Reading Rainbow Books

Let's talk about books

3/23/2019

Recensione: "Piccolo segreto nerd" (Serie Coconut Cove #1) di M.J. O'Shea

by , in
Titolo: Piccolo segreto nerd
Titolo originale: Nerdy Little Secret 
Serie: Coconut Cove #1
Autrice: M.J. O'Shea 
Trad.: Aria Zanchet 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo
Cover Artist: Reese Dante
Pagg.: 84 
Data di uscita: 26 marzo 2019 
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press - Amazon

Sinossi 
Un incontro tra vecchi compagni di liceo porterà all’amore... o al rimpianto?

Blair Fletcher, un ragazzo qualunque di Key West, diventa all’improvviso una star. Il giorno prima sta servendo ai tavoli e quello successivo si ritrova in un mondo completamente diverso: è un attore nel nuovo teen drama gay Coconut Cove. Recitare la parte dell’ape regina Ryder gli fa guadagnare in fretta amici e nemici, ma è il carpentiere del set a possedere il suo cuore fin da quando erano ragazzini.

Blair ha sempre pensato che il dio dorato Sander Christiansen fosse del tutto irraggiungibile… ed etero. Ora che Sander è tornato nella loro città natale, sembra che le conclusioni di Blair fossero sbagliate. Man mano che le cose sul set e in camera da letto si scaldano, Blair si rende conto di non essere più il ragazzino timido che non si è mai allontanato da casa e che forse per lui è arrivato il momento di avere la vita e l’amore che ha sempre desiderato. 

Recensione 
La piatta vita di Blair Fletcher cambia grazie a un incontro fortunato: mentre è impegnato a servire caffè al bar in cui lavora, attira l'attenzione di una nota produttrice di Hollywood, la quale gli propone di fare un provino per ottenere la parte di uno dei protagonisti di un nuovo teen drama, ambientato in una elitaria High School. Così, anche se non ha mai avuto esperienze nel campo recitativo, Blair diventa uno dei ragazzi più seguiti d'America interpretando il ruolo del "cattivo" Ryder, viziata e vendicativa Ape Regina del liceo di Coconut Cove.

"Piccolo segreto nerd", edito da Dreamspinner Press e tradotto da Aria Zanchet, ci racconta di un timido e insicuro ragazzo che riesce non solo a diventare un attore affermato, ma anche a conquistare il cuore di chi lo aveva fatto sognare durante gli anni dell'adolescenza, e cioè il cuore di Sander Christiansen.

Sander è tornato a Key West dopo aver perso il lavoro, e il caso vuole che trovi una nuova occupazione proprio sul set di Coconut Cove. Rivederlo spinge Blair a capire che il sentimento di attrazione verso il ragazzo più famoso del liceo non si è ancora assopito. Sander, però, non può essere interessato a lui perché etero, giusto?

M.J. O'Shea, in questo delizioso libro diviso tra fiction e realtà, ci parla dei sogni che si avverano, di un ragazzo che ha messo da parte i propri desideri per aiutare la madre e che ha trovato, esattamente in quel paesino che da sempre vuole abbandonare, una nuova speranza. 
Si sente un po' insicuro Blair, ha paura di non essere all'altezza degli altri, sia sul suo nuovo posto di lavoro, sia in campo sentimentale. Rivedere Sander, quindi, lo riporta indietro nel tempo, al periodo in cui, a scuola, era solo un nerd impacciato che guardava da lontano il ragazzo d'oro del liceo. 
Ma, per fortuna, il nuovo Sander è in grado di stupirlo e ammutolirlo perché è davvero cambiato ed è molto diverso da come Blair lo ricordava. Adesso è più disponibile e simpatico.

Ho trovato interessante la scelta di inserire nel romanzo alcune parti dello show di cui Blair è protagonista: in questo modo, conosciamo gli alter ego dei personaggi presenti nel libro, ed è più facile notare la differenza che intercorre tra la persona reale e quella che ritroviamo davanti la telecamera! 
La storia d'amore tra Blair e Sander è molto dolce e romantica. Piano piano, nei loro incontri serali, i due riescono a conoscersi veramente, e Sander, alla fine, riesce a rivelarsi e a spiegare a Blair quello che prova. 

Con leggerezza e un pizzico di ironia, "Piccolo segreto nerd" ci parla delle maschere che indossiamo per tessere e costruire le nostre relazioni. Il parallelismo tra il nuovo lavoro di Blair e il ruolo che Sander ha recitato durante la sua vita da adolescente, ci fa capire che non è facile celare i propri desideri, o camuffare la propria personalità, soprattutto quandosi è disposti a scendere a compromessi non sempre felici pur di essere accettati.

Spero di leggere gli altri libri della serie, dal momento che in questo primo volume sono stati presentati tanti personaggi intriganti. E poi, lo ammetto, vorrei anche sapere cosa succederà ai ragazzi di Coconut Cove!
3/21/2019

Recensione: "Nemici dello stato" (Serie The Executive Office #1) di Tal Bauer

by , in
Cover, Tal Bauer, Triskell Edizioni, The Executive Office
Titolo: Nemici dello stato
Titolo originale: Enemies of the State
Serie: The Executive Office #1
Autore: Tal Bauer 
Trad.: Mariangela Noto
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Contemporaneo/Poliziesco
Pagg.: 466
Data di uscita: 20 marzo 2019 
Link per l'acquistoTriskell - Amazon

Sinossi 
Un’organizzazione governativa corrotta e segreta che ha il presidente nel mirino.

Un agente del Servizio Segreto che infrangerà ogni regola.
Un presidente che si innamora dell’unica persona di cui non dovrebbe: un uomo.

Jack Spiers, neoeletto presidente degli Stati Uniti, sin dall’inizio del suo mandato si ritrova a dover lavorare incessantemente per evitare che il mondo vada in pezzi. 
Tra gli attacchi terroristici che stanno mettendo l’Europa in ginocchio, il continuo esibizionismo aggressivo della Russia e il pantano in Medio Oriente, Jack cerca disperatamente di mantenere le promesse fatte in campagna elettorale: lavorare per un mondo migliore e più sicuro.
Per l’agente speciale Ethan Reichenbach, Jack Spiers è solo un altro presidente, il terzo in dodici anni. Ethan, che dirige la scorta presidenziale ed è quindi al suo fianco tutti i giorni, si aspettava il solito politico di Washington, arrogante e presuntuoso, ma Jack lo spiazza con il suo umorismo e la sua umanità.
Ci sono regole precise che vietano che si crei un’amicizia tra un agente del Servizio Segreto e il suo protetto. Regole ferree. Inoltre, Jack è vedovo, e Ethan ha sempre evitato di innamorarsi di uomini eterosessuali, così mantiene le distanze. Ma il presidente lo attrae moltissimo e lui non è abbastanza forte da sottrarsi al richiamo.
I due uomini si avvicinano, infrangendo le regole, e il mondo è in bilico sull’orlo della guerra, mentre un’unità governativa corrotta e sotto copertura prende di mira Jack. 
Ethan dovrà rischiare ogni cosa per salvare l’uomo che ha scoperto di amare, la presidenza di Jack e il mondo intero. 

Recensione 
"Quello che voleva era impossibile." Riflette tra sé e sé Ethan Reichenbach, protagonista del primo volume della serie The Executive Office di Tal Bauer. "Lui voleva Jack. E non solo nel senso fisico. Non voleva una sveltina e via. No, lui non era il compagno di una notte sola. Per la prima volta, voleva tutto. Il sogno americano, una famiglia felice. Voleva le mattine dopo, e vedere Jack che si svegliava lentamente tra le sue braccia. [...] Voleva ascoltarlo parlare di politica e del mondo e di come avrebbe portato ordine su un pianeta caotico, disperato e mortale." Ma "Come sarebbe mai potuto accadere? Le loro vite, i loro lavori, la sessualità di Jack. Tutto era contro Ethan." E, in effetti, in "Nemici dello stato" c'è tutto. Ci sono un equilibrio prestabilito ed emozioni che vi si ribellano. Ci sono torbidi giochi di potere e l'inesorabile precipitare delle cose, che nascondono e svelano sempre altre cose. Ci sono tradimenti e inganni, sentimenti angosciosi ma anche rassicuranti e c'è, soprattutto, una combinazione intelligente ed esplosiva di suspense e romanticismo.
Tal Bauer mette a fuoco lo sguardo sui meandri del cuore e, allo stesso tempo, crea un insieme di storie, di personaggi e di paesaggi che si imprimono nella mente con esiti di grande incisività. La sua è una riflessione del tutto personale e sentita degli eventi raccontati, in cui non manca una buona dose di pragmatismo e stravaganza, di umorismo e malinconia, di certezze e ambivalenze.
"Nemici dello stato" è, insomma, una lettura incredibilmente bella e appagante — dalla prima all'ultima pagina — che disegna vicende e figure secondarie convincenti e ricche di fascino.
In questo intreccio di destini appena accennati — di cui scopriremo l'origine e l'evoluzione nei prossimi volumi della serie — dominano la scena i due protagonisti, Ethan Reichenbach e Jack Spiers.

Ethan, "il nuovo agente speciale anziano responsabile della protezione del neoeletto presidente" degli Stati Uniti d'America nonché capo del suo Servizio Segreto, è un uomo abituato a combattere. Nella vita ha affrontato con coraggio sia le situazioni letali degli scenari di guerra militarizzati, sia i potenziali pericoli che si celano sotto il sole di Washington. È un uomo di valore, risoluto, con un carattere granitico e un comportamento integerrimo. Ha dedicato l'intera esistenza al servizio del suo Paese e, benché sia apertamente gay, non ha mai voluto restare invischiato in una relazione a lungo termine. In parole povere, Ethan Reichenbach non si è mai innamorato. Non si è mai sentito, cioè, completamente preso da un'altra persona. Ovverosia, non ha mai conosciuto le delizie e le gioie dell'amore — figuriamoci quindi i dolori!
Tutto questo, però, fino a quando non incontra il nuovo POTUS, per l'appunto Jack Spiers.
Jack è il secondo eroe di "Nemici dello stato". È un presidente sui generis perché, a differenza dei suoi predecessori, agli occhi di Ethan appare fiducioso, onesto, alla mano, brillante e scanzonato. È, senza ombra di dubbio, un uomo segnato dalla vita e sfortunato in amore, ma non per questo è diventato cinico e sprezzante. Al contrario, è un presidente affabile, pieno di comprensione, desideroso di mostrare al mondo le sue capacità e di portare a compimento il suo programma politico secondo sentimenti di equità e rispetto. In parole povere, Jack è il presidente che tutti vorremmo — compreso, ahi lui, anche Ethan!

Per l'agente speciale Reichenbach, entrare nel mondo di Jack significa acquisire una nuova consapevolezza di sé e della realtà. La vicinanza con il presidente non soltanto risveglia il suo desiderio di amare, ma, al tempo stesso, rappresenta per lui anche un rito di passaggio. Durante i loro incontri, infatti, Ethan è costretto a mettere in discussione se stesso e a lasciare quello spazio protetto — del lavoro, degli amici, della spensieratezza, del divertimento — per confrontarsi con emozioni e sentimenti sconosciuti e con le asperità e le contraddizioni della vita.
A dispetto delle regole, della divisione di classe e dei differenti ruoli sociali, tra di loro nasce una profonda e significativa amicizia. E se da una parte questo delicato ma irrefutabile legame non ha il permesso di erompere dalla segretezza dello Studio Ovale, dall'altra, obbliga entrambi a interrogarsi su tutto quello che potrebbero perdere se vi mettessero la parola fine. La capacità di smarrirsi, di trasgredire, di provare dei sentimenti, di essere felici.
Forse, in alcuni passaggi la vena sentimentale è piuttosto intensa, ma ho apprezzato moltissimo lo sviluppo della storia d'amore all'interno del romanzo.
Tendenzialmente, "Nemici dello stato" è etichettato come un gay for you, ma io credo che l'autore abbia introdotto, con garbo e tenerezza, il tema della demisessualità, regalando al personaggio di Jack una spontaneità dolce e positiva. Ed è questo un aspetto della trama in cui mi sono riconosciuta e che ho trovato credibile in modo particolare.

Ha fatto breccia nel mio cuore, anche, al di là di ogni più rosea aspettativa, la parte in cui entrano in gioco la politica e l'azione.
Tal Bauer si muove sul filo sottile dell'ambiguità ricorrendo, con accortezza, al binomio conflitto-spie e alla più classica delle battaglie per la conquista del potere.
L'impatto della narrazione è fortemente visivo e avvincente, e rivela, in una corsa contro il tempo davvero mozzafiato, i rapporti di fiducia, tensione e ostilità che intercorrono tra le figure principali e secondarie. E così, mentre si insegue l'evolversi del conflitto, raccontato attraverso il punto di vista dei vari personaggi coinvolti o direttamente dai titoli di giornale — come un diario di bordo che scandisce il susseguirsi degli eventi —, emerge la vera natura di alleati e nemici, impegnati a preservare la loro posizione di vantaggio e di dominio.
Ma, ancora una volta, tra missioni rischiose, atti di brutalità privi di etica e contrasti all'apparenza insanabili, c'è sempre il legame forte, bello e appassionato di Ethan e Jack, i quali — sebbene per motivi diversi — vanno incontro alla perdita della loro innocenza. Accettando una sfida che li spinge a crescere e maturare, danno prova di amarsi e di amare il loro Paese a ogni costo.

"Nemici dello stato" è un romanzo di pura finzione che intrattiene e non delude. È un romanzo che ha solleticato la mia curiosità e mi ha sfidato a raccogliere gli indizi disseminati lungo tutto il racconto per risolvere un mistero trascinante e mai banale. È vero, i personaggi sono divisi in buoni e cattivi, sono intelligentissimi, fortissimi e capaci di resistere a qualsiasi prova, ma hanno anche il grande merito di infondere speranza e coraggio. Le loro scelte, così come la loro fiducia nell'umanità, rafforzano l'idea — purtroppo, molto astratta di questi tempi — che il bene prima o poi prevarrà sul male. Basta rimanere dalla parte della giustizia e della lealtà. Basta restare dalla parte pulita ed eroica di Ethan e Jack. Basta essere con loro, sempre, fino in fondo.
3/21/2019

Libri in uscita: "Re di Picche" (Serie Four Kings Security #1) di Charlie Cochet

by , in
Titolo: Re di picche
Titolo originale: Love in spades
Serie: Four Kings Security #1
Autrice: Charlie Cochet 
Trad.: Emanuela Graziani 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Contemporaneo/Poliziesco 
Pagg.: 310 
Prezzo: € 5,99 
Data di uscita: 30 marzo 2019
Link per l'acquisto: Triskell - Amazon

Sinossi 
L’ex soldato delle Forze Speciali Anston «Ace» Sharpe ora combatte una battaglia diversa, che coinvolge il mondo della sicurezza privata nello stato della Florida. Come comproprietario della Four Kings Security, Ace e gli altri Kings affrontano di tutto, da indagini e trasporti armati alla cyber intelligence e alla executive protection. Presuntuoso, intrepido e sfacciato, Ace non ha paura di correre rischi. 

Dopo aver lavorato per anni a fianco del padre Paxton, Colton Connolly è pronto a prendere il comando della Connolly Maritime, ma il pensionamento del genitore viene accantonato quando Colton inizia a ricevere minacce di morte. Come se ciò non bastasse, Paxton firma un contratto con la Four Kings Security per fornirgli protezione giorno e notte, nonostante il suo rifiuto ostinato. La vita di Colton viene così messa sottosopra, e l’ultima cosa di cui avrebbe bisogno è un’ombra, soprattutto se sotto forma del seccante e super sexy Ace Sharpe, che sembra avere la missione di farlo impazzire.

Volano scintille non appena i due si conoscono sulla torrida pista da ballo di un night club. Ma farsi coinvolgere da un cliente, per quanto impetuoso e bellissimo come Colton Connolly, è un limite che Ace non è disposto a superare. Dal canto suo, Colton può essere attratto dall’ex soldato, ma è rimasto scottato da una relazione precedente. Forse è disposto a mettere la sua vita nelle mani di Ace, ma non il suo cuore. 

Le notti della Florida si scaldano, e così anche la loro passione. Ace e Colton hanno a che fare con una scelta difficile: buttarsi e rischiare tutto o agire in modo cauto e mollare?

Sempre se Ace sarà in grado di impedire a una minaccia mortale di rubare a Colton il futuro... 

Charlie Cochet biografia
Charlie Cochet è un’autrice di giorno e un’artista di notte. Sempre pronta a piegarsi ai voleri della sua musa capricciosa, niente le risulta impossibile quando si tratta di seguire la sua passione. Dal genere storico al fantasy, dal contemporaneo alla fantascienza, i suoi protagonisti avranno molte occasioni di lottare contro il male, ma anche di intraprendere romantiche storie d’amore!
Charlie vive nella Florida centrale ed è a completa disposizione di un Doxiepoo desideroso di conquistare il mondo. Quando non scrive, di solito potete trovarla immersa nella lettura, nel disegno o in un buon film. Vive di caffè, si nutre di musica e ama avere notizie dei suoi lettori. 

Charlie Cochet contatti
Sito web clicca qui
Blog clicca qui
E-mail charlie@charliecochet.com
Facebook clicca qui
Twitter @charliecochet
Tumblr clicca qui
Pinterest clicca qui
Goodreads clicca qui
THIRDS HQ clicca qui 

Triskell Edizioni contatti
Facebook CLICCA QUI 
Twitter CLICCA QUI 
Instagram CLICCA QUI
Sito CLICCA QUI
3/18/2019

Recensione: "Prima che cali il giorno" (Serie La Volta #2) di Mary Calmes

by , in
Titolo: Prima che il giorno cali
Titolo originale: Late in the Day 
Serie: La Volta #2
Autrice: Mary Calmes 
Trad.: Sara Linda Benatti
Casa Editrice: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 186
Cover Artist: Reese Dante
Data di uscita: 19 marzo 2019
Link per l'acquistoDreamspinner Press - Amazon

Sinossi 
Terrence Moss. Conrad Harris. Gold Team Leader. Darius Hawthorne. La Volta. Fare il giocoliere con tutti questi nomi per alcuni potrebbe essere un problema, ma per Darius è la quotidianità. Quando un capitolo della sua vita si chiude, lui si lascia alle spalle un nome e le persone a esso collegate. In oltre quarant’anni è riuscito a tenersi alcuni colleghi, perfino qualche amico, ma nessun compagno. Qualcosa però sta cambiando.

Il più recente capitolo della sua esistenza si apre su uno scenario completamente diverso: una casa stabile, un’identità recuperata, una famiglia improbabile, e adesso la possibilità di incontrare di nuovo il solo uomo che Darius abbia mai amato, Efrem Lahm. I motivi della loro separazione sono ancora validi e sembra impossibile che i due possano fidarsi l’uno dell’altro. Ma Efrem ha già deciso che non lo lascerà andare… e Darius dovrà decidere se vuole mettere a rischio il suo cuore, prima che cali il giorno. 

Serie La Volta 
Basta un giorno (La Volta #1): qui 

Recensione 
"Prima che cali il giorno" è il secondo volume della serie La Volta di Mary Calmes, tradotto da Sara Linda Benatti
Incontriamo La Volta alla fine del primo volume, "Basta un giorno", come capo di un’organizzazione segreta che ha il compito di trovare e proteggere cose, misteri e individui, ma lo conosciamo più approfonditamente nel volume seguente, in uscita il 19 marzo per Dreamspinner Press. Fin dall’inizio, è evidente che tale organizzazione rappresenta una vera e propria possibilità di riscatto per uomini il cui destino sembra già segnato e senza speranza. Occorre, però, fare un passo indietro prima di addentrarci nel vivo della storia. 

In "Basta un giorno", conosciamo Ceaton Mercer, valoroso Marines e tiratore scelto, allontanato con disonore dopo aver disobbedito a un ordine che avrebbe condotto a morte certa il Gold Team, un gruppo speciale in missione segreta. Dopo questo drammatico episodio, un evento gli permette di entrare nelle grazie di un potente boss mafioso, diventando parte di un'autentica famiglia, di cui ha sempre sentito la mancanza. Anni al servizio del boss gli consentono, poi, di diventare il suo braccio destro fino a una nuova e sorprendente svolta, che cambia totalmente la sua esistenza: Ceaton sperimenta quel tipo di amore che mai avrebbe immaginato di incontrare e ottiene una possibilità di riscatto grazie a un uomo che non lo ha mai dimenticato e che gli deve la vita.
Il Gold Team Leader, conosciuto anche come Terrence Moss, Conrad Harris, nato come Darius Hawthorne e noto infine come La Volta, è il protagonista del secondo libro della serie, e il suo baricentro. Tante identità, le sue, per salvarsi e nascondere il vero se stesso, per necessità o per dovere. La Volta è stato un bambino in fuga da assassini, un soldato talmente bravo da dover abbandonare il suo grande amore per diventare un killer professionista, un uomo divenuto capo di un’organizzazione che agisce di nascosto e a livello internazionale e che si circonda di poche persone fidate — incontrate indossando ogni volta una maschera diversa — alle quali affida il compito di aiutarlo a proteggere se stesso e tutti coloro che ne hanno bisogno. 

Non voglio raccontarvi altro di questi due libri perché La Volta, oltre a essere una serie romance dove ogni protagonista trova o ritrova l'amore vero, è soprattutto la storia dei suoi protagonisti, del loro passato e di tutte le scelte che, nel bene e nel male, li hanno portati a diventare parte non solo di un'organizzazione, ma anche di una famiglia in cui lealtà e fiducia si affiancano all'affetto consolidato nell'amicizia che li lega. 
E in questo secondo volume, infatti, ritroviamo personaggi e protagonisti dei libri precedenti che hanno incontrato Darius, o Terrence, o Conrad, amici e protetti che sono rimasti nella sua vita nonostante egli se ne sia allontanato per non metterli in pericolo. 
Devo confessare che ritrovarli è stato emozionante, e Mary Calmes si diletta nel raccontarci fatti inediti sul proseguimento della loro vita e, se non li avete mai incontrati, dopo questa lettura magari sarete interessati a farlo. 
Così come ho amato rivedere i vecchi protagonisti, mi sono affezionata anche ai nuovi, caratterizzati molto bene. Personaggi letali, strafottenti, forse anche pieni di difetti, ma sempre pronti ad aiutare gli amici e a mettere a repentaglio la propria vita pur di proteggerli. Sono uomini che trovano il modo di riscattarsi, di mettere il proprio valore al servizio di un progetto più grande, ricostruendo una vita non più solitaria, ormai inscindibile dalla nuova fratellanza che Darius ha creato e crea intorno a sé. E, naturalmente, anche la parte romance è tutta da leggere, perché questi uomini freddi e spietati sono i migliori anche nelle loro passioni.
3/15/2019

Scaffale Rainbow #8

by , in
Titolo: Due o tre cose che so di sicuro
Titolo originale: Two or Three Things I Know for Sure
Autrice: Dorothy Allison
Trad.: Sara Bilotti
Editore: Minimum Fax
Genere: Memoir, Non-Fiction, Lgbt
Pagg.: 92 
Data di pubblicazione: 17 gennaio 2019
Prezzo cartaceo: € 12,00
Prezzo ebook: € 6,99
Link per l'acquistoMinimum Fax - Amazon - Ibs 

Sinossi 
Esistono tanti modi in cui i pettegolezzi di una generazione possono trasformarsi in leggende per chi li eredita. Lo sa bene Dorothy Allison che, con Due o tre cose che so di sicuro, ci regala un memoir intenso e lacerante che è piccolo gioiello. Illustrato con fotografie tratte dalla collezione personale dell’autrice, racconta la storia delle donne della sua famiglia – figlie, sorelle, cugine e zie – e degli uomini che le hanno amate, che spesso hanno abusato di loro e che, ciononostante, ne hanno condiviso i destini. E racconta la storia della stessa Dorothy e del percorso di riscatto che l’ha portata a scrivere La bastarda della Carolina, salutato anche in Italia come un capolavoro, e a conquistare, attraverso la parola e la reinvenzione letteraria, la propria personalissima salvezza.
Provocatorio, controverso e brutalmente onesto, il memoir della Allison ha la forza di raccontare di nuovo, da una prospettiva diversa e complementare, un mondo white trash nel quale bellezza e dolore, amore e crudeltà, sconfitta e riscatto non sono mai separabili, ma due facce di un’unica medaglia. 

Incipit 
«Ora vi racconto una storia», sussurravo alle mie sorelle, nascosta insieme a loro dietro le colline di terra rossa coltivate a fagioli e file su file di piante di fragole. I volti delle mie sorelle erano magri e appuntiti, avevano zigomi alti e occhi irrequieti, proprio come quello della mia mamma, quello di mia zia Dot, o il mio. Bifolchi, ecco cosa siamo, e cosa siamo sempre stati. Ci chiamano anche ceti bassi, plebaglia, classe operaia, poveri, proletari, pezzenti, rifiuti umani, o feccia. Da tutto questo, so far nascere storie. Storie carine o tristi, divertenti o drammatiche. E so adornarle di leggende, con l’atmosfera giusta e un po’ di romanticismo. 

***************** 

Titolo: Farla finita con Eddy Bellegueule
Titolo originaleEn finir avec Eddy Bellegueule
Autore: Édouard Louis
Trad.: Fabrizio Ascari
Editore: Bompiani
Collana: I grandi tascabili
Genere: Fiction, Lgbt
Pagg.: 175
Data di uscita: 13 ottobre 2016
Prezzo ebook: € 4,99 
Prezzo cartaceo: € 10,00
Link per l'acquistoBompiani - Amazon - Ibs 

Sinossi 
"Mi sono allontanato di corsa, subito. Giusto il tempo di sentire mia madre che diceva: "Cosa fa quel diavolo?" Non volevo restare con loro, rifiutavo di condividere quel momento. Ero già lontano, non appartenevo più a quel mondo ormai, la lettera lo diceva. Sono andato nei campi e ho camminato per buona parte della notte, il fresco del Nord, i sentieri sterrati, l'odore della colza, molto forte in quella stagione dell'anno. Tutta la notte fu consacrata all'elaborazione della mia nuova vita, lontano da lì." In realtà la ribellione contro i miei genitori, contro la povertà, contro la mia classe sociale e il suo razzismo, la sua violenza, i suoi riti, sono venuti dopo. Perché prima della mia rivolta contro il mondo della mia infanzia, è stato il mondo della mia infanzia a rivoltarsi contro di me. Troppo presto, infatti, sono diventato per la mia famiglia e per gli altri un motivo di vergogna, persino di disgusto. Non ho avuto altra scelta che scappare. E questo libro è il mio tentativo di comprendere. 

Incipit 
Della mia infanzia non serbo alcun ricordo felice. Non voglio dire che durante quegli anni io non abbia mai provato un sentimento di felicità o di gioia. Semplicemente, la sofferenza è totalitaria: fa scomparire tutto ciò che non rientra nel suo sistema. 

Édouard Louis biografia 
Édouard Louis è nato a Hallencourt nel 1992 e vive a Parigi.
Ha curato il volume Pierre Bourdieu: l’insoumission en héritage (PUF, 2013). È inoltre ideatore e direttore della collana “Des Mots” della Presses Universitaires de France. Farla finita con Eddy Bellegueule è il suo primo romanzo, diventato subito un caso letterario in Francia e tradotto in sedici paesi. Presso Bompiani ha pubblicato anche Storia della violenza (2016). 

My Instagram