Let's talk about books

Recensione: "Nei tuoi occhi" (Serie Mates #3) di Cardeno C.

Titolo: Nei tuoi occhi 
Titolo originale: In your eyes
Serie: Mates #3 
Autore: Cardeno C. 
Trad.: Barbara Cinelli 
Casa Editrice: Triskell Edizioni 
Genere: Contemporaneo/Paranormal 
Pagg.: 185 
Data di uscita: 5 febbraio 
Link per l'acquisto: Amazon

Sinossi 
Cresciuto per diventare l’Alfa del branco di Yafenack, Samuel Goodwin dedica la sua vita a studiare le leggi dei mutaforma, a rendere il proprio corpo più forte e ad apprendere nozioni da suo padre. Ma nonostante tutti i suoi sforzi, Samuel non riesce a rapportarsi con le persone, comprese quelle che dovrebbe guidare.
Quando incontra Korban Keller, il figlio dell’Alfa del branco vicino, reagisce in maniera emotiva invece che intellettuale per la prima volta nella sua vita. Si sente infastidito da come il mutaforma lo destabilizza e così, prima cerca di intimidirlo e poi lo evita disperatamente. Ciò che non riesce a fare, però, è dimenticare i caldi occhi di Korban, il suo sorriso e la sua personalità solare.
Quando una battaglia tra i loro padri finisce tragicamente, Samuel fatica a condurre il branco mentre Korban tenta di sfondare le sue barriere emotive. 
Due uomini molto diversi con un passato tumultuoso devono superare sfide che arrivano da ogni dove e riuscire a guardare oltre le regole della loro società per rendersi conto di essere destinati l’uno all’altro. 

Recensione
Con "Nei Tuoi Occhi", edito da Triskell Edizioni, Cardeno C. ci riporta nel suo mondo dei mutaforma e ci fa conoscere Samuel Goodwin e Korban Keller, due personaggi che, sicuramente, rimaranno nel cuore di tutti gli appassionati della serie Mates

Dopo Zec e Jonah e Miguel e Ethan, incontriamo altri due uomini che dovranno combattere contro loro stessi, i loro sentimenti e, soprattutto, contro l'idea comune tramandata da generazioni che un maschio, per essere completo e rimanere umano, deve necessariamente legarsi a una femmina. Questa visione arcaica, omofoba e misogina delle tradizioni dei branchi di lupi raccontati da Cardeno C. è sempre molto presente in questi suoi libri, in cui i vari protagonisti devono lottare con tutte le loro forze per contrastare tutte quelle regole sociali ancora molto radicate.
E sono proprio le leggi del branco, le tradizioni secolari, che regolano la vita di Samuel. 
Samuel Goodwin è un lupo un po' sui generis. Figlio dell'Alpha, si prepara con diligenza e professionalità a diventare capobranco passando tutto il suo tempo a studiare e a conoscere il più possibile la storia, le usanze, i miti che sono alla base delle leggi che regolano la vita dei mutaforma. Ma, con sommo dispiacere dei genitori, si rinchiude sempre più in se stesso accantonando la sua parte più istintiva, quella lupesca, allontanandosi dalla vita della comunità per continuare senza sosta i suoi studi. Ha un rispetto e una devozione per il padre immensi, sia come uomo sia come capobranco; è infatti per lui che Samuel vuole migliorare sempre più, vuole eguagliarlo e diventare una guida saggia e giusta per gli altri come il genitore lo è stato per lui. Il povero Samuel, però, è un po' in difficoltà a gestire le relazioni; ogni incontro con altri lupi è per lui motivo di stress, sta sempre all'erta e prepara metodicamente ogni risposta per chiunque gli rivolga la parola.
Anche da bambino ha sempre sentito la necessità di avere tutto sotto controllo, tutte le sue azioni sono sempre state minuziosamente meditate e ponderate come fosse un generale in un campo di battaglia. Perciò, rimane senza parole nel momento in cui conosce il figlio dell'Alpha del branco confinante che, fin dal loro primo incontro, avvenuto quando Samuel aveva solo 8 anni, lo rende agitato e scatena in lui reazioni lontane dal suo modo di essere.
Samuel vede negli occhi di Korban una luce che non riesce a spiegare e che gli fa provare emozioni di cui non conosce il significato perché non possono essere catalogate ed etichettate secondo nessuna delle nozioni che studia giorno dopo giorno. 
I due ragazzi si incontrano poche volte nel corso degli anni e solamente nei raduni tra i branchi a cui spesso Samuel è costretto a partecipare dal padre ma, ogni volta, quella sensazione inspiegabile ritorna sempre più forte e potente. Così, Sam cerca in tutti i modi di non vederlo più, fino a quando un avvenimento imprevisto e doloroso non cambierà prepotentemente la sua vita e lo porterà a scoprire e conoscere la sua vera natura. 

Samuel e Korban sono due personaggi intensi e profondi, molto diversi tra di loro ma anche complementari: si stringono l'uno all'altro come solo due veri compagni possono e sanno fare. 
La paura di Samuel di rapportarsi con gli altri, la sua incapacità di comunicare è bilanciata dal carattere solare ed estroverso del compagno. E che dire del docissimo Korban? Lo vediamo sempre con gli occhi di Sam, dato che il libro è scritto dal suo punto di vista, ma ci rendiamo conto di quanto sia altruista e innamorato del suo intelligentissimo compagno, pronto a sacrificarsi per il suo bene e ad aspettarlo pazientemente, accontentandosi degli sporadici incontri avvenuti nel corso degli anni. 

Riusciamo a intravedere anche i personaggi dei libri precedenti, soprattutto Zev, che aiuta Samuel a capire che non sempre quello che si impara dalla tradizioni è legge e che bisogna avere la mente aperta per comprendere e assimilare le parole e gli insegnamenti degli antenati: nulla è inalterabile e immutato, perché per crescere e sopravvivere è necessario cambiare e trasformarsi. 

Vi consiglio dunque anche questo nuovo capitolo della serie Mates: vi innamorerete di un mutaforma un po' nerd, che non vuole credere al suo cuore ma soltanto alla sua grande conoscenza, e del romantico Korban, che aspetta pazientemente il suo grande amore.

Nessun commento:

Posta un commento

My Instagram