Reading Rainbow Books

Let's talk about books

2/16/2019

Recensione: "La scatola di latta" di Kim Fielding

by , in
Titolo: La scatola di latta
Titolo originale: The Tin Box
Autrice: Kim Fielding 
Traduzione: Valentina Andreose
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo
Cover Artist: Anne Cain
Pagg.: 197
Data di uscita: 19 febbraio 2019 
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press - Amazon

Sinossi 
Il passato di William Lyon gli ha impedito di essere se stesso. Combattuto e stanco di mantenere le apparenze, si separa dalla moglie e accetta un lavoro come custode di una struttura che è stata il più grande ospedale psichiatrico della California. Il vecchio manicomio, vuoto e abbandonato, gli sembra il luogo adatto in cui rifugiarsi per terminare la tesi di laurea in attesa che il divorzio diventi definitivo. Nella piccola città di Jelley’s Valley, William incontra Colby Anderson, che manda avanti la bottega del paese con annesso ufficio postale. Al contrario di William, Colby è adorabile, ottimista e vistoso, e non si preoccupa di nascondere il proprio orientamento sessuale. Anche se all’inizio il carattere aperto di Colby lo mette a disagio, con il tempo William impara ad apprezzare la loro amicizia e accetta persino la proposta di Colby di introdurlo al mondo del sesso gay.

L’idea che William si è fatto di sé inizia a cambiare quando scopre una scatola di latta nascosta da decenni nelle mura del manicomio. All’interno, sono custodite le lettere scritte in segreto da Bill, un paziente che era stato internato a causa della sua omosessualità. William si rispecchia in quelle pagine e comincia ad appassionarsi alla storia dell’uomo che le ha scritte e al suo destino. Con l’aiuto di Colby, spera che le parole scritte settant’anni prima gli diano il coraggio di essere finalmente se stesso. 

Recensione 
È risaputo, Kim Fielding è una delle mie autrici preferite. I suoi libri, che siano fantasy o contemporanei, hanno la capacità di irretirmi e di non lasciarmi più andare. I suoi personaggi sono ricchi di umanità, ed è naturale ridere e soffrire con loro, così come è naturale immergermi completamente nel tempo e nei fascinosi luoghi in cui vivono. 

Anche  con "La scatola di latta", tradotto da Valentina Andreose per Dreamspinner Press, ho avuto la stessa sensazione: sono stata risucchiata dalle pagine del libro e la sua trama mi ha conquistata. Ho camminato quindi insieme a William Lyon nei corridoi vuoti del manicomio di Jelley's Valley alle pendici della Sierra Nevada, immaginandomi come dovesse essere la vita in quella struttura. Ho viaggiato per strade polverose sino ad arrivare al piccolo emporio del paese, e ho visto, dietro al bancone, Colby con le sue improbabili t-shirt. 
"La scatola di latta", però, non è solamente il romanzo di Will e Colby; è anche la storia di Bill e di tutti quegli uomini e donne imprigionati e torturati crudelmente nei manicomi di tutto il mondo. 

Il manicomio di Jelley's Valley, ormai chiuso dal 1982, è la meta del dottorando di psicologia William Lyon, il quale spera, grazie alla quiete e alla tranquillità del posto, di finire la sua tesi. 
Esiste anche un altro motivo per cui l'uomo desidera allontanarsi da tutto: vuole capire come sarà la sua vita dopo il divorzio e che cosa dovrà fare per essere finalmente in pace con se stesso.
La sua calma quotidianità viene però turbata dello splendido sorriso di Colby Anderson, addetto alle poste e commesso dell'unico emporio del paese. La prorompente vitalità del ragazzo irrompe nella grigia routine di Will, che comincia così a credere di più in se stesso e a comprendere che non può continuare a punirsi per la propria omosessualità.
William Lyon è, infatti, un uomo intelligente, di ottima cultura e con un buon futuro davanti a sé. Tutta la sua vita è stata costruita diligentemente, passo dopo passo, per contentare la famiglia: ha soddisfatto le aspettative altrui, sì, ma è finito con il diventare proprio il contrario di quello che voleva essere.
Dopo il divorzio dalla moglie, e per i conseguenti sensi di colpa, William è un uomo alla deriva che non si riconosce: vorrebbe essere diverso, tuttavia non ha il coraggio né la capacità di cambiare. Ma spesso, per fortuna, basta una piccola scintilla, un evento quasi banale o all'apparenza insignificante, a trasformare la nostra vita e a darci la forza per lottare. E per Will questo momento è rappresentato dall'incontro con Colby e dal ritrovamento di una scatola di latta, nascosta nell'intercapedine di una stanza del manicomio, in cui sono riposte delle lettere scritte da un uomo recluso perché omosessuale. 

La storia d'amore tra William e Colby è estremamente romantica e poetica. Poiché Colby si sente subito attratto da quello studente taciturno, non può non cercare di scoprire la sua vera natura, per svelare quei segreti nascosti sotto un manto di ritrosia e timidezza. 
Will, di contro, è spaventato dalla gioia sprigionata da Colby, dalla tranquillità con cui questi riesce a essere se stesso e ad accettarsi come uomo gay; la vita felice di Colby, insomma, mina tutte le sue certezze.
Nel profondo del cuore, però, Will sa anche che è arrivato il momento di affrontare le paure di un'intera esistenza: la strada è lunga e impervia, e benché costi fatica, dolore e l'abbandono di alcune parti di sé, tuttavia riuscirà a percorrerla, a perdonarsi e a credere finalmente di meritare il lieto fine. 

Kim Fielding ha deciso di raccontarci la storia de "La scatola di latta" dal punto di vista di William, ed è una scelta che si è rivelata efficace e ottimamente riuscita. La vita di Will vuole essere vissuta appieno dal lettore, perché è proprio Will a cambiare, a evolvere e a trovare infine la propria strada. Il suo amore per Colby e la presa di coscienza di sé e di ciò che vuole emergono con chiarezza e lucidità, permettendoci di maturare e di guarire insieme a lui. 

E poi c'è la storia di Bill, della sua vita nel manicomio, dei suoi pensieri, delle sue speranze e del suo amore per il compagno da cui è stato strappato. Una storia triste, la sua, che però ci dà la possibilità di conoscere, seppur in minima parte, la situazione dei pazienti degli ospedali psichiatrici e, soprattutto, di quelli accusati di perversione sessuale. 
La forza che pervade le lettere di Bill, scritte durante il suo periodo di internamento, l'orgoglio per l'amore che prova nei riguardi dell'amante e la felicità dei momenti passati insieme daranno a William la spinta necessaria per capirsi e cominciare a conoscersi.
Le pagine finali del romanzo sono davvero bellissime, piene di speranza per un futuro migliore. 

"Una scatola di latta" è un libro da non perdere, un'occasione speciale per soffrire, sorridere e gioire grazie alla bravissima Kim Fielding e insieme all'amore indimenticabile, romantico e assoluto di William e del suo Colby.
2/15/2019

Libri in uscita: "L'ora più buia" (Serie Thirds #9) di Charlie Cochet

by , in
Titolo: L'ora più buia
Titolo originale: Darkest Hour Before Dawn 
Serie: Thirds #9
Autrice: Charlie Cochet 
Trad.: Emanuela Graziani 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Paranormal 
Pagg.: 320 
Prezzo: € 5,99 
Data di uscita: 22 febbraio 2019
Link per l'acquistoTriskell - Amazon

Sinossi 
Il caposquadra dei THIRDS Sebastian Hobbs e il medico legale capo Hudson Colbourn sono innamorati ora tanto quanto lo erano quasi sette anni fa, quando un tragico evento sul lavoro ha distrutto la loro relazione. E in tutto questo tempo, ogni volta che hanno cercato di riavvicinarsi, qualcosa li ha sempre divisi. Quando Hudson attira l’interesse di pericolosi nemici, sia all’interno che all’esterno dell’organizzazione, Seb non desidera altro che proteggere l’uomo che per lui significa ancora tutto.
Mentre eventi che mettono a rischio la loro vita, un futuro incerto e verità sorprendenti attirano ancora una volta Hudson e Seb l’uno verso l’altro, i due devono fare una scelta: fidarsi del loro amore e trarre forza da ciò che condividono, o perdere quello che conta di più, stavolta per sempre. 

Volumi della serie Thirds attualmente pubblicati in Italiaclicca qui 

Charlie Cochet biografia
Charlie Cochet è un’autrice di giorno e un’artista di notte. Sempre pronta a piegarsi ai voleri della sua musa capricciosa, niente le risulta impossibile quando si tratta di seguire la sua passione. Dal genere storico al fantasy, dal contemporaneo alla fantascienza, i suoi protagonisti avranno molte occasioni di lottare contro il male, ma anche di intraprendere romantiche storie d’amore!
Charlie vive nella Florida centrale ed è a completa disposizione di un Doxiepoo desideroso di conquistare il mondo. Quando non scrive, di solito potete trovarla immersa nella lettura, nel disegno o in un buon film. Vive di caffè, si nutre di musica e ama avere notizie dei suoi lettori. 

Charlie Cochet contatti
Sito web clicca qui
Blog clicca qui
E-mail charlie@charliecochet.com
Facebook clicca qui
Twitter @charliecochet
Tumblr clicca qui
Pinterest clicca qui
Goodreads clicca qui
THIRDS HQ clicca qui 

Triskell Edizioni contatti
Facebook CLICCA QUI 
Twitter CLICCA QUI 
Instagram CLICCA QUI
Sito CLICCA QUI
2/14/2019

Libri in uscita: "Nuove abitudini" di Andrew Grey

by , in
Titolo: Nuove abitudini
Titolo originale: New Tricks
Autore: Andrew Grey 
Traduzione: Chiara Fazzi
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo
Cover: Adrian Nicholas
Data di uscita: 14 maggio 2019
Link per l'acquistoDreamspinner Press 

Sinossi 
Nelle questioni di cuore non esiste l’ordinaria amministrazione.

Thomas Stepford ha impiegato anni per costruire un’azienda di successo e adesso, arrivato alla soglia dei quaranta, desidera una vita più tranquilla e, dato che i suoi genitori hanno bisogno di aiuto, decide di tornare a casa. Non potendo staccarsi del tutto dagli affari, ha bisogno di un assistente, ma la persona che assume non è esattamente il genere di impiegato che aveva in mente…

Brandon Wilson, fresco di laurea, ha bisogno di un lavoro. Grazie all’aiuto della nonna viene assunto come assistente del signor Stepford. Thomas sembra non ricordarlo ma, anni fa, Brandon ha già lavorato per lui: era il ragazzo che gli falciava il prato. L’uomo che era il protagonista delle sue fantasie adolescenziali, così attraente e tanto più grande di lui, adesso è il suo capo.

Entrambi sono decisi a mantenere il loro rapporto su un piano strettamente professionale, ma la vecchia fiamma è ancora viva. Imparano tuttavia a lavorare insieme, anche quando la tensione sessuale raggiunge il punto di ebollizione. Appena decidono di arrendervisi però, Thomas viene richiamato a New York dalla sua vecchia vita. Forse Thomas saprà resistere alla tentazione di tornare indietro, ma riusciranno i due uomini a far sopravvivere la loro neonata storia d’amore quando Brandon riceve la chiamata dei suoi sogni… da Hollywood? 

Romanzi di Andrew Grey pubblicati in Italia: clicca qui

L'Autore 
Andrew Grey è cresciuto nel Michigan occidentale con un papà che amava raccontare storie e una mamma che amava leggerle. Da allora ha vissuto in tutto il paese e viaggiato per tutto il mondo. Ha una laurea dell’Università di Wisconsin-Milwaukee e scrive a tempo pieno. Gli hobbies di Andrew comprendono: collezionare oggetti antichi, il giardinaggio, lasciare i piatti sporchi ovunque eccetto nel lavello (specialmente quando scrive). Si considera fortunato di avere una famiglia comprensiva, amici fantastici e un compagno che lo sostiene e lo ama come nessuno sa fare al mondo.  Andrew vive nella bella e storica città di Carlisle, in Pennsylvania. 

Andrew Grey contatti
Sito clicca qui
Blog clicca qui
Facebook clicca qui 

Dreamspinner Press contatti 
Facebook CLICCA QUI
Twitter CLICCA QUI
Instagram CLICCA QUI
2/13/2019

Recensione: "L'uomo che non c'era" di Erin E. Keller

by , in
Titolo: L'uomo che non c'era 
Autrice: Erin E. Keller 
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Noir 
Collana: Rainbow
Pagg.: 222
Prezzo ebook: € 4,99 
Data di uscita: 14 febbraio 2019 
Link per l'acquistoTriskell - Amazon

Sinossi 
Jimmy O’Brien non ha avuto una vita facile. 
Nato in una famiglia molto povera e picchiato quotidianamente dal padre violento, da ragazzino riesce a scappare a morte certa piombando letteralmente tra le mani di George Finn, boss irlandese di Chicago, braccio destro di Bugs Moran, famoso rivale di Al Capone. Da quel momento in poi, Jimmy entra a far parte di un mondo fatto di violenza e cieca fedeltà al capo. 
Jimmy è abituato a non esternare i propri sentimenti, l’ha imparato fin da bambino. Ma la vicinanza con il figlio di George, Henry, gli rende la vita difficile e ancora più tormentata. 
L’incontro con un ragazzo di strada, poi, complica ulteriormente le cose, soprattutto quando proprio Henry decide inspiegabilmente di ospitarlo nella sua villa.
Il Natale è ormai alle porte, e l’arrivo imminente di un carico di alcolici dall’Europa potrebbe essere l’occasione tanto attesa dal clan Moran per avere la meglio su Capone. 
Per assicurarsi che tutto vada per il meglio, Jimmy si affida a un poliziotto che ha sempre ricattato dopo averlo incontrato in un locale per omosessuali, David Sheena. David è luce, tanto quanto Jimmy è ombra. 
In un mondo in bianco e nero, dove non c’è spazio per le debolezze, Jimmy si troverà a dover lottare per la propria vita e per quella delle persone a cui tiene, cercando di tenere a bada ciò che si agita nel suo petto e che non avrebbe mai pensato che potesse farlo sentire così vivo. 

Recensione 
Ho letto questo libro tutto d’un fiato, staccandomi dal mio kindle solo quando proprio ne ero costretta, e sono certa che chiunque lo leggerà farà lo stesso.
"L’uomo che non c'era" è la storia, ambientata nella Chicago degli anni ’30, di Jimmy, un uomo sempre accompagnato da una sigaretta tra le mani e un capello con la tesa calata sugli occhi. 
Jimmy O’Brian aveva undici anni quando è stato accolto in casa Finn, una famiglia appartenente alla criminalità organizzata, e ben presto diventa il braccio destro prima di George, il capofamiglia, e poi di Henry, che prende il posto del padre quando questi muore. Crescere in una famiglia come quella dei Finn, vivere tra crimini, sangue e lealtà verso il suo capo, plasma Jimmy, facendolo diventare un uomo gelido, silenzioso e solitario. Un uomo che non è altro che un guscio vuoto senza sentimenti, il cui compito è unicamente quello di proteggere i Finn ed eseguire i loro ordini. Jimmy è solo un’ombra, una figura cupa e tenebrosa. È l’uomo che non c’è.

‹‹Sei lo stronzo più freddo e bastardo che abbia mai incontrato in vita mia.››
Jimmy serrò i pugni lungo i fianchi. ‹‹Lo so,›› rispose solamente.

Ma ogni ombra ha la propria luce, e quella di Jimmy è David Sheena, il poliziotto che è diventato il suo informatore ormai molti anni prima. David, però, è un uomo buono e Jimmy fa quanto più gli è possibile per tenerlo fuori dagli affari dei Finn e del loro capo, Moran, ora in guerra con Al Capone.
Sì, un altro elemento che fa amare questo libro è che è una storia di fantasia ma molto vicina alla realtà: una guerra tra clan mafiosi per ottenere il potere e il controllo di un territorio, una guerra che, nonostante la sua tragicità, porterà nella vita di Jimmy qualcosa di buono: l’amore. Sono momenti fugaci, nascosti e segreti, momenti in cui ombra e luce si incontrano, si conoscono, si legano. 
Sono proprio quei momenti che portano Jimmy a riflettere sulla sua vita e su stesso. È davvero un uomo così gelido, insensibile? È davvero solo ombra e oscurità?

‹‹Chi sei tu davvero?››
Le parole sussurrate di David gli fecero sgranare gli occhi e gli bloccarono il respiro per un istante. Cosa poteva rispondere, se nemmeno lui lo sapeva?

Sì, Jimmy non sa realmente chi è. Per tutta la sua vita non fa altro che eseguire gli ordini di altri uomini, essere fedele a loro, e chiudere nel più profondo del suo io qualsiasi sentimento possa provare. Tutto ciò a causa della sua famiglia, dei Finn. A causa di Henry.

Henry. Se Jimmy è ombra, Henry è mistero. Un mistero che il suo più caro amico non riesce a svelare, ma Martin, un ragazzo sbucato un po’ dal nulla, sì. Ed ecco che altri dubbi e domande nascono in Jimmy. Si è trovato costretto a vivere una vita che non avrebbe mai scelto, ma cosa dice di lui il fatto che non conosce davvero neanche il suo più vecchio amico? 
Martin arriva un po’ dal nulla con uno scopo ben preciso abbandonato lunga la strada, e porta una ventata di gentilezza, bontà e genuinità. È una sorta di faro per Jimmy e per Henry, che sono più simili e legati di quanto credano. Entrambi si sentono intrappolati in una vita che non hanno scelto ed entrambi sono costretti a portare avanti un ruolo che a loro, però, sta troppo stretto, quasi fino a togliere il respiro, quando le cose si fanno sempre più pericolose.
E se Martin, grazie alla sua genuinità e alla dolcezza che si porta dentro a dispetto del suo passato, dà a Jimmy la possibilità di aprire gli occhi e di farsi delle domande, David è colui che gli darà le risposte.

David è un uomo di legge così come Jimmy è un uomo di mafia. La cosa migliore da fare sarebbe odiarlo, ma lui crede che quell’uomo nasconda altro dentro di sé. 
Sa che non si può scegliere chi amare, perché l’amore non funziona così — è una cosa irrefrenabile, che ti brucia dentro; sa anche che Jimmy è un pericolo per lui, e quando questi gli chiede per la prima volta un favore, che va oltre ogni suo principio, inizia a capire che, sì, è davvero sbagliato quello che c’è tra loro. 

‹‹Dovrei odiarti.››
‹‹Ne avresti tutto il diritto.››
‹‹Dovrei arrestarti.››
‹‹Potresti.››
‹‹Ma mi sto innamorando di te. […] Non volevo ed è successo. Pin piano. Ogni volta che ci vedevamo un pezzetto di me se ne andava via con te. Ogni volta che mi sorridevi mi sentivo sempre più alla deriva. Perché tu, Jimmy? Perché tu, tra tutti gli uomini che potevo conoscere?››”

Anche Jimmy lo sa. David Sheena è un uomo perbene, coraggioso, onesto. Lasciarlo entrare nella propria vita e dare ai loro sentimenti una possibilità è l’unica cosa buona che abbia mai fatto. Ma farlo entrare nel proprio mondo? Quello no. Amore e sensi di colpa si scontrano dentro di lui, così come la consapevolezza che dirgli addio sarebbe la cosa giusta da fare si scontra con il dolore per non riuscire a farlo. 

‹‹Ti sono davvero grato. Ti tengo aggiornato.››
‹‹Ah, sì? E come? Verrai di nuovo a trovarmi nel bel mezzo della notte?››
Jimmy trattenne un sospiro. ‹‹Capisco che tu sia sotto stress e dicevo davvero quando ho detto che ti lascerò in pace. Sono consapevole di metterti in una brutta situazione e potenzialmente in pericolo. Davvero, non permetterò che ti accada niente. Non importa chi sono e chi sei tu, non lo permetterò. Ti proteggerò.››
Dal nulla, arrivò un sorriso, breve ma luminoso, e rischiarò l’espressione di Sheena.
‹‹Cosa c’è?›› Jimmy aggrottò la fronte.
‹‹Riesci a essere così dolce a volte.››
Oh, per la miseria! Quell’uomo era più imprevedibile di una pallottola vagante. ‹‹Non sono dolce. Sono… Non sono dolce.››
[…] per la prima volta, Jimmy pensò che non voleva che quella vita lo mandasse al creatore prima del tempo. Aveva voglia di… avere tempo. Tempo per vedere quanti sorrisi improvvisi avrebbe potuto strappare a David.

Il primo termine che mi viene in mente se penso a questo libro è mozzafiato. È una storia che tiene il lettore sulle spine, in trepidante attesa; è una storia che sorprende e fa sospirare di sollievo. Fa sorridere, fa sperare. Fa sperare in una vita migliore per Jimmy, che trova finalmente la sua luce dopo trent’anni di sola oscurità; fa sperare in una possibilità per lui e David, i quali ci insegnano che l’amore va oltre ogni limite, ogni oltre barriera, ogni oltre apparenza. 
Fa sperare affinché Henry trovi quella serenità che gli è sempre stata negata.

‹‹Anche Henry è così. Ha tanto fuoco dentro, ma è diverso dal suo. Il fuoco di Henry è alimentato da… una specie di disperazione.››

Per Henry ci vorrebbe una recensione a parte, e anche un libro a parte. 

‹‹Ho tanta rabbia dentro, Jimmy. Verso di te, verso mio padre, verso questa cazzo di vita che non mi sono scelto ma che sono fin troppo bravo a portare avanti.››

Ho amato questo momento. Il momento in cui Henry sputa fuori rabbia, sofferenza e sincerità. Immaginavo si nascondesse qualcosa di molto più profondo dietro il suo folle atteggiamento, dietro i suoi scatti di odio e di rabbia, così come Jimmy nasconde molto di più dietro la propria corazza. Il rapporto tra Henry e Jimmy è senz’altro particolare, un po’ contorto, ma quando finalmente mettono da parte passato, rancore e dolore, mi sono sentita felice come se non fossero solo personaggi inventati.
Erin E. Keller ha proprio questa dote di farti immergere nel mondo che crea. È capace di far innamorare il lettore dei personaggi di cui scrive, gli fa desiderare di volerli abbracciare forte, di coccolarli e proteggerli da qualsiasi male. È quello che avrei voluto fare con Jimmy, e con Henry. 
Forse questa recensione è troppo lunga, ma ho amato così tanto questo libro che non smetterei mai di parlarne.
Ringrazio infinitamente Erin per averci regalato "L’uomo che non c’era", una storia che si è rubato un pezzettino del mio cuore. 
2/13/2019

Libri in uscita: "Persi e ritrovati" (Serie Twist of Fate #1) di Lucy Lennox & Sloane Kennedy

by , in
Titolo: Persi e ritrovati
Titolo originale: Lost and found
Serie: Twist of Fate #1
Autrici: Lucy Lennox & Sloane Kennedy
Trad.: Francesca Bernini
Editore: Triskell Edizioni 
Collana: Rainbow
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 254 
Prezzo: € 5,99 
Data di uscita: 16 febbraio 2019
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon

Sinossi 
Aveva promesso di non lasciarmi mai. Ma, quando avevo avuto più bisogno di lui, è stato esattamente ciò che ha fatto…

Dalle due delle autrici più vendute, Sloane Kennedy e Lucy Lennox, arriva un’emozionante nuova serie, dove uno scherzo del destino può cambiare ogni cosa…

Aveva promesso di non lasciarmi mai. Ma, quando avevo avuto più bisogno di lui, è stato esattamente ciò che ha fatto…

La guida escursionistica Xander Reed ha passato quindici anni a cercare di dimenticare la notte in cui, nel momento più difficile della sua vita, si era rivolto al suo migliore amico, solo per scoprire che il ragazzino che gli aveva promesso di stare sempre dalla sua parte gli stava voltando le spalle. Tremila chilometri e quindici anni dopo, si è costruito una nuova vita in un luogo tranquillo ai piedi delle Montagne Rocciose. Dovrebbe essere abbastanza per togliersi dalla mente il ricordo di Bennett Crawford, ma le vecchie ferite sono dure a rimarginarsi e, quando Bennett riappare all'improvviso in quanto membro della spedizione che lui dovrebbe capeggiare, le cicatrici si riaprono.

Avevo sempre e solo desiderato proteggere Xander da altri dolori. Non avevo mai pensato che dovesse essere difeso proprio da me…

Bennett Crawford ha dovuto affrontare una scelta impossibile la notte in cui il suo migliore amico gli ha chiesto aiuto. E ha preso quella sbagliata.
In qualità di unico erede di una delle famiglie più abbienti del New England, avrebbe dovuto avere il mondo ai suoi piedi, ma perdere il suo migliore amico alla giovane età di quattordici anni ha cambiato tutto. E benché Bennett sia riuscito a nascondersi dietro una maschera di contentezza e abbia preso posto accanto al padre alla guida dell’azienda di famiglia, dentro di sé sta cercando quella parte che è andata persa la notte in cui Xander Reed è uscito dalla sua vita. L’unica ancora di salvezza di Bennett è il suo lavoro con un gruppo di ragazzini di città e, quando gli viene data la possibilità di mostrare loro che esiste un mondo molto più vasto ad attenderli là fuori, se hanno il coraggio di farsi avanti, la sfrutta.
Ma quando scende dal pullman, per una settimana che avrebbe dovuto essere di solo divertimento e avventura, viene catapultato nel passato non appena scopre che la loro guida altri non è che il ragazzino che ha lasciato andare così tanti anni prima. Solo che il ragazzo insicuro e dall'animo dolce che conosceva non esiste più e, al suo posto, c’è un uomo amareggiato e ombroso che non è interessato a offrire seconde possibilità.

Le persone se ne vanno. Adesso lo so, e nulla di ciò che Bennett ha da dirmi cambierà qualcosa...

Tutto ciò che Bennett desidera è mostrare a Xander che la loro amicizia era solo l’inizio. Ma quando questi si rifiuta di ascoltarlo, si rende conto che dovrà giocare sporco.
Perché ora che lo ha ritrovato, non lo lascerà andare una seconda volta...

Triskell Edizioni contatti
Facebook clicca qui
Twitter clicca qui
Instagram clicca qui
Sito clicca qui

My Instagram