Post Top Ad

martedì 11 luglio 2017

Recensione; "Il Ladro" (Serie Bodyguards #2) di Patricia Logan


Titolo: Il Ladro
Titolo originale: The Thief
Serie: Bodyguard – Libro 2°
Autrice: Patricia Logan
Traduzione: Alessia Esposito
Genere: Contemporaneo
Formato: E-book
Link per l'acquisto: Amazon

Sinossi 
Ranger Corrigan, ex marine e vero eroe, è a un passo dal raggiungere i suoi compagni veterani tra i senzatetto di Los Angeles. Quando gli viene offerto un lavoro ben retribuito in una villa enorme, Ranger esulta all’idea di avere un tetto sopra la testa e un pasto caldo nello stomaco.
L’affascinante e acculturato Landry Metzel ha una vita troppo agiata per essere solo il perito assicurativo che sostiene di essere, e Ranger vuole sapere perché è stato assunto per proteggere un uomo innocuo, senza nemici. Di certo Metzel non sarebbe triste se dovesse andarsene.
Quando dei capolavori famosi iniziano a sparire all’improvviso da collezioni private, Ranger comincia a fare due più due e, appena un detective della LAPD comincia a fare domande sugli omicidi legati ai furti, Ranger decide di scoprire di più sull’uomo da cui è attratto.
Un marine arguto, un uomo che nasconde disperatamente un segreto e un omicida. 

Recensione 
"Il Ladro", secondo volume della serie Bodyguard di Patricia Logan, ci porta nel mondo delle opere d'arte, per la precisione nel giro dei quadri scomparsi in un periodo molto buio per la storia dell'umanità ovvero quello dell'avanzata nazista in Europa e dell'inizio della seconda guerra mondiale.
È, dunque, un libro dai toni e dai contenuti che, onestamente, non mi sarei mai aspettata e di cui sono rimasta piacevolmente sorpresa, dal momento che non è soltanto una bella storia d'amore o un bel poliziesco con sparatorie e inseguimenti ma anche un invito alla riflessione, una lettura che ricorda un periodo storico che, soprattutto adesso, non dobbiamo e non possiamo dimenticare. 

Ne
"Il Ladro" ritroviamo l'ex Seal Ranger Corrigan che abbiamo conosciuto nel primo libro della serie e che grazie all'amico Taz ottiene un impiego come guardia del corpo presso la famiglia Metzel con l'incarico di proteggere il ricco Landry, un giovane perito assicurativo che incuriosisce e affascina immediatamente il marine.
Naturalmente, Landry non è proprio quello che dice di essere e Ranger inizia a dubitare del perchè sia stato chiamato per quel lavoro.
Tra opere d'arte rubate, ladri gentiluomini e un passato doloroso che si ripresenta, tra i due uomini nasce un sentimento forte che li metterà alla prova, a costo di rischiare anche la loro vita. 

Il Seal e l'esperto d'arte sono due personaggi agli antipodi: le esperienze, il modo di vivere e anche l'aspetto fisico li differenziano notevolmente ma si scopre ben presto che i due hanno molti elementi in comune. L'apparente fragilità e l'insicurezza di Landry, poi, il suo essere meravigliosamente nerd, attraggono il marine forte e determinato e fanno nascere in lui bisogni e necessità di cui non aveva mai sentito l'urgenza.
La storia d'amore fra i due protagonisti è molto dolce e passionale, in puro stile Logan; la parte investigativa è ben strutturata con un interessante colpo di scena finale e come in tutti i libri di Patricia ritroviamo alcuni dei protagonisti di altre serie: il detective Cassidy Ryan e Taz con il compagno Storm. 
Molto ben riuscito è il personaggio del maggiordomo di casa Metzel, Belzer, che ormai da anni è al servizio della famiglia e che considera Landry come un figlio. Belzer è un uomo anziano e provato dall'artrite, ma in ogni sua azione è evidente l'amore e la stima che prova nei riguardi della famiglia per cui lavora e che molti anni prima lo ha accolto e aiutato dopo la sua fuga da un'Europa distrutta dalla guerra. 

Tutti gli uomini che nascono dalla penna di questa autrice sono risoluti, belli e intrepidi, pieni di forza e di passione ma in questo caso il protagonista presenta una complessità ancora più fascinosa e intensa: Ranger è un marine abituato alla morte e alla distruzione che è, al contempo, annichilito dalle esperienze di una guerra ormai lontana ma costantemente presente e che ha lasciato sulle coscienze un'ombra che non può essere cancellata, il ricordo di un passato che può sempre ritornare. 

Bodyguards è, in definitiva, una serie che unisce personaggi ben caratterizzati, storie originali dai risvolti importanti e sorprendenti, intrecci e accadimenti che emozionano e coinvolgono, conditi con un pizzico di mistero e di suspense, tutto ottimamente tradotto e curato dalla Quixote Traslations. Quindi, dopo questa bella lettura non mi resta che attendere il prossimo libro di Patricia nella speranza che il tempo passi in fretta! 

luglio 11, 2017 / by / 3 Comments

3 commenti:

  1. Grazie for the fantastic review ❤️

    RispondiElimina
  2. E' sempre bello leggere i tuoi libri!

    RispondiElimina
  3. Non solo mi è piaciuto il libro per la sua trama e la complessità dei personaggi ma ho apprezzato da morire la scoperta di una Patricia Logan piena di humor che alleggerisce la storia con alcune pagine di un umorismo elegante e irrefrenabile dando ancora una volta la dimostrazione di quanto ecclettica possa essere.

    RispondiElimina

Post Top Ad