Let's talk about books

Recensione: "Contro la tenebra" (Serie Kick at the darkness #1) di Keira Andrews

Titolo: Contro la tenebra 
Titolo originale: Kick at the darkness 
Serie: Kick at the darkness #1 
Autrice: Keira Andrews 
Trad.: Sara Benatti 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Paranormal 
Pagg.: 258 
Data di uscita: 15 dicembre 2017 
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon

Sinossi 
Per sopravvivere all’apocalisse zombie, prima dovranno sopravvivere l’uno all’altro.
Parker Osborne, matricola del college, sta passando il peggior giorno della sua vita. Si è messo in imbarazzo da solo cercando di rimorchiare un ragazzo carino, a scuola non si è ancora fatto nessun amico, e l’assistente della professoressa, un tizio ridicolmente sexy, ha dato un pessimo voto al suo saggio. Ha intenzione di mollare il corso di Adam Hawkins sul Cinema e di ricominciare da capo domani, dopo aver tenuto ben bene il broncio.

Ma sta per scoprire com’è una brutta giornata di quelle vere... se riesce a sopravvivere alla notte.
Viene rilasciato un virus che trasforma le persone infettate in assassini simili a zombie. Quando quelle creature rapidissime e agghiaccianti sciamano nel campus, Parker riesce a fuggire solo perché Adam lo carica sul sellino posteriore della sua fidata moto. Adesso sono in fuga... e bloccati l’uno con l’altro.

Quando non si spostano con la moto, combattono contro gli infetti in una sanguinosa lotta per la sopravvivenza. La loro unica speranza è andare verso est, dove c’è la famiglia di Parker. Ma Adam, l’orfano, nasconde un segreto che non è certo Parker possa accettare: è un lupo mannaro. Riusciranno a fidarsi l’uno dell’altro quanto basta per trovare un po’ di luce in tali giorni di tenebra?

Recensione
Dopo averci fatto conoscere l'insolita ma affascinante comunità degli Amish, Keira Andrews ci trasporta nelle vite avventurose di Parker e Adam, che devono abbandonare la tranquilla vita del Campus universitario per cercare di salvarsi da una vera e propria apocalisse zombie. 

Parker Osborne ha iniziato da poco il college con le migliori intenzioni, ora, però, si ritrova a sentire la mancanza degli amici che ha lasciato a Boston e a non avere ancora conosciuto nessun altro studente, perché ogni suo minuto è dedicato allo studio. La situazione peggiora ancora di più quando il suo saggio sul cinema, corso scelto per alleggerire un po' il suo piano di studi, viene valutato solamente con una C-. Parker deve rimediare, ma si rende ridicolo con l'assistente che gli ha valutato il compito senza riuscire a fargli cambiare idea, e quindi, triste e abbattuto, si chiude nella sua stanza interrompendo qualsiasi contatto con il mondo esterno. Quello che non immagina è che, durante il suo riposino, il mondo che ha sempre conosciuto sarà cancellato e che al suo risveglio si ritroverà nel bel mezzo di una vera e propria Apocalisse Zombie così terrificante da fare invidia a George A. Romero. 
Anche la sua università è stata invasa da spaventose creature con gli arti atrofizzati e gli occhi fuori dalle orbite che cercano di mangiare tutto quello che capita loro sotto i denti, e l'unica speranza di salvezza per il povero Parker è proprio Adam Hawkins, il cattivissimo assistente di Cinema che riesce a caricarlo sulla sua moto nel momento in cui uno zombie sta per trasformarlo nel suo banchetto.
Comincia così la terribile avventura di questi due ragazzi, che cercheranno di sopravvivere al più grande pericolo che l'uomo abbia mai dovuto affrontare. 

Keira Andrews ci racconta con maestria il viaggio e i rischi che i due protagonisti sono costretti ad affrontare per riuscire a salvarsi, un viaggio che li porterà inevitabilmente anche a fare luce su loro stessi. 
In uno scenario quasi post apocalittico, dove non è più possibile vivere come si è sempre vissuto, l'autrice descrive il modo in cui le persone possono reagire se poste di fronte a una situazione difficile: durante il loro lungo viaggio, infatti, i due ragazzi incontreranno alcune persone che offriranno loro aiuto, mentre altre cercheranno di approfittarsi della situazione per scopi personali o per imporre il proprio dominio. 
Ho amato tantissimo la lentezza con cui Parker e Adam si avvicinano: superando con un po' di difficoltà la prima impressione, notevolmente negativa, i due protagonisti diventa amici e poi amanti, ponendo alla base della loro unione una forte fiducia l'uno nell'altro. 
La terribile situazione che stanno vivendo, li mette senza tanta delicatezza davanti a loro stessi: Parker è sempre stato un ragazzo con una scarsa autostima, non ha mai creduto nelle sue capacità a causa di un fratello quasi perfetto e un padre molto esigente. Per sua fortuna, incontra l'affascinante e tenebroso Adam, che sembra invece il suo esatto opposto con la sua innata sicurezza e la sua forza d'animo. 
Adam appare come un uomo realizzato: sicuro del proprio futuro professionale, non si lascia sopraffare da ciò che sta accadendo intorno a loro, ed è la roccia su cui Parker si appoggia. Ma anche Adam ha i suoi segreti, una vita solitaria e un grande segreto che lo porta a tenere lontano le persone e a negarsi ogni possibilità di una vita con degli amici e un compagno.
Vivendo insieme, però, e conoscendosi, i due capiscono che la realtà non è quello che sembra e che il loro incontro, sebbene avvenuto in un momento in cui la sopravvivenza conta più di tutto, è l'unica cosa che li può rendere felici.
L'autrice si è rivelata bravissima a scrivere sia le scene d'azione sia quelle di suspense, e gli inseguimenti, le lotte tra gli umani e gli zombie sembrano quasi dei fotogrammi di un film horror, sempre però descritte con un velo di ironia, che stempera il senso del dramma, e con momenti molto dolci, soprattutto quando Parker ricorda gli attimi felici con la sua famiglia. 
Forse è stata presa in prestito qualche idea presente in film e in libri propri di questo genere, ma lo considero più un omaggio che l'autrice ha voluto fare a questo filone narrativo. 
Ho amato il messaggio che Keira Andrews ci dà alla fine: la speranza di una nuova vita e di un nuovo mondo. 

Non mi resta che consigliarvi di leggere Contro la tenebra, di salire con Parker e Adam sulla loro Harley e di sperare che i Creepers non vi mordano!

Nessun commento:

Posta un commento

My Instagram