Recensione "L'ironia del destino" (Serie L'ironia #2) di Mathias P. Sagan

Titolo: L’ironia del destino 
Titolo originale: L’ironie du destin 
Autore: Mathias P. Sagan 
Ambientazione: California 
Traduzione: Dalia Nobile per Quixote Translations 
Pagg.: 322 circa 
Genere: Contemporaneo 
Formato: E-book 
Serie: L’ironia  – Libro 2° 
Data di uscita: 25 Maggio 2017 
Link per l'acquisto: Amazon 

Sinossi 

Jesse Delgrange è uno studente in legge e convive con la sua migliore amica, Emma. È in cerca di un nuovo lavoro e sembra abbia trovato quello ideale, quando diventa baby sitter per una coppia di parrucchieri, Alan e Justin. Quando incontra il nuovo vicino di casa dei due uomini, fa di tutto per combattere la sua attrazione perché, da quando è stato licenziato dal suo precedente impiego per essere andato a letto con il suo datore di lavoro etero, ha giurato di non mai cadere più in quella trappola. 
Elliott Vital è appena tornato dagli Stati Uniti dove ha lasciato la sua ex-moglie con il suo exmigliore amico che si sono messi insieme, a loro dire, per colpa di un grande amore. Affranto, ha perso ogni certezza. Non solo, poiché non sa più nemmeno chi è. Etero o gay, le domande che si pone in ogni momento della giornata sono molto inquietanti. Ma avrà il coraggio di realizzare i suoi desideri e dichiarare il suo amore per il giovane della porta accanto? 

L'ironia di due destini che non avrebbero mai dovuto incrociarsi... 


Recensione
"L'Ironia del destino" è il secondo libro della dilogia L'ironia dello scrittore francese Mathias P. Sagan.
Dopo averli conosciuti nel primo volume "L'ironia della sorte", — una lettura molto coinvolgente, appassionante e imperdibile —, ritroviamo Alan e Justin, impegnati nella ricerca di una baby-sitter per il figlio, un bambino di sei anni un po' esigente.
Alla loro porta bussa Jesse, un ventiduenne studente universitario alla ricerca di un lavoro per potersi mantenere durante gli studi.
Nello stesso periodo, nell'appartamento accanto si trasferisce dagli Stati Uniti Elliott, che ha bisogno di riprendersi dal divorzio e dal tradimento della moglie con il proprio socio in affari.
I quattro uomini inziano a frequentarsi e passano sempre più tempo insieme, finché Jesse capisce di cercare e desiderare la compagnia di Elliott, anche se quest'ultimo ha messo bene in chiaro di essere eterosessuale.
Ma niente è immutabile e anche le persone possono cambiare. 

La storia creata da Mathias P. Sagan è semplice ma vera. Con una scrittura efficace ed espressiva, con dialoghi serrati e incalzanti l'autore ci racconta come un uomo di trent'anni, in questo caso Elliott, possa ridefinire il proprio orientamento sessuale nel momento in cui si sente attratto da una persona dello stesso sesso. 
Ho trovato molto realistico il modo in cui il protagonista scende a patti con la sua nuova attrazione: non è un cambiamento repentino, ma un evolversi lento e sentito, un rendersi conto che non c'è nulla di sbagliato ad amare un uomo, a volerlo e desiderarlo. Elliott studia, si informa, si mette in discussione, rivolgendosi e chiedendo consiglio persino alla moglie fedifraga e prendendo parte a delle chat di uomini gay.
Grazie a un incontro dopo l'altro, complice il piccolo Hugo, l'attrazione, l'intesa e l'amore crescono non solo per Elliott, ma anche per un Jesse alle prese con alcune difficoltà, come la paura di lasciarsi andare dopo avere avuto esperienze negative che lo hanno segnato.
Quello che differenzia "L'Ironia del destino" dai tanti libri simili per tematiche e argomenti è lo stile e la scelta narrativa di Sagan, che non si limita a raccontare la storia d'amore tra i due protagonisti, ma si sofferma anche sul loro vissuto, tanto che i personaggi finiscono per diventare persone reali con un passato denso allo spalle, fatto di famiglie, amici, studio e lavoro. Conoscerete e amerete, dunque, non solo Jesse ed Elliott, ma anche Alan e Justin e l'amica Emma, che incontrerà anche lei l'amore, e vi appassionerete a storie di vita vera, di famiglie, di coming out, di dolorosi addii.
Ho adorato particolarmente il finale, una fugace ma intensa visione dei protagonisti alcuni anni dopo, una scoperta felice della loro vita dopo la fine degli avvenimenti raccontati nel libro.
L'autore scrive nelle sue note iniziali che questa serie è composta solamente da due volumi, però spero che la Quixote Traslation ci porti altri romanzi di questo bravo e originale autore d'oltralpe. 


Commenti