Let's talk about books

Recensione: "Una pesca miracolosa" (Talbott's Cove Series #1) di Kate Canterbary

Titolo: Una pesca miracolosa
Titolo originale: Fresh Catch
Serie: Talbott's Cove Series #1
Autrice: Kate Canterbary
Trad.: Erika Arcoleo 
Editore: Hope Edizioni 
Genere: Contemporaneo
Pagg.: 182 
Prezzo: € 3,99
Data di uscita: 7 febbraio 2019
Link per l'acquisto: Amazon - Kobo 


Sinossi 

“Concediti una vacanza”, mi avevano detto. “Allontanati dalla Silicon Valley, assetata di potere e che ti pugnala alle spalle. Ricarica le batterie. Rilassati e, poi, torna più forte di prima”.
Invece, mi sono perso in mare e mi sono innamorato di un pescatore di aragoste asociale. 

C’è soltanto un piccolo problema: Owen Bartlett non sa chi sono davvero.
~~
Non mi piacciono le persone.
Evito le conversazioni, cerco di non socializzare e caccio i miei partner dal letto prima che sorga il sole. Niente legami, niente promesse, niente problemi.
Almeno fino a quando la barca di Cole McClish non va alla deriva a Talbott’s Cove e io infrango tutte le mie regole per quel sexy marinaio. 
Non conosco la storia di Cole né da che cosa stia fuggendo, ma una cosa è certa: non gli permetterò di fuggire da me. 

Recensione 
Kate Canterbary debutta in lingua italiana con il primo volume della serie Talbott's Cove, "Una pesca miracolosa", in maniera spumeggiante e molto romantica! Già la sinossi di questo libro mi aveva conquistata — ho una passione per le storie sulle identità nascoste e aspetto sempre con trepidazione il momento in cui la verità viene rivelata —, ed ero anche molto curiosa di conoscere la casa editrice Hope Edizioni, che ha pubblicato per la prima volta nella sua storia un libro a tematica gay. 
Devo dire che sono rimasta molto soddisfatta: "Una pesca miracolosa" si è rivelato un delizioso romance, che mi ha fatto sorridere dalla prima all'ultima pagina, e la traduzione e la resa in italiano sono davvero curate. 

Cole McClish è un genio della Silicon Valley con un QI altissimo e seri problemi a contenere la rabbia. Dopo essere stato poco gentilmente allontanato dalla sua stessa azienda per l'ennesimo scatto d'ira, si ritrova, di notte, su una nave in panne e in un posto sconosciuto. Per buona sorte, arriva in suo soccorso un pescatore di aragoste, Owen Barlett, che lo ospita nella propria casa sul mare. 
Owen, che odia le nuove tecnologie, non ha assolutamente idea di chi sia Cole e, in cambio di un aiuto nella pesca, gli permette di rimanere in casa con lui per l'estate.
Con il passare dei giorni, grazie alla convivenza forzata, i due uomini imparano a conoscersi fino a innamorarsi. Ben presto, però, la realtà che li circonda torna dirompente frapponendosi tra di loro. 

"Una pesca miracolosa" è un romance classico, ben scritto, con due protagonisti solidi e coerenti,  e con  dialoghi serrati e ironici. 
Owen e Cole sono due personaggi agli antipodi, è vero, ma, pur provenendo da ambienti culturali e da esperienze di vita diversi, hanno un punto in comune: sono estremamente soli e nessuno dei due ha mai avuto il coraggio e l'opportunità di fidarsi di una persona e di aprirle il proprio cuore. 
Anche se Cole è un genio abituato a dirigere un'azienda e a intrattenersi con personaggi importanti della politica e dello showbiz, si sente come uno scolaretto di fronte alla rude semplicità di Owen. Mostrarsi per quello che realmente è, senza la maschera dell'imprenditore iracondo, lo rende felice, ma ha comunque paura di mettersi in gioco, consapevole che Owen lo lascerà, una volta scoperta la verità sul suo conto.
Lo stesso Owen, d'altronde, fa fatica a credere che un uomo affascinante e intelligente come Cole possa innamorarsi di un bifolco pescatore come lui, e sa benissimo che anche la loro relazione si concluderà come tutte le altre: finita l'estate, sarà abbandonato, dimenticato. 
Ma il loro legame sta diventando sempre più forte: Cole si sta innamorando di lui. 

Kate Canterbary è riuscita a farmi sognare grazie a due uomini teneri e forti, e senza ricorrere a tanti colpi di scena o eventi eclatanti; ha scritto una storia dolce e passionale, ambientata in uno sperduto paesino del Maine, che è il terzo protagonista della storia: un paese che accoglie Cole, che lo fa sentire subito accettato e parte di una grande famiglia. 
Consiglio caldamente "Una pesca miracolosa" per tornare a sognare un po' e perché l'amore, quello vero, quello che fa palpitare il cuore, riesce a superare qualsiasi difficoltà. 

Kate Canterbary biografia 
Kate Canterbary non ha capito tutto, ma questo è quello che sa per certo: la salsa piccante e la tequila risolvono la maggior parte dei problemi, vivere vicino all’oceano – Pacifico o Atlantico – è ciò che più si avvicina alla perfezione e scrivere storie brillanti e sconce è meglio di qualsiasi quantità di cioccolato. Ha cominciato come reporter per un giornale di arti indipendenti e intrattenimento, quando le persone ancora leggevano i giornali, e scrive e intervista di nascosto le persone – fate attenzione a sedervi accanto a lei sull’aereo – da quel momento. Kate vive sull’acqua nel New England con Mr. Canterbary e il Piccolo Canterbary, e quando non scrive di sexy architetti programma le sue giornate in base ai migliori chioschi ambulanti della regione. 

Kate Canterbary contatti 
Facebook clicca qui 
Twitter clicca qui 
Instagram clicca qui 
Goodreads clicca qui 
Sito web clicca qui

Nessun commento:

Posta un commento

My Instagram