Post Top Ad

sabato 29 luglio 2017

Recensione: "Ricette per chiarire" (Serie Il curioso ricettario di Nonna B #1) di Amy Lane

Titolo: Ricette per chiarire 
Titolo originale: Food for thought
Serie: Il curioso ricettario di Nonna B #1
Autrice: Amy Lane 
Traduzione: Martina Nealli 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo 
Pagg.: 85 
Data di uscita: 1 agosto  2017 
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press - Amazon

Sinossi 
Una domenica mattina, Emmett Gant esce di casa deciso a confessare al padre una cosa importante, ma scopre che l’uomo è venuto a mancare. Ora, a quasi tre anni di distanza, il giovane non riesce a capire con chi stare: la ragazza dalle guanciotte da criceto e la famiglia numerosa, o Keegan, il vicino di casa che, pur non avendo una famiglia, lo rende felice con la sua sola presenza? 

Ci vuole qualcosa per schiarirsi le idee.

Per fortuna, la mamma del suo migliore amico possiede un libro di ricette capaci di snebbiare le menti più confuse, e Emmett ne viene subito conquistato. Quando il libro lo segue fino a casa, lui e il vicino decidono di preparare un piatto “per chiarire”, e quello che segue è davvero chiarissimo – e forse anche un po’ sorprendente, soprattutto per la sua ragazza. Emmett dovrà quindi riflettere sul passato e sulla cosa importante che voleva confessare al padre, se non vuole rischiare di rovinare la ricetta per l’amore perfetto. 

Recensione
Emmett Gant ha un disperato bisogno di fare parte di una famiglia. Da quando sua madre ha abbandonato il focolare domestico, lasciandolo solo a cinque anni con suo padre, ne sente la mancanza. Suo padre Ira lo ha sempre amato, di questo è sicurissimo, ma non è mai stato in grado di parlare con lui, di fare quelle conversazioni che animano la casa e riscaldano il cuore. 
Il suo amico Vinnie, figlio dei vicini di casa, gli restituisce parte di quello che ha perduto, introducendolo nella sua famiglia composta da centinaia di persone, dove trova due genitori che lo adottano simbolicamente e numerosi fratelli e sorelle. Le loro riunioni sono chiassose, si discute, si scherza e si gioca insieme.
Quando, finalmente, decide di dichiarare il suo orientamento sessuale al padre, all’ultimo anno di università, purtroppo, lo attende ancora il silenzio, perché suo padre improvvisamente viene a mancare, ultimo elemento di una famiglia che ormai non esiste più. Rassegnato, decide di mantenere il segreto e di andare avanti con l’intenzione di creare una nuova famiglia, la sua, con tanto di moglie e figli. Uscire con la sua collega Christine non è così difficile, è una ragazza simpatica e gentile, ma rimane sempre una donna e non c’è verso per lui di provare attrazione nei suoi confronti. 
A complicare di più le cose ci pensa Keegan, il suo vicino di casa, con il quale ha stretto una profonda amicizia da quando, un anno prima, si è trasferito nella sua nuova casa. Keegan che parla sempre, che ha sostituito il padre nei rituali della domenica mattina, divertente, sempre pieno di energia e col sorriso sulle labbra. Con lui è facile fare ogni cosa, con lui Emmett vuole fare ogni cosa, tranne analizzare e comprendere fino in fondo quale sia il vero sentimento che prova nei suoi confronti.
Qui, però, subentra Nonna B e il suo magico ricettario. La mamma di Vinnie glielo regala, svelandogli la tradizione di famiglia e sottolineando che non si tratta del solito libro di ricette. La preparazione è più legata a momenti cruciali della vita, a stati d’animo che, attraverso gli ingredienti, possono anche arrivare alla rivelazione che si sta cercando. 
Una ricetta per chiarire è la causa per Emmett di ritrovare se stesso. Un porridge di barbabietole che avrà effetti devastanti nella sua cucina e che manderà in mille pezzi la diga della sua negazione, cedendo all’amore che dal primo giorno è nato in lui per Keegan. Un amore ricambiato, perché Keegan per un anno è rimasto in attesa che Emmett acquistasse consapevolezza, stuzzicandolo con il suo modo di fare e con le sue battutine, ma sempre attento a non oltrepassare i limiti che Emmett stesso si è imposto. E per creare la sua famiglia, Emmett farà anche la solenne rivelazione a suo padre, sperando di ottenere, dal luogo in cui trova, la sua approvazione.
Ancora una volta Amy Lane ci incanta con le sue storie e la sua scrittura. Ci stritola il cuore con un inizio pieno di sofferenza che sfocia nella rassegnazione. Ci porta nella vita caotica della famiglia di Vinnie, il miglior amico di sempre, e della sua adorabile mamma Flora, che ama Emmett come fosse il suo settimo figlio. Una mamma con la vista lunga che gli regala quel magico libro di ricette, che sarà fondamentale per costruire il futuro di Emmett, abbandonando alla fine le menzogne. 
Il rapporto con Keegan è molto tenero, ci fa comprendere sin dall’inizio l’amore che si nasconde dietro la loro amicizia e che esploderà inarrestabile con scene davvero molto calde ma sempre sul filo dell’ironia che contraddistingue il loro rapporto.
"Ricette per chiarire" è un racconto perfetto e non potevo aspettarmi nulla di meno da questa autrice, sempre in grado di sondare l’animo umano e tutte le sue emozioni, dosando perfettamente tutti gli ingredienti di cui dispone, esattamente come avviene con il libro di ricette di Nonna B, che ritroveremo nei prossimi libri di una serie che si prospetta, dopo questo inizio, davvero molto interessante e ricca di emozioni. 

luglio 29, 2017 / by / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad