Let's talk about books

Recensione: "Firmato: il tuo agente spettrale" di S.E. Harmon

Titolo: Firmato: Il tuo agente spettrale
Titolo originale: P.s. I Spook You
Autrice: S.E. Harmon
Trad.: Ida Giannini
Casa Editrice: Dreamspinner Press 
Genere: Ghosts/Spirits - Mystery/Suspense
Cover Artist: Brooke Albrecht
Pagg.: 265
Data di uscita: 25 settembre 2018 
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press 

Sinossi 
L’agente speciale dell’FBI Rain Christiansen era il golden boy dell’agenzia, ma gli è bastato un momento di debolezza, una piccola, minuscola, infinitesimale apparizione paranormale per diventare, all’improvviso, l’imbarazzo del Bureau. Da agente speciale ad agente spettrale. Il suo capo gli dà un’ultima occasione per redimersi: deve andare a Brickell Bay, fare il bravo con il dipartimento di polizia locale, e lasciarsi alle spalle gli avvistamenti di fantasmi. Rain è determinato a fare proprio quello, costi quel che costi.

Il detective Daniel McKenna si occupa dei *cold case*, i casi irrisolti, ma la sua ultima indagine si è arenata. Sono passati cinque anni da quando la studentessa delle superiori Amy Greene è scomparsa dopo essersi allontanata dal suo posto di lavoro part-time, e da allora nessuno l’ha più vista. Daniel è contento di ricevere finalmente l’aiuto che aveva richiesto all’FBI, anche se l’agente incaricato è proprio il suo ex.

Rain non può negarlo: si sta innamorando di nuovo di Danny, ammesso che abbia mai smesso di amarlo, e questo genera una tensione che rende difficile risolvere il caso. I fantasmi che lo perseguitano dietro ogni angolo e un’indagine che non rivela piste contribuiscono alla frustrazione, al punto che Rain comincia a chiedersi se le seconde opportunità e il lieto fine non siano solo favole. 

Recensione 
Ottobre è il mese ideale per le letture spettrali. Credo, pertanto, che non ci sia scelta migliore di inaugurarlo e celebrarlo con il romanzo di S.E. Harmon. E di farlo rivivere nel proprio cuore, quando si ha voglia di incanto e tenerezza. Perché nel punto in cui impossibile e ordinario si incontrano c'è sempre della meraviglia. Perché questa piccola storia è animata da un grande sentimento. Perché nel suo nucleo più profondo c'è sempre qualcuno che non può o ha paura di lasciare e lasciarsi andare.  

Non importa se a resistere sia un fantasma o un essere umano, tutti i personaggi sono in bilico sull'orlo di un precipizio di distruzione e infelicità, accomunati dal senso della perdita, da desolazione e tristezza. E sebbene all'apparenza il mondo creato dall'autrice evochi oscurità e cupezza, in realtà, "Firmato: il tuo agente spettrale" è un libro impregnato di risate, di sarcasmo e irriverenza, di gioie intense e sprazzi di calore, che promettono l'impensabile.  Alla fine, si ottiene ciò che si desidera e in qualche modo si ritrova la speranza. 

S.E. Harmon, però, emoziona grandemente perché ci rende partecipi delle polarità fra cui si alternano Rainstorm Christiansen e Danny McKenna, ossia tenebre e luce, sterilità e fertilità. L'autrice contrappone il desiderio di silenzio e solitudine di Rain alla prospettiva  positiva, coraggiosa e vitale di Danny. Così, se da una parte è facile andare in cerca di una via fuga, proteggersi da pensieri ed emozioni ingovernabili,  o rintanarsi nelle cavità più buie della notte privi della luce e del calore del sole, dall'altra è anche possibile comprendere la natura e l'incapacità di riparare completamente i torti, rinascendo e ritornando a splendere. 
Certo, i due protagonisti fanno del loro meglio per resistere all'attrazione fatale che li vede coinvolti, ma i loro inciampi più che occasionali — hot, hot, tremendamente e terribilmente hot — raccontano tutta un'altra storia. 

Per quanto mi riguarda, S.E. Harmon cattura sulla pagina due personaggi indimenticabili le cui azioni, per fortuna, non sempre sono lodevoli ma sprigionano comunque verità. E forse anche a causa dei loro difetti ci si ritrova a fare il tifo affinché (ri)conquistino l'equilibrio perduto, sperando per tutto il tempo che non accada poi tanto in fretta — solo, il più tardi possibile. 

Mi complimento con Ida Giannini per la bellissima traduzione e, davvero, per spegnere i rumori del mondo e immergersi in un silenzio scivoloso e carico di emozioni, "Firmato: il tuo agente spettrale" è un libro che vale sicuramente la pena leggere. 
In poche parole, leggetelo, fatevi questo piccolo, dolcissimo regalo. 

Nessun commento:

Posta un commento

My Instagram