appartamento di storico dell’arte in una Londra non più oscurata dai bombardamenti ma dagli scioperi dei minatori. E la fama conturbante di David insegue implacabile il figlio Johnny, aspirante pittore nella swinging London e poi ritrattista affermato per i nuovi ricchi della finanza e dei reality, lo perseguita nei suoi amori giovanili quanto nelle tardive trasgressioni notturne. Il suo nome sopravvive all’epoca degli scandali pruriginosi che stroncano ministri, imprenditori ed eroi di guerra, supera i tempi degli incontri clandestini nei bagni delle stazioni e nei parchi pubblici, delle passioni decennali celate dietro pudichi giri di parole, delle allusioni e dei segreti inconfessabili, per approdare nelle stanze di un amore alla luce del sole, affascinante e impenetrabile enigma sullo sfondo di tre generazioni che vivono sulla loro pelle i cambiamenti sociali e i passaggi cruciali di un secolo. 

Incipit 
Il momento ideale da cui far cominciare queste brevi memorie mi pare sia la sera in cui per la prima volta sentimmo nominare Sparsholt. Eravamo di sopra nelle mie stanze a parlare del Club. C'erano il pittore Peter Coyle e Charlie Farmonger, e Evert Dax. In seguito a una specie di votazione mi ero ritrovato segretario. Avevo un anno più degli altri ed essendo esonerato dall’arruolamento non facevo altro che leggere. Evert disse: «Sapete che Freddie legge due libri al giorno? », e forse era persino vero; io precisai che se i libri erano in italiano o in russo ci mettevo di più. Era il mio personaggio e lo recitavo con un aplomb arrogante degno di uno studente di arte drammatica. Lo scopo del Club era far venire scrittori noti a parlare e a leggerci qualche pagina del loro ultimo libro; in cambio noi gli offrivamo una cena decente – che di quei tempi era una promessa rischiosa – e, dopo mangiato, una stanza rivestita con una bella boiserie, piena come un uovo di giovani lettori appassionati: un impegno per noi più facile da assolvere. Da quando erano iniziati i bombardamenti la gente voleva sapere che cosa ne pensassero gli scrittori. 

Alan Hollinghurst biografia 
Alan Hollinghurst vive a Londra e ha fatto parte dal 1982 al 1995 dello staff del Times Literary Supplement. Autore finora di cinque romanzi, con La linea della bellezza ha vinto nel 2004 il prestigioso Booker Prize. In Italia sono stati pubblicati anche La biblioteca della piscina, La stella di Espero, Spell e Il figlio dello sconosciuto. 

***************** 

Titolo: Città in fiamme
Titolo originaleCity on Fire
Autore: Garth Risk Hallberg
Trad.: Massimo Bocchiola
Editore: Mondadori
Collana: Scrittori italiani e stranieri
Genere: Fiction/Historical Fiction/Lgbt
Pagg.: 1005
Data di uscita: 16 febbraio 2016
Prezzo ebook: € 9,99 
Prezzo cartaceo: € 21,25
Link per l'acquisto: Mondadori - Ibs - Amazon

Sinossi 
New York, 1977.
Il Bronx è in fiamme e Central Park è il terreno di caccia di rapinatori ed eroinomani, il punk sta nascendo e gli artisti ancora affittano le soffitte a Manhattan. La notte di Capodanno corre sul filo del rasoio. È quasi mezzanotte quando si alza una tempesta di neve e, nel frastuono dei fuochi d’artificio, uno scoppio attraversa Central Park. Uno sparo. Forse due. 

Il momento esatto in cui scocca la mezzanotte.
Gli eventi intrecciano i destini di un insolito gruppo di newyorkesi: Regan e William Hamilton-Sweeney, i riluttanti eredi di una delle più straordinarie fortune di New York; Keith e Mercer, gli uomini che, nel bene e nel male, li amano; Charlie e Samantha, due ragazzini di Long Island attratti a Manhattan dall’incandescente scena punk. 

Il momento esatto in cui la pasticca fa effetto.
I nuovi arrivati incantati dalla città e quelli che della città sono così stanchi che la darebbero alle fiamme: tutti parte dell’ossessione di un reporter e di un detective che cercano di capire cosa c’entra ciascuno di loro con lo sparo in Central Park. 

Il momento esatto in cui va via la luce.
Che lo sappiano o meno, sono tutti legati dalla stessa storia – una storia su quanto le persone più vicine a noi sono a volte le più difficili da conoscere, una storia dove amore e arte, crimine e tradimento, Storia e rivoluzione sono racchiusi in un unico ordigno, pronto a esplodere. 

New York, 13 luglio 1977.
Il momento esatto in cui esplode.

Incipit 
A New York puoi farti consegnare qualunque cosa a domicilio. Questa, perlomeno, è la regola a cui mi attengo. Siamo in piena estate, sono nel pieno della vita. Mi trovo in un appartamento altrimenti disabitato sulla Sedicesima Ovest, ascolto il placido ronzio del frigo nella stanza accanto e, sebbene non contenga che mezzo panetto di burro del Mesozoico lasciato dai proprietari prima di partire per il mare, tra quaranta minuti potrò mangiare più o meno tutto quello che mi pare. Quando ero giovane – più giovane, dovrei dire – si poteva ordinare anche la droga. Biglietti da visita con il prefisso 212 e quell’unica scritta CONSEGNA A DOMICILIO, o, più spesso, qualche stronzata a proposito di massaggi terapeutici. Non posso credere di averlo dimenticato.
D’altronde adesso è una città diversa, o è la gente a volere cose diverse. 

Garth Risk Hallberg biografia
Garth Risk Hallberg è nato in Louisiana e cresciuto in North Carolina. I suoi scritti sono apparsi su “Prairie Schooner”, “The New York Times”, “Best New American Voices 2008” e “The Millions”; nel 2007 ha pubblicato la novella A Field Guide to the North American Family. Vive a New York con la moglie e i figli. Questo è il suo primo romanzo.

Nessun commento:

Posta un commento

My Instagram