Post Top Ad

giovedì 29 giugno 2017

Recensione: "Polvere d'Oscurità" (Serie Legami di Sangue #4) di Agnes Moon

Titolo: Polvere d’Oscurità 
Serie: Legami di sangue # 4 
Autrice: Agnes Moon 
Editore: Self-Publishing 
Genere: Paranormal/Fantasy
Pagg.: 214 
Data pubblicazione: 5 giugno 2017 
Prezzo ebook: 3,49 
Link per l'acquistoAmazon

Sinossi 
Da quando è stato testimone delle efferatezze compiute dai Cacciatori dell’Occulto, Daniel Whitmore non riesce più a darsi pace, specie dopo l’incontro con un prigioniero molto speciale, un giovane vampiro che sostiene di conoscerlo. 
Un “buco” di trenta giorni nella sua vita, un affascinante signore della notte di nome Bastien che sembra sapere tutto di lui e una missione suicida in cui venderà cara la pelle, stravolgeranno il suo mondo e la sua visione della vita. 
Mentre l’intero Clan è sulle sue tracce, Thomas scopre di essere al centro di un piano orribile e malvagio, qualcosa che potrebbe distruggere per sempre il suo spirito. 
A volte lo sguardo di un nemico nasconde un animo puro, a volte dietro una vita eterna può celarsi un tormento infinito. Aidan è un essere misterioso e pieno di segreti, ma Thomas è convinto di poter arrivare al suo cuore... 

Un mix di romance, avventura e mistero ci accompagna verso l’epilogo della serie Legami di sangue, e quando infine l’ultima battaglia infurierà, vecchi e nuovi amici si scontreranno all’ultimo sangue contro un’entità diabolica e sfuggente, finché non resterà altro che… polvere d’oscurità.

Recensione
Con "Polvere d'Oscurità" volge al termine la serie Legami di Sangue di Agnes Moon e si chiude il sipario sulle avventure del Master Vincent de Saint-Bonnet e della sua famiglia vampiresca. 

Il volume precedente si era concluso con il salvataggio di Philip e del suo Coeur de Sang, il licantropo James, e con la scoperta di una prigione gestita dai Cacciatori in cui si eseguivano esperimenti sui non umani. Rimanevano, però, irrisolte due grandi questioni: cosa era successo fra Bastien, il secondo in comando e amico fraterno di Vincent, e il giovane cacciatore Daniel, incontrato nel libro dedicato a Mal e Boris? E dov'era finito il giovane novizio Thomas, catturato con Philip, e di cui si erano perse le tracce? 
"Polvere d'Oscurità" è, dunque, un libro che si snoda lungo due tracce narrative, grazie alle quali l'autrice ci farà conoscere la storia di Bastien e Daniel e quella del povero Thomas, che in prigionia troverà dei cari amici e, forse, anche l'amore. 

Dei quattro personaggi principali della storia, tre li avevamo già incontrati nei lavori precedenti di Agnes, ed ero molto impaziente di conoscere il loro passato.
Bastien è quello che più mi aveva intrigata durante la lettura della saga. L'antico vampiro, amico e consigliere di Vincent si è sempre presentato come una persona schiva e riservata, ma anche intelligente e sagace, sempre pronta a concedere il beneficio del dubbio e a volere conoscere le situazioni prima di giudicarle. È stato lui a far vedere sotto un'altra luce e una prospettiva diversa allo stesso Master la fuga e le azioni di Liam, favorendo così il loro riavvicinamento. 
Bastien si rivela, quindi, un personaggio molto complesso, con un passato difficile da dimenticare e con oscuri segreti che vengono portati alla luce dalla dolce ingenutà di Daniel, un ragazzo che non ha avuto l'opportunità di vivere la sua fanciullezza e la sua adolescenza a causa di un padre sconvolto dalla morte della moglie e che ha votato la sua vita e quella del figlio alla vendetta.
Parallelamente a questa storia, si svolge quella di Thomas, imprigionato, senza alcuna via di fuga, da un essere malvagio che lo ha catturato solamente perchè gli ricorda il suo amore perduto. 
Il giovane vampiro trova in questo luogo terrificante, però, degli amici, un piccolo mezz'elfo e il misterioso Aiden, che rivestirà un ruolo importante nel suo piano per fuggire e ricongiungersi finalmente al suo clan. 

"Polvere di Oscurità" è un libro corale: incontriamo tutti i personaggi che abbiamo imparato ad apprezzare e amare nei volumi precedenti; tutti i punti in sospeso trovano la loro risoluzione; tutti i personaggi hanno, per fortuna, il loro lieto fine e il cattivo viene finalmente sconfitto.
Lo stile di Agnes, diretto e pulito, ritorna anche in questo volume finale e sono immancabili i riferimenti a film e serie vampiresche, che stemperano un po' le situazioni più intense. Un volume, in definitiva, che gli appassionati della serie Legami di Sangue non possono perdere, soprattutto per assaporare la dolce conclusione delle avventure e disavventure di personaggi che, libro dopo libro, hanno conquistato il nostro cuore. 

giugno 29, 2017 / by / 2 Comments

2 commenti:

  1. Grazie mille per questa bella ed emozionante recensione! Sono davvero felice che vi sia piaciuto Polvere d'Oscurità e che vi siate appassionate alle vicissitudine dei miei personaggi <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Agnes e sono felice che ti sia piaciuta la recensione.!

      Elimina

Post Top Ad