Post Top Ad

venerdì 5 gennaio 2018

Recensione: "Sulla buona strada" di M.J. O'Shea

Titolo: Sulla buona strada 
Titolo originale: Open road
Autrice: M.J. O'Shea 
Trad.: Emanuela Cardarelli 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 180 
Data di uscita: 2 gennaio 2018 
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press 

Sinossi 
Quando l’uomo con cui sta da dieci anni lo lascia la sera del suo trentesimo compleanno e annuncia dieci ore dopo il suo fidanzamento con un ventiduenne, Angus è affranto, per non dire peggio. Trascorre intere giornate a letto, si ubriaca tutte le notti e finisce col perdere sia il lavoro che l’appartamento in cui abita. Il suo migliore e più vecchio amico, Reece, decide quindi che è ora di intervenire e di cambiare aria.

Reece e Angus partono insieme per un viaggio attraverso gli Stati Uniti. Non hanno un itinerario prestabilito; partono e basta. Ad Angus ci vogliono un paio di giorni per rispondere al suo amico con qualcosa di più che grugniti, ma alla fine si apre. I due guidano, parlano, si leccano le ferite, piangono, a volte bevono un po’ troppo, ballano, fanno nuove amicizie… e da qualche parte tra la Portland dell’Oregon e la Portland del Maine s’innamorano.

Ed è l’ultima cosa al mondo che Angus si aspettava. 

Recensione 
Sulla buona Strada di M.J O'Shea, trad. di Emanuela Cardarelli, edito da Dreamspinner Press, ci racconta di un lungo viaggio per ritrovarsi, capirsi e amarsi, che si snoda lungo le suggistive strade che collegano una tranquilla Portland, nell'Oregon, ad alcune delle città più affascinanti degli Stati Uniti. 
Angus e Reece, mentre visitano la sfavillante Las Vegas, assaporano assenzio a New Orleans e siedono sulle scale del MET, faranno il viaggio più importante della loro vita, scoprendo l'amore che fin da bambini li ha sempre legati in modo indissolubile. 

Angus ha una vita all'apparenza felice: ha un buon lavoro, un bell'appartamento e un fidanzamento di lunga data con un uomo che sembra la sua anima gemella. A completare il quadro, rendendolo perfetto, si aggiungono la salda amicizia di Reece, che considera praticamente un fratello, e una famiglia affiatata e un po' impicciona che lo adora.
Durante la festa del suo trentesimo compleanno, però, il fidanzato lo lascia senza alcuna spiegazione, annunciando, dopo qualche ora, il proprio fidanzamento con un altro ragazzo, che sembra la sua copia più giovane.
Per Angus inizia un periodo di profonda crisi e di sconvolgimenti inattesi: perde il lavoro e la casa, e impara a mentire alla sua famiglia tanto amata, che non si accorge di quanto sia opprimente e distruttivo il suo dolore. Solamente Reece riesce a farlo uscire dal profondo stato di depressione in cui versa; l'amico, infatti, lo obbliga a risvegliarsi dal suo torpore, e i due ragazzi partono per un viaggio in auto senza nessuna meta. 

M.J. O'Shea ci accompagna con dolcezza in un viaggio piacevole, che ci farà conoscere non solo splendide città americane, ma sopratutto i sentimenti che legano questi due ragazzi, i quali si amano e si sostengono fin da quando sono bambini.
Angus stenta a credere che la relazione su cui ha basato la sua vita sia finita, si sente perso e senza alcun futuro, ma viaggiando e scoprendo nuove realtà, riesce a comprendere che il suo ex, dopo i primi anni, ha cercato di cambiarlo e di renderlo una persona diversa da ciò che è.  Reece lo accompagna, lo sostiene, lo cura, e i due, lentamente, una città dopo l'altra, si rendono conto che a unirli non è soltanto l'amicizia, ma anche un grande amore. 

Reece è un personaggio che ho adorato. Segretamente innamorato dell'amico, non ha mai voluto dichiarare i propri sentimenti rispettando i confini della sua relazione, sebbene abbia sempre saputo che Angus non è mai stato veramente felice. Reece è sempre stato presente, al suo fianco, lo ha incoraggiato e supportato senza mai chiedere nulla in cambio. Ed è proprio grazie a lui che Angus riesce a riappropiarsi di se stesso, a tornare a essere quello che era prima del suo rapporto fallimentare, e a capire che la sua vita può ricominciare e diventare incredibilmente bella e vera. 
Dopo essere entrato in contatto con personaggi stravaganti e un po' pazzi, Angus conosce anche se stesso e i sentimenti che lo legano a Reece. L'autrice riesce, con bravura, delicatezza e attenzione,  a renderci partecipi della nascita di questo dolcissimo amore, raccontandoci di una stretta di mano, di un abbraccio o di un bacio fugace.
Ho trovato bellissima la descrizione stessa del viaggio e delle città visitate dai due pratagonisti: vi ritroverete nel mezzo del Choachella Festival e all'interno di sfavillanti locali di Las Vegas a ballare, e ne avvertirete tutta l'energia. L'autrice, d'altronde, è stata veramente brava a unire, con armonia, le due anime di questo libro on the road. Un libro che consiglio per la dolcezza dei due protagonisti e del loro romantico amore.
gennaio 05, 2018 / by / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad