Let's talk about books

12/23/2017

Recensione: "Il ladro di melodie" (Serie Blue Notes #2) di Shira Anthony

by , in
Titolo: Il ladro di melodie
Titolo originale: The Melody Thief 
Serie: Blue Notes #2 
Autore: Shira Anthony 
Traduzione: Fran Macciò 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 243 
Data di uscita: 26 dicembre 2017 
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press

Sinossi 
Cary Redding è una contraddizione in carne e ossa. È un famoso violoncellista, ricercato dalle orchestre di tutto il mondo, ma sotto le vesti del musicista c’è un uomo profondamente tormentato, che ama l’alcol e il sesso occasionale. Il motivo di questa ‘stonatura’? Cary sa di essere un bugiardo. Un farabutto. Lui è il ladro di melodie.

Cary riesce a gestire bene la sua doppia vita fino alla notte in cui, in un vicolo buio di Milano, non viene aggredito da due malviventi. Proprio quando le cose stanno per mettersi male, l’affascinante Antonio Bianchi, un avvocato di successo, lo soccorre salvandogli la vita. Antonio, però, gli offre anche qualcosa che lui non conosce – l’amore – e Cary non sa più cosa fare. La situazione è complicata. Innanzitutto, Antonio ha un figlio di sei anni. E inoltre, Cary deve confessargli il suo alter ego e sperare che l’uomo lo perdoni.

Quando Cary pensa di aver messo finalmente ordine nella sua vita, passato e presente si scontrano, costringendolo a scegliere tra due famiglie: quella che aveva sempre voluto da bambino, e quella che ama adesso, da adulto. 

Recensione
Dreamspinner Press saluta il 2017 con un libro intenso e commovente, pieno di momenti dolorosi ma anche di tanta speranza, in cui assistiamo alla rinascita di un giovane uomo talentuoso che riuscirà, attraverso l'amore, a perdonare se stesso. 

Cary Redding è un famoso violoncellista abituato, fin dalla più giovane età, a calcare i teatri più importanti del mondo. Non tutti sanno, però, che dietro una luminosa facciata di successo si nasconde l'esistenza dissoluta di Connor Taylor. Cary utilizza la sua seconda identità per essere veramente se stesso, per sfogare la sua tristezza in incontri di sesso occasionale nei bagni di sordidi locali, annegando i suoi dispiaceri nell'alcool e perdendosi nel fumo.
Ed è proprio all'uscita di uno di questi locali, in una Milano cupa e viziosa, che Cary viene salvato da una feroce aggressione, che lo porta ferito all'ospedale. Il suo salvatore è un bellissimo italiano, Antonio Bianchi, il quale si offre anche di ospitarlo nel momento in cui viene dimesso dall'ospedale.
Tra i due uomini nasce subito una forte attrazione: Cary vorrebbe assecondarla ma Antonio lo allontana gentilmente, anche se cerca comunque la sua compagnia. Ed è a questo punto che il tormentato protagonista deve trovare il coraggio di rivelare la sua vera identità, svelando ad Antonio di non essere un semplice cameriere, per poter stare con lui. 

Il ladro di melodie è un libro che si snoda nell'arco di qualche anno, raccontandoci la nascita e la crescita dell'amore fra Antonio e Cary. L'autrice però pone maggiormente l'accento sulla crescita e sulla presa di coscienza di Cary, che deve affrancarsi da un'infanzia in cui è mancata del tutto la figura paterna, sostituita da una madre manager che ha preferito organizzare la sua vita piuttosto che amarlo e sostenerlo. 
Cary si sente inadeguato, un impostore, un ladro, pensa di non meritare la sua musica e soprattutto l'amore di Antonio e di suo figlio Massimo, i quali lo hanno accolto con gioia nella loro casa. 
Sarà un viaggio difficile quello di Cary, che dovrà affrontare il suo passato per riuscire a vivere nel presente, e Shira Anthony ci farà soffrire con lui quando descrive la sua l'infanzia solitaria, allietata solamente dalla presenza del fratello, e piena della freddezza e dell'intolleranza della madre nel momento in cui le rivela la sua omossesualità, e soprattuto  quando ci rendiamo conto dell'idea che Cory ha di sé: è solamente una bugia, un uomo indegno di essere amato.
Ma invece il vero Cary è un altra persona, non quella che cerca di punirsi con sesso e alcool ma quella che si emoziona al circo con Massimo, si stupisce nell'enorme negozio di giocattoli, insegna agli amici italiani a giocare a baseball e che incanta il pubblico con la sua arte.
E cosa dire di Antonio? L'autrice è riuscita a creare l'uomo che tutti vorremmo al nostro fianco: paziente, amorevole e pronto a farsi da parte per consentire al partner di prendere le sue decisioni. È grazie al suo amore che Cary comincia a lavorare su di sè e ad accettarsi, ad affrontare il proprio passato — sapendo di avere sempre un compagno che lo ama e lo sostiene —, a capire che quel lato oscuro non è veramente una parte di sé ma solamente un'identità creata per punirsi. Sarà Antonio a fargli veramente capire cosa significa amare accogliendolo nella propria famiglia, e per la prima volta nella sua vita Cary potrà dire di fare parte di qualcosa e di essere veramente amato. 

Adoro i libri che ci raccontano una buona parte della vita dei protagonisti: vedere nascere l'amore fra due persone è sempre eccitante, ma per me è ancora più entusiasmante vederlo vivere e mutare con il passare degli anni, scoprire varia nel tempo, adattandosi. Cary e Antonio si sosterranno a vicenda e nel momento in cui Cary capirà che anche il compagno ha bisogno di lui sarà pronto ad affrontare se stesso.
Mi era piaciuto molto Blue Notes, il primo libro della serie, ma probabilmente Il ladro di melodie resterà più a lungo nel mio cuore per la fragilità e la tristezza di Cary, che grazie al suo amore per Antonio e alla sua famiglia riuscirà a scoprire se stesso.
12/22/2017

Recensione: "Natale di Terra Rossa" (Serie Terra Rossa #3.5) di N. R. Walker

by , in
Titolo: Natale di Terra Rossa 
Titolo originale: Red dirt Christmas
Serie: Terra Rossa #3.5 
Autrice: N. R. Walker 
Trad.: Emanuela Graziani 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 55
Data di uscita: 25 dicembre 2017 
Link per l'acquistoTriskell - Amazon

NOTA
In questo racconto natalizio, la Walker immagina come sarebbe potuto essere il primo Natale di Travis alla Sutton Station.
È una sorta di "what if", qualcosa che tecnicamente non è accaduto, come dice lei stessa nella nota introduttiva. La storia si colloca temporalmente tra il terzo e il quarto romanzo, ma è consigliabile leggerla dopo aver concluso tutta la serie, perché nel presentarla la Walker fa riferimento ad avvenimenti legati all'ultimo libro, per tirare le fila della storia e ricordarci a che punto eravamo.

Sinossi
Travis stava alla Sutton Station da poco più di un anno. Tecnicamente eravamo fidanzati, ma non lo avevamo detto a nessuno.
Lui era felice anche solo di sapere che avevo detto di sì, e io dovevo affrontare alcune cose per schiarirmi le idee.
Sapere di essere all'altezza di Trav era una cosa, ma tutt'altra cosa era chiedermi se ero all'altezza di essere un marito e un padre.

La vita alla Sutton Station non era mai stata più bella di così. Gli affari andavano alla grande. Gracie, la bambina di Trudy e Bacon, non aveva neanche un mese ed era un amore, Ma era in buona salute e il mio rapporto con Laura e Sam procedeva bene.

E Travis? Beh, la vita con lui era ancora praticamente perfetta.
Ma, per lo sgomento di Travis, il Natale alla Stazione era solo un giorno come un altro. Un giorno in cui ci si alzava prima dell'alba, si dava da mangiare agli animali, si aggiustava quello che c'era da aggiustare, e si controllavano gli abbeveratoi mentre si cercava di tenersi al riparo dalla temperatura rovente.
E quell'anno non era molto diverso. 

Solo che era il primo Natale di Travis alla Sutton Station. 
Il fatto che non ci impegnassimo con le decorazioni e con i festeggiamenti lo confondeva, se devo dire la verità, lo deludeva anche.

Ecco perché dovevo trasformarlo in un Natale speciale. 

Recensione 
Natale di Terra Rossa ha il colore rosso della terra che circonda la Sutton Station: il rosso della passione che definisce — insieme alla sua immensa tenerezza — l’amore che lega Charlie e Travis, il rosso delle decorazioni natalizie che si intreccia con i fili d’argento sull’albero di Natale e con il filo che lega indissolubilmente tutte le persone che vivono nella stazione e che ormai sono una famiglia.
La novella racconta del primo Natale di Travis alla Sutton Station, e si colloca prima dell’ultimo libro della serie narrato attraverso i suoi occhi. 
Per l’ultima volta sarà Charlie a condurci verso il giorno di Natale, mostrandoci quanto la sua vita, e quella delle altre persone, sia cambiata dalla prima volta in cui li abbiamo incontrati. Sono pagine piene di affetto, di amore, di voglia di stare insieme, di scherzi e risate, tra il sudore dovuto al duro lavoro ma anche al caldo dell’estate australiana. I confini sono spariti, esattamente come i muri dietro ai quali Charlie ha sempre vissuto, fermamente convinto della sua decisione di non sperare, di non desiderare e di non chiedere altro. 
L’arrivo di Travis ha cancellato le distanze tra le persone, ha fatto breccia nei muri dietro cui Charlie, impaurito e disilluso, ha nascosto se stesso, per abbatterli, infine, secondo i suoi tempi, aprendosi a Travis, a quella che è diventata la sua famiglia e al mondo fuori dalla stazione. 
Charlie vive, ama, sogna e desidera che tutti possano essere felici come lui, perché la felicità è contagiosa, avvicina gli altri, spinge a realizzare ogni cosa possibile, affinché la persona che ami, quella persona che ha cambiato totalmente la tua vita, possa sorridere come te, donandogli ogni cosa. E come ben sappiamo, Charlie sarebbe disposto a fare di tutto per il suo Travis, anche a organizzare il più bel Natale di sempre. 

Dopo aver letto il quarto volume della serie, si potrebbe immaginare di aver già vissuto tutto ciò che era possibile vivere della vita di Charlie e Travis. Eppure, in questa novella, N. R. Walker ci regala ancora qualcosa di questa meravigliosa coppia e della loro famiglia, facendoci entrare in una quotidianità che li avvicina a noi ancora di più, rendendoli più reali, più umani, accrescendo quell’affetto che ormai, dopo averli conosciuti, tutti noi nutriamo nei loro confronti. 
I protagonisti della serie Terra Rossa ci hanno fatto piangere, ridere, innamorare; abbiamo temuto il peggio stringendo loro la mano e incoraggiandoli, e li abbiamo abbracciati quando è giunto il tempo di festeggiare. Adesso li salutiamo per l’ultima volta, ma con la consapevolezza che non ci abbandoneranno mai: Charlie e Travis si sono meritati, libro dopo libro, un posto nel nostro cuore e lì rimarranno per sempre. Li rileggeremo e magari immagineremo a occhi aperti altri momenti della loro vita insieme, del loro per sempre con la famiglia che li ha sostenuti e li sostiene nell’affermazione del loro amore condividendo la loro gioia, e con la loro Milly, in quel futuro in cui continuerà a battere un cuore di terra rossa. 

Charlie e Travis, per me sarà impossibile dimenticarvi e, ancora di più, smettere di amarvi. Grazie per la vostra bellissima storia. 
Grazie, N.R., per aver creato qualcosa di così unico e meraviglioso.
12/21/2017

Libri in uscita: "L'ombra del principe" di Cristiano Pedrini

by , in
Titolo: L'ombra del principe 
Autore: Cristiano Pedrini 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: contemporaneo 
Pagg.: 235 
Data di uscita: 29 dicembre 

Sinossi 
Connor Riley è un giovane medico brillante.
Evan Russell appartiene a una delle più prestigiose famiglie inglesi.
Un futuro certo e appagante aspetta il primo, mentre al secondo è riservato un destino già segnato da una malattia che non lascia scampo.
Due mondi che stanno per fondersi quando Connor viene scelto per assistere Evan durante una cura sperimentale. La sua unica certezza è quella di non volersi separare in alcun modo da quell'arrogante e introverso ragazzo che ha abbandonato ogni suo sogno in attesa della propria fine. 

Triskell Edizioni contatti
Facebook CLICCA QUI
Twitter CLICCA QUI
Instagram CLICCA QUI
12/20/2017

Libri in uscita: "Quel che succede da Joe" di SJD Peterson

by , in
Titolo: Quel che succede da Joe 
Titolo originale: Something's Brewing at Joe's
Autrice: SJD Peterson 
Trad.: Claudia Nogara 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo 
Cover Artist: Reese Dante 
Pagg.: 196 
Data di uscita: 16 gennaio 
Link per l'acquistoDreamspinner Press 

Sinossi 
La promessa del lavoro dei suoi sogni spinge Murphy a trasferirsi in Florida, ma al suo arrivo lo aspetta un brusco risveglio: il progetto è sospeso. Si trova perciò davanti a un bivio: tornarsene in Michigan con la coda tra le gambe o restare per trovare un altro lavoro? Le sue prospettive sembrano migliorare quando entra in un bar e scopre che il proprietario sta cercando qualcuno per ristrutturare l’appartamento al piano superiore. Accetta con gioia l’incarico, per rendersi conto solo in un secondo momento che ha già conosciuto Joe Sterling, il proprietario di Kaffeinate: la prima sera in città lo ha rimorchiato in un club.

Murphy e Joe sono entrambi orgogliosi, passionali e schietti. Nessuno dei due è alla ricerca di una relazione, sebbene non possano negare che le loro personalità si sposino come caffè e ciambelle. Il loro rapporto si incrina quando Joe scopre che Murphy è stato assunto dalla società che ritiene stia cercando di danneggiare le imprese del quartiere e l’ambiente. Finché Murphy continua a lavorare per loro, Joe non vuole avere nulla a che fare con lui, mettendo così a rischio la speranza di un inaspettato lieto fine. 

Dreamspinner Press contatti
Facebook CLICCA QUI
Twitter CLICCA QUI
Instagram CLICCA QUI
12/19/2017

Recensione "Sulle tracce della Rosa-Croce" (Serie Sidewinder #2) di Abigail Roux

by , in
Titolo: Sulle tracce della Rosa-Croce 
Titolo originale: Cross & Crown 
Serie: Sidewinder #2 
Autrice: Abigail Roux 
Trad.: Caterina Bolognesi 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Contemporaneo/Mistero 
Pagg.: 222 
Data di uscita: 25 agosto 2017 
Link per l'acquistoTriskell - Amazon 

Sinossi 
Quando Nick O’Flaherty raggiunge la scena di un duplice omicidio e ci trova un testimone oculare, pensa che quello sia il suo giorno fortunato. Ma non appena scopre che il testimone soffre di un’amnesia così seria da non riuscire neppure a ricordare il proprio nome, rimpiange di non aver seguito l’istinto e di non essersi preso una vacanza. 

Poi il suo fidanzato ed ex componente della squadra di Ricognitori di cui facevano entrambi parte, Kelly Abbott, lo raggiunge a Boston e Nick si ritrova con le mani un po’ piene, mentre il caso e la sua vita privata collidono. Il testimone, che lui stesso ha ribattezzato “JD”, è pedinato da Julian Cross, un ex sicario della CIA. Per complicare ulteriormente le cose, JD sviluppa una sorta di attaccamento verso Nick che lui fatica a non corrispondere, mentre indaga per scoprire la sua vera identità. 

Mentre tentano di capire se JD è un amico o un nemico, le indagini sul crimine li portano sulle tracce di un mistero molto più vecchio. Quando qualcuno tenta più volte di eliminarli, Nick è costretto a prendere come alleati alcuni vecchi nemici per risolvere un crimine di cento anni prima ed evitare che lui e Kelly finiscano a loro volta sui libri di storia. 


Recensione 
Nel romanzo Sulle tracce della Rosa-Croce, secondo volume della serie Sidewinder di Abigail Roux, trad. di Caterina Bolognesi, edito da Triskell Edizioni, ritroviamo Nick e Kelly impegnati a stabilire un equilibrio tra la loro individualità e la loro relazione appena nata. E sebbene siano alle prese con le fragilità e le vulnerabilità tipiche di un rapporto sentimentale ancora incerto, devono investigare insieme, un po' per caso un po' per volere di entrambi, su di un mistero che ha per protagonisti il testimone smemorato di un omicidio, società segrete, una caccia al tesoro ed enigmatici e antichi riferimenti all'Irlanda. 
Questo è un libro di transizione, ricco comunque di avventura, di personaggi ritrovati, di nuove conoscenze e alleanze, di momenti pieni di amore e di passione, ma anche di confessioni dolorose e di un passato che non si riesce a dimenticare. 

Kelly va a Boston a trovare Nick proprio quando il poliziotto è alle prese con un duplice omicidio e un testimone oculare, misterioso e affascinante, che non ricorda nulla del suo passato. I due ex marine cominciano a investigare insieme, ma presto si rendono conto che risolvere il caso li porterà a dover prendere decisioni importanti per la loro vita futura. 

Nick e Kelly sono due personaggi perfettamente tratteggiati e in perfetto stile Roux: li scopriamo lentamente, conosciamo in ogni libro piccoli pezzi della loro personalità e quello che li ha resi ciò che sono. 
Nick è sempre un eroe senza macchia, leale, generoso e affidabile; mette tutto se stesso in ogni situazione, ma anche lui ha i suoi fantasmi da combattere, un passato che ritorna e che vuole tenere a tutti i costi nascosto. 
Kelly è sempre la sua spalla, è divertente, malizioso e coraggioso, l'uomo a cui appoggiarsi nel momento del bisogno. 
Amo la loro relazione basata su di una fortissima amicizia: oltre l'amore e la passione, si notano, in ogni loro azione o dialogo, la profonda connessione che li lega, l'intesa, la complicità, un filo resistente che non si spezza e che li tiene strettamente legati. 

Sulle tracce della Rosa-Croce è un libro coinvolgente, che lascia in sospeso delle storyline intriganti e ricche di sfumature, aprendo così la strada al terzo volume della serie, è un romanzo che porta a vivere un'avventura piena di adrenalina tra gli Stati Uniti dei secoli scorsi, ancora divisi tra nordisti e sudisti, un tesoro disperso da e nel tempo, un ostaggio da salvare e un amore sempre più forte che fa battere il cuore.
12/18/2017

Libri in uscita: "Falò" di Amy Lane

by , in
Titolo: Falò 
Titolo originale: Bonfires
Autrice: Amy Lane 
Trad.: Valentina Andreose 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 265 
Data di uscita: 9 gennaio 2018 
Link per l'acquistoDreamspinner Press

Sinossi 
Sono trascorsi dieci anni da quando il vicesceriffo Aaron George, rimasto vedovo, si è trasferito a Colton per far crescere i figli in una cittadina sicura. Tra i membri della comunità, ha conosciuto il professor Larkin, detto Larx, un allegro e divertente insegnante di scienze e allenatore di atletica delle superiori. La promozione a preside ha costretto però l’insegnante a rinunciare agli allenamenti e a correre da solo su una strada pericolosa. Aaron, che fino a quel momento ha sempre e solo dedicato la sua vita ai figli, si scopre improvvisamente preoccupato per quell’uomo e distratto dal suo petto nudo e luccicante di sudore.

Anche Larx vive per le figlie e i suoi studenti. Non è pronto a farsi ammaliare da Aaron, ma quando quest’ultimo si offre di correre con lui, inizia ad apprezzare la fermezza e l’umorismo del vicesceriffo. Inoltre hanno le stesse priorità: innanzitutto i figli, poi il lavoro, e i propri interessi tristemente all’ultimo posto.

Basta però un bacio a trasformare due uomini sulla soglia dei cinquant’anni in due adolescenti innamorati, nonostante le responsabilità di cui devono farsi carico. Poi un atto di violenza minaccia di soffocare sul nascere la loro relazione. Saranno quelle responsabilità a svolgere un ruolo fondamentale nell’impedire alla città di esplodere. E quando la situazione raggiungerà il punto critico, la loro nuova famiglia appena formata potrebbe essere proprio ciò che impedisce al mondo che li circonda di crollare. 

Dreamspinner Press contatti
Facebook CLICCA QUI
Twitter CLICCA QUI
Instagram CLICCA QUI 
12/15/2017

Recensione: "Il principe dei soldati" (Serie Il Cuore dei Soldati #1) di Charlie Cochet

by , in
Titolo: Il principe dei Soldati 
Titolo originale: The Soldati Prince
Serie: Il cuore dei Soldati 
Autrice: Charlie Cochet 
Trad.: Emanuela Graziani 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Fantasy/Werewolves/Shapeshifters 
Cover Artist: L.C. Chase 
Pagg.: 101 
Data di uscita: 19 dicembre 2017 
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press 

Sinossi 
Riley Murrough è un barista che conduce una vita del tutto normale, ma nel giro di una notte si ritrova in fuga da creature mostruose e scopre di portare il marchio del sovrano mutaforma di un regno magico. La cosa peggiore di tutte, però, è che è destinato a diventare il principe consorte dell’arrogante tigre mutante che preferirebbe strozzare.

Anche Khalon, il re mutaforma dei Soldati, è sconvolto all’idea di essere legato a un principe umano e, assieme ai suoi guerrieri, intraprende un viaggio per riportare Riley al mondo a cui appartiene. Sarà l’occasione per scoprire perché la sacerdotessa li vuole unire, ma dovranno scappare da orde di demoni per arrivare vivi da lei. 

Recensione 
Con Il principe dei Soldati, primo volume della serie Il Cuore dei Soldati, Charlie Cochet ci porta  in un mondo fantastico di cavalieri mutaforma, che combattono in segreto contro dei demoni succhia anime per proteggere tutta l'umanità. 

Khalon è il Principe dei Soldati, combattente duro e spietato ma sovrano molto amato che, seguendo l'oracolo del suo fido luogotenente e amico, salva un umano dall'attacco selvaggio di un'orda di demoni.
Riley Murrough è un semplice barista che, dopo essersi laureato in arte, sta cercando di trovare la propria strada nella vita. Una sera, però, alla fine del suo turno di lavoro, viene attaccato da alcuni esseri spaventosi e salvato da un branco di tigri che si trasformano, sotto i suoi occhi, in uomini. Come se non bastasse, l'arrogante capo di questo piccolo esercito comincia a chiamarlo principe compagno. Riley viene dunque portato nel castello del Principe Khalon e qui viene a conoscenza di un mondo parallelo abitato da mutaforma.
I primi approcci tra i due uomini non sono tra i migliori: l'ironia e l'irriverenza di Riley si scontrano con la superbia e l'arroganza di Khalon, che non accetta che la loro sacerdotessa abbia scelto per lui, forte e potente Principe, un debole e mortale umano. 
Ma il destino ha in serbo per loro dei progetti molto diversi da ciò che i due si aspettano: i protagonisti, nel viaggio che li condurrà dalla sacerdotessa, impareranno a ricredersi sulle prime impressioni e sentiranno che tra di loro sta nascendo qualcosa che va oltre l'attrazione fisica. 

Riley nasconde dietro a una lingua velenosa, battute al vetriolo e un'insana dipendenza dal caffè, un ragazzo un po' solo e con una scarsa stima di se stesso; non si sente sufficientemente interessante e intelligente per un uomo come Khalon, che non perde occasione per ribadirgli la sua posizione di inferiorità. Il Principe dei Soldati, infatti, aspetta da centinaia di anni il suo consorte, e si sente quindi tradito nel momento in cui il destino gli offre un umano che non lo rispetta. Ma anche Khalon dovrà andare oltre le proprie aspettative e vedere Riley per ciò che realmente è. 

In questo primo libro della serie Il Cuore dei Soldati, Charlie Cochet ha creato un interessante intreccio fantasy; ho trovato molto belle le descrizioni del castello, della vita nei villaggi e della gerarchia sociale presente nel mondo dei Soldati. Anche i personaggi secondari sono ben caratterizzati: gli amici e consiglieri del principe Khalon, e primo fra tutti l'affascinante Rayner, e il dolce Toka, un foxling mutaforma volpe. Non tutto è stato chiarito ma essendo questo il primo volume di una serie, penso che l'autrice voglia svelare le cose lentamente. 
Forse, ho trovato alcune caratteristiche dei personaggi un po' troppo simili a quelle dei protagonisti dei Thirds, l'altra nota serie di Charlie Cochet, ma Il principe dei Soldati rimane un libro interessante e ben scritto che le amanti del fantasy e delle belle storie d'amore non possono lasciarsi sfuggire.
12/15/2017

Libri in uscita: "Natale di Terra Rossa" (Serie Terra Rossa #3.5) di N. R. Walker

by , in
Titolo: Natale di Terra Rossa 
Titolo originale: Red dirt Christmas  
Serie: Terra rossa #3.5 
Autrice: N.R. Walker 
Trad.: Emanuela Graziani 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 55
Data di uscita: 25 novembre 2017 
Link per l'acquistoAmazon

NOTA
In questo racconto natalizio, la Walker immagina come sarebbe potuto essere il primo Natale di Travis alla Sutton Station.
È una sorta di "what if", qualcosa che tecnicamente non è accaduto, come dice lei stessa nella nota introduttiva. La storia si colloca temporalmente tra il terzo e il quarto romanzo, ma è consigliabile leggerla dopo aver concluso tutta la serie, perché nel presentarla la Walker fa riferimento ad avvenimenti legati all'ultimo libro, per tirare le fila della storia e ricordarci a che punto eravamo.

Sinossi
Travis stava alla Sutton Station da poco più di un anno. Tecnicamente eravamo fidanzati, ma non lo avevamo detto a nessuno.
Lui era felice anche solo di sapere che avevo detto di sì, e io dovevo affrontare alcune cose per schiarirmi le idee.
Sapere di essere all'altezza di Trav era una cosa, ma tutt'altra cosa era chiedermi se ero all'altezza di essere un marito e un padre.

La vita alla Sutton Station non era mai stata più bella di così. Gli affari andavano alla grande. Gracie, la bambina di Trudy e Bacon, non aveva neanche un mese ed era un amore, Ma era in buona salute e il mio rapporto con Laura e Sam procedeva bene.

E Travis? Beh, la vita con lui era ancora praticamente perfetta.
Ma, per lo sgomento di Travis, il Natale alla Stazione era solo un giorno come un altro. Un giorno in cui ci si alzava prima dell'alba, si dava da mangiare agli animali, si aggiustava quello che c'era da aggiustare, e si controllavano gli abbeveratoi mentre si cercava di tenersi al riparo dalla temperatura rovente.
E quell'anno non era molto diverso. 

Solo che era il primo Natale di Travis alla Sutton Station. 
Il fatto che non ci impegnassimo con le decorazioni e con i festeggiamenti lo confondeva, se devo dire la verità, lo deludeva anche.

Ecco perché dovevo trasformarlo in un Natale speciale. 

Volumi della serie Terra Rossa attualmente pubblicati in Italia
Cuore di Terra Rossa 1 (Serie Terra Rossa #1): clicca qui 
Cuore di Terra Rossa 2 (Serie Terra Rossa #2): clicca qui 
Cuore di Terra Rossa 3 (Serie Terra Rossa #3): recensione clicca qui 
Cuore di Terra Rossa 4 (Serie Terra Rossa #4): recensione clicca qui 
Book trailer: clicca qui 

Triskell Edizioni contatti
Facebook CLICCA QUI
Twitter CLICCA QUI  
Instagram CLICCA QUI 
12/15/2017

Libri in uscita: "Adrien English e il mistero di Natale" (Serie Adrien English #5.5) di Josh Lanyon

by , in
Titolo: Adrien English e il mistero di Natale 
Titolo originale: So This is Christmas 
Serie: Adrien English #5.5 
Autore: Josh Lanyon 
Trad.: Chiara Messina 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Mystery 
Pagg.: 130 
Data di uscita: 24 dicembre 2017 
Link per l'acquistoAmazon

Sinossi 
Tornato a casa in anticipo dopo aver trascorso il Natale nella cara, vecchia Inghilterra, l’investigatore dilettante a tempo perso Adrien English è costretto a fare i conti con delle allarmanti novità in famiglia e, come se non bastasse, una vecchia conoscenza si fa viva in cerca di aiuto per rintracciare il fidanzato scomparso.
Per sua fortuna, Adrien conosce un bravo detective privato… 

Tutti i volumi della serie Adrien English
Ombre Fatali (Adrien English #1): Triskell - Amazon
Una Cosa Pericolosa (Adrien English #2): Triskell - Amazon
La Mossa del Diavolo (Adrien English #3): Triskell - Amazon
Morte di un Re Pirata: (Adrien English #4): Triskell - Amazon
Un'oscura marea (Adrien English #5): recensione clicca qui

Triskell Edizioni contatti
Facebook CLICCA QUI
Twitter CLICCA QUI
Instagram CLICCA QUI
12/14/2017

Recensione: "Contro la tenebra" (Serie Kick at the darkness #1) di Keira Andrews

by , in
Titolo: Contro la tenebra 
Titolo originale: Kick at the darkness 
Serie: Kick at the darkness #1 
Autrice: Keira Andrews 
Trad.: Sara Benatti 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Paranormal 
Pagg.: 258 
Data di uscita: 15 dicembre 2017 
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon

Sinossi 
Per sopravvivere all’apocalisse zombie, prima dovranno sopravvivere l’uno all’altro.
Parker Osborne, matricola del college, sta passando il peggior giorno della sua vita. Si è messo in imbarazzo da solo cercando di rimorchiare un ragazzo carino, a scuola non si è ancora fatto nessun amico, e l’assistente della professoressa, un tizio ridicolmente sexy, ha dato un pessimo voto al suo saggio. Ha intenzione di mollare il corso di Adam Hawkins sul Cinema e di ricominciare da capo domani, dopo aver tenuto ben bene il broncio.

Ma sta per scoprire com’è una brutta giornata di quelle vere... se riesce a sopravvivere alla notte.
Viene rilasciato un virus che trasforma le persone infettate in assassini simili a zombie. Quando quelle creature rapidissime e agghiaccianti sciamano nel campus, Parker riesce a fuggire solo perché Adam lo carica sul sellino posteriore della sua fidata moto. Adesso sono in fuga... e bloccati l’uno con l’altro.

Quando non si spostano con la moto, combattono contro gli infetti in una sanguinosa lotta per la sopravvivenza. La loro unica speranza è andare verso est, dove c’è la famiglia di Parker. Ma Adam, l’orfano, nasconde un segreto che non è certo Parker possa accettare: è un lupo mannaro. Riusciranno a fidarsi l’uno dell’altro quanto basta per trovare un po’ di luce in tali giorni di tenebra?

Recensione
Dopo averci fatto conoscere l'insolita ma affascinante comunità degli Amish, Keira Andrews ci trasporta nelle vite avventurose di Parker e Adam, che devono abbandonare la tranquilla vita del Campus universitario per cercare di salvarsi da una vera e propria apocalisse zombie. 

Parker Osborne ha iniziato da poco il college con le migliori intenzioni, ora, però, si ritrova a sentire la mancanza degli amici che ha lasciato a Boston e a non avere ancora conosciuto nessun altro studente, perché ogni suo minuto è dedicato allo studio. La situazione peggiora ancora di più quando il suo saggio sul cinema, corso scelto per alleggerire un po' il suo piano di studi, viene valutato solamente con una C-. Parker deve rimediare, ma si rende ridicolo con l'assistente che gli ha valutato il compito senza riuscire a fargli cambiare idea, e quindi, triste e abbattuto, si chiude nella sua stanza interrompendo qualsiasi contatto con il mondo esterno. Quello che non immagina è che, durante il suo riposino, il mondo che ha sempre conosciuto sarà cancellato e che al suo risveglio si ritroverà nel bel mezzo di una vera e propria Apocalisse Zombie così terrificante da fare invidia a George A. Romero. 
Anche la sua università è stata invasa da spaventose creature con gli arti atrofizzati e gli occhi fuori dalle orbite che cercano di mangiare tutto quello che capita loro sotto i denti, e l'unica speranza di salvezza per il povero Parker è proprio Adam Hawkins, il cattivissimo assistente di Cinema che riesce a caricarlo sulla sua moto nel momento in cui uno zombie sta per trasformarlo nel suo banchetto.
Comincia così la terribile avventura di questi due ragazzi, che cercheranno di sopravvivere al più grande pericolo che l'uomo abbia mai dovuto affrontare. 

Keira Andrews ci racconta con maestria il viaggio e i rischi che i due protagonisti sono costretti ad affrontare per riuscire a salvarsi, un viaggio che li porterà inevitabilmente anche a fare luce su loro stessi. 
In uno scenario quasi post apocalittico, dove non è più possibile vivere come si è sempre vissuto, l'autrice descrive il modo in cui le persone possono reagire se poste di fronte a una situazione difficile: durante il loro lungo viaggio, infatti, i due ragazzi incontreranno alcune persone che offriranno loro aiuto, mentre altre cercheranno di approfittarsi della situazione per scopi personali o per imporre il proprio dominio. 
Ho amato tantissimo la lentezza con cui Parker e Adam si avvicinano: superando con un po' di difficoltà la prima impressione, notevolmente negativa, i due protagonisti diventa amici e poi amanti, ponendo alla base della loro unione una forte fiducia l'uno nell'altro. 
La terribile situazione che stanno vivendo, li mette senza tanta delicatezza davanti a loro stessi: Parker è sempre stato un ragazzo con una scarsa autostima, non ha mai creduto nelle sue capacità a causa di un fratello quasi perfetto e un padre molto esigente. Per sua fortuna, incontra l'affascinante e tenebroso Adam, che sembra invece il suo esatto opposto con la sua innata sicurezza e la sua forza d'animo. 
Adam appare come un uomo realizzato: sicuro del proprio futuro professionale, non si lascia sopraffare da ciò che sta accadendo intorno a loro, ed è la roccia su cui Parker si appoggia. Ma anche Adam ha i suoi segreti, una vita solitaria e un grande segreto che lo porta a tenere lontano le persone e a negarsi ogni possibilità di una vita con degli amici e un compagno.
Vivendo insieme, però, e conoscendosi, i due capiscono che la realtà non è quello che sembra e che il loro incontro, sebbene avvenuto in un momento in cui la sopravvivenza conta più di tutto, è l'unica cosa che li può rendere felici.
L'autrice si è rivelata bravissima a scrivere sia le scene d'azione sia quelle di suspense, e gli inseguimenti, le lotte tra gli umani e gli zombie sembrano quasi dei fotogrammi di un film horror, sempre però descritte con un velo di ironia, che stempera il senso del dramma, e con momenti molto dolci, soprattutto quando Parker ricorda gli attimi felici con la sua famiglia. 
Forse è stata presa in prestito qualche idea presente in film e in libri propri di questo genere, ma lo considero più un omaggio che l'autrice ha voluto fare a questo filone narrativo. 
Ho amato il messaggio che Keira Andrews ci dà alla fine: la speranza di una nuova vita e di un nuovo mondo. 

Non mi resta che consigliarvi di leggere Contro la tenebra, di salire con Parker e Adam sulla loro Harley e di sperare che i Creepers non vi mordano!
12/14/2017

Libri in uscita: "The Hustler" di Velia Rizzoli Benfenati

by , in
Titolo: The Hustler 
Autrice: Velia Rizzoli Benfenati 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: contemporaneo 
Pagg.: 222 
Data di uscita: 21 dicembre 2017 
Link per l'acquistoTriskell

Sinossi 
Può l’incontro casuale fra uno stilista affermato e un affascinante modello e rent-boy essere l’inizio di una storia d’amore? Sì, se lo stilista vede nel giovane il suo modello estetico e il modello trova nel suo pigmalione quella comprensione e quella cura che non ha mai avuto sino ad allora. Ma la vita pone i suoi paletti: il famoso Richard Fischer e l’ambitissimo hustler Matthew Steinbeck hanno delle zone d’ombra nelle loro complesse esistenze.

Matthew nasconde un segreto: un grande amore che lo spinge a prostituirsi e da cui non si separerà mai. E Richard un carattere spesso troppo debole per opporsi alle avversità.
Riuscirà lo stilista a conquistare il ragazzo e a liberarlo da quel giogo che sembra costringerlo a una vita infelice? Oppure troverà un nuovo amore con cui costruire un futuro più semplice insieme?

Matthew si lascerà conquistare o il suo grande amore verrà sempre e comunque prima di tutto? E perché una persona che ama così tanto un’altra la spinge alla prostituzione? 

Triskell Edizioni contatti
Facebook CLICCA QUI
Twitter CLICCA QUI
Instagram CLICCA QUI
12/13/2017

Recensione: "La drag queen e il re degli Homo pomp" (Serie A prima vista #2) di TJ Klune

by , in
Titolo: La drag queen e il re degli Homo pomp
Titolo originale: The Queen & the Homo Jock King
Serie: A prima vista #2 
Autore: TJ Klune 
Trad.: Claudia Milani 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo 
Cover Artist: Reese Dante 
Pagg.: 483 
Data di uscita: 12 dicembre 2017 
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press  - Amazon 

Sinossi 
Credete nell’amore a prima vista?

Sanford Stewart proprio no. Anzi, crede nel suo esatto contrario, grazie al re degli Homo pomp, Sua Frociosità Pompato I. Sembra infatti che Darren Mayne non abbia altro scopo nella vita se non far piombare nel caos l’esistenza tranquilla e ordinata di Sandy, per il solo gusto di infastidirlo. Sandy lo odia e niente potrà mai fargli cambiare idea.

O almeno così vuol credere.

Ma quando il proprietario del Jack It – il club nel quale Sandy si esibisce nei panni della drag queen Helena Handbasket – gli si presenta con una proposta disperata, Sandy si rende conto che potrebbe essere giunto il momento di mettere da parte i suoi sentimenti per Darren; il gay bar dovrà infatti chiudere se qualcuno non convincerà Andrew Taylor, il sindaco di Tucson, a tenerlo aperto.

Qualcuno come Darren, il figlio illegittimo dell’uomo.

L’infallibile piano è il seguente: sedurre Darren e spingerlo a convincere il padre a rinnovare il contratto tra il club e l’amministrazione cittadina.

Semplice, no?

Sbagliato. 
Recensione 
È sempre una grande emozione per me tornare a leggere TJ Klune. È uno dei miei autori preferiti, non lo nego, uno di quegli scrittori in grado di stordirmi e affascinarmi, di accelerarmi il battito del sangue e il pulsare del cuore. Così, quando ho la fortuna e il piacere di avere tra le mani un suo romanzo, non posso fare altro che affidarmi alla sua esperta e bravissima traduttrice italiana, per conoscerlo meglio, per entrare in intimità con il suo mondo, ricco di fantasia e comprensione, e per essere sospinta da un polo all'altro del suo incontaminato territorio, immersa nei suoi movimenti, nei suoi modi, nel suo linguaggio, certa di essere trascinata altrove. Perché addentrarsi in un libro di TJ significa lasciarsi trasportare da un'energia vitale e inarrestabile, e da una corrente sotterranea di impulsi, colori ed emozioni; equivale a tuffarsi in un mare di follia e contraddizioni, a sentirsi prosciugati e incalzati, e vuol dire saltare e correre per non cadere, mentre si insegue un'avventura dello stile intrapresa al massimo di possibilità spericolate, in cui tutto, persino un aggettivo o un avverbio, nasconde un fondo di verità. Perché i libri di Klune danno uno strano quanto inevitabile senso di vertigine, prezioso e pericoloso insieme. L'idea non sembra allettante e da sola basta a confondere o, nel peggiore dei casi, a immobilizzare: le vertigini provocano la perdita di equilibrio, disorientano, destabilizzano, privano di un sostegno fondamentale. Ma, mi chiedo, se un libro non regala oscillazioni insidiose e una dissennata esperienza sensoriale, capovolgendo e frantumando illusioni e, talvolta, quando si è favoriti dalla sorte, anche certezze e convincimenti, allora perché leggerlo? In fondo, raccontiamo tutti delle storie, e le raccontiamo da sempre, sin da quando l'uomo esiste; narrare fatti ed eventi su di noi e sugli altri risponde a un'esigenza essenziale della natura umana, poiché solo raccontando riusciamo a fare esperienza del mondo, solo confrontandoci con ciò che si sta facendo e con l'emozione che si prova, possiamo dare un senso a quello che ci accade. Quindi, semplicemente, le storie sono storie. La prospettiva cambia, però, nel momento in cui una storia rappresenta il connubio perfetto tra idee irrazionali, cariche di fantasia, e leggi che ubbidiscono al mondo e alla ragione. Soltanto un narratore vero e proprio può dare vita a un racconto in cui la creatività più brillante e la razionalità più strategica si combinano secondo logiche di pensiero vivide e sorprendenti. Insomma, per farla breve, soltanto TJ Klune, un artista dall'acume intellettuale tagliente e dall'immaginazione sfrenata, poteva creare, a nostro beneficio, un personaggio indimenticabile come Sanford "Sandy" Stewart. O meglio, un personaggio indimenticabile come 
"[...] la più temibile creatura dell’intero Wild West, sua maestà la regina delle drag queen Helena Handbasket!". 
Sandy/Helena e Darren Mayne. Li abbiamo conosciuti nel divertentissimo Dimmi che è vero, primo volume della serie A prima vista; li abbiamo incontrati, a sorpresa, nell'intenso L'arte di respirare, terzo volume della serie Un insolito triangolo, e ora, finalmente, li ritroviamo su un palcoscenico tutto loro, uno spazio in cui si muovono tra sadismo e tenerezza. 

Sandy lavora, insieme al suo migliore amico barra fratello Paul Auster, nel reparto sinistri di una compagnia assicurativa. Passa il suo tempo in un cubiculo asfissiante occupandosi di reclami e richieste di risarcimento, conducendo, a detta sua, un'esistenza noiosa e insignificante. Sandy è dimesso, timido, introverso. Due volte a settimana però, ogni mercoledì e ogni sabato sera, Sanford Stewart smette i panni dell'impiegato mite e tranquillo e si trasforma in una regina o, per meglio dire, nella regina della notte Helena Handbasket. In drag Helena illumina la scena del Jack It con parrucche vistose e abiti sexy, con un trucco appariscente, con lustrini e paillettes, con il suo passo sensuale e ammaliante. Helena è forte, aggressiva, sicura di sé e dominante, è seduttiva, ironica e divertente, ed è tutto quello che Sandy non è: coraggiosa, decisa, desiderabile e invincibile. E, naturalmente, prima e assoluta nemica — come del resto lo è anche Sandy — di Darren Mayne, l'indiscusso re degli Homo pomp. 
Muscoli scolpiti, bello da togliere il fiato, sexy e con un ghigno arrogante e compiaciuto perennemente stampato sulla faccia, Darren è misterioso, forse anche un po' timido o poco avvezzo a parlare di sé e dei suoi sentimenti, e con un debole per i twinkie che fa imbestialire Sandy. Ed Helena. Letteralmente. 

Sandy/Helena e Darren si odiano, da sempre, di un odio incondizionato e viscerale che nasconde, in realtà, una voragine d'amore inconfessabile, una passione inconscia, spaventosa e impossibile da accettare. Tra i due non è tutto limpido e chiaro: se ci si odia, deve pur esserci un motivo. E lo dimostrano i loro continui punzecchiamenti, le battute feroci e sarcastiche, le offese irriverenti che strappano risate e instillano frustrazione, e che altro non sono che anni e anni e anni di preliminari consumati dinanzi agli occhi di tutti. Insomma, a chiare lettere, si respira per quasi tutto il libro una tensione sessuale davvero esaltante e rovinosa, trascinante e fuori dagli schemi, determinata dal mancato appagamento di quello stesso bisogno che, paradossalmente, contribuisce a fare di questo libro un gioiellino di perfezione. 
Ciò che resta, però, de La drag queen e il re degli Homo pomp, oltre alle schermaglie verbali magistralmente dirette e orchestrate, è il processo creativo di TJ Klune, il modo in cui Sandy giunge alla verità. Tra equivoci, pedinamenti, menzogne surreali e al limite del ridicolo, cene strampalate, litigi infuocati e scene madri, rimane quello che non è destinato a svanire: personaggi di un'originalità impressionante che procurano piacere e godimento, dialoghi non soltanto brillanti e fuori dalle righe, ma anche mutevoli e carichi di significato e nuove prospettive, da cui ci si aspetta un risultato puntualmente smentito dalla battuta finale, che lascia divertiti e inebriati oppure sgomenti, increduli ed emozionati, poiché mira dritto al cuore del lettore. 
TJ Klune si diverte a infierire sul protagonista, si accanisce su di lui, lo tratta con indulgenza, lo blandisce e, infine, lo mette con le spalle al muro: Sandy preferisce distogliere la mente dal suo reale problema, si nasconde dietro la sua maschera drag di donna artefatta, perché ha paura, di fidarsi, di mettere in scena ciò che non riesce neanche a pensare in termini affettivi, e di percepirsi come invisibile. Sandy è, in modo reale, un uomo insicuro e ferito a cui manca il coraggio di cambiare la propria storia. Così cambia il suo aspetto, decide di manifestarsi mascherandosi, e riesce quasi a essere se stesso, proteggendo comunque quel confine di pelle su cui striscia una malinconia spiazzante e che segna, nel contempo, la sua fine e l'inizio di Helena Handbasket. 
Per questo motivo il secondo volume della serie A prima vista ha il potere di incantarci ed emozionarci: è un romanzo smaliziato e spudorato, con dei tempi comici perfetti e deliranti, è dissacrante in un modo stranamente dolce, tenero e solenne, e racchiude la storia di Sandy e Darren, un racconto fuor di dubbio surreale ma anche morbido, sensuale e romantico, pieno di commozione e struggimento. Perché se da un lato TJ Klune rivisita i cliché del romance più classico lavorando sull'ambiguità, sulle contraddizioni e le incongruenze, come una strabiliante drag queen rielabora stereotipi, codici ed elementi appartenenti all'universo femminile, dall'altro ci riempie di immagini e idee fantasiose, ci fa suoi con i discorsi sconclusionati di Paul Auster e con l'ingenuità di Vince Taylor, con i modi burberi e diretti di Charlie, con le curiosità sessuali di Nana, con l'omofobia di Johnny Depp e con l'amore incondizionato di Matty e Larry, con la bellezza e il sarcasmo difensivo di Corey/Kori e con i timori di Darren, un uomo che, dietro la sua apparente spocchiosità, cela un dolore virile (ah! cit.) e quel genere di imperfezione che, sì, forse appartiene a tutti. 
TJ Klune, in buona sostanza, dilata il tempo con inciampi e digressioni, e sebbene sappiamo come il suo libro andrà a finire, vogliamo comunque perderci tra le sue pagine, sporche, palpitanti e compromesse con la vita. 

Tutti dovrebbero leggere la serie A prima vista: la letteratura non determina il corso degli eventi, non credo che influenzi la storia o che provochi grandi mutamenti, ma di sicuro può agire sul singolo, sulla sua capacità di vedere la realtà e di interpretare le trasformazioni del nostro tempo, e quando un autore utilizza un linguaggio inclusivo, in questo caso un linguaggio queer che rispecchia ciò che siamo e indica dove siamo arrivati, io sono una lettrice davvero, davvero felice. Perché non ho mai creduto a chi dice che tutto è stato scritto, e storie come quella di Sandy e Darren — leggera, divertente e a tratti ridicola ed esagerata —, a modo suo e nel suo piccolo, ne è la prova. Quasi inconfutabile.
Quindi, 5 stelle a Sandy/Helena, 5 stelle a Darren Mayne, 5 stelle a tutti i folli personaggi di questi indimenticabili libri, 5 stelle alla CE Dreamspinner Press Italia, 5 stelle alla traduttrice Claudiaa Milani, e 5 favolose stelle a TJ Klune. Una creatura meravigliosa, brillante, geniale e perfetta così com'è. 

My Instagram