Post Top Ad

venerdì 9 giugno 2017

Recensione: "Congedo assoluto" (Serie Liberi #2) di BA Tortuga

Titolo: Congedo Assoluto 
Titolo originale: The Articles of Release
Serie: Liberi #2 
Autrice: BA Tortuga 
Traduzione: Emanuela Graziani  
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Western 
Pagg.: 225 
Data di uscita: 13 giugno 2017 
Link per l'acquisto:  Dreamspinner Press - Amazon

Sinossi 
In congedo assoluto dalle forze armate dopo che la sua unità è stata attaccata in missione, Eric Tremaine sta cercando di rimettere insieme la sua vita così come i dottori gli hanno ricostruito la gamba ferita. Eric non ha una casa a cui tornare, visto che la sua famiglia in Louisiana lo ha rifiutato, quindi finisce in Texas con il vecchio commilitone Adam Winchester e il suo compagno Sage. 
Quando Eric decide che è arrivato il momento di smettere di stare con le mani in mano e piangersi addosso, conosce l’allenatore Troy Daniels, che ha perso entrambe le gambe in un incidente da adolescente. Troy sa come ci si sente quando il tuo corpo sembra un nemico. Dopo un inizio difficile, i due scoprono presto di avere abbastanza cose in comune per costruire un’amicizia, se non di più. Ma far crescere la loro relazione significa scoprire cosa possono offrire l’uno all’altro, e al mondo, prima di essere certi che l’amore che li lega non causerà più dolore che piacere. 

Recensione
Si vive solo una volta, abbiate coraggio e siate ciò che volete.
Quando ho letto la sinossi del secondo libro di questa serie, ho avuto due pensieri: che meraviglia, ritornano Sage e Win! Caspita, questo libro mi farà soffrire un sacco! Ebbene, B.A. Tortuga, invece, mi ha sorpreso con una storia in cui si respira un'atmosfera impregnata di amore, speranza e infinite possibilità. 

Dopo lo scoppio di una mina, Eric Tremaine si ritrova con una gamba ricostruita dai medici e congedato definitivamente dall’esercito. Non avendo una famiglia dalla quale tornare, contatta il suo ex commilitone Adam Winchester, che non esita a invitarlo a passare la convalescenza nel ranch dove vive con Sage.
Eric è un uomo che rischia di cadere in depressione a causa dell’inattività alla quale non è più abituato. Sage e Win lo incoraggiano ad andare avanti e pazientare, cercando una soluzione che possa guarire il suo fisico e il suo umore. E questa soluzione ha il volto sorridente di Troy Daniels.
Troy è l’allenatore nonché uno dei migliori amici di Sage, le cui ginocchia nuove stanno cominciando a funzionare alla grande, e Troy, con la sua tenacia e la sua simpatia, non può che essere perfetto per aiutare Eric. Il loro primo incontro è un disastro, un fraintendimento di Eric, poi la scoperta su Troy, tanto da lasciarlo scioccato e con un grande senso di colpa.  
Perché Troy, sempre così solare e propositivo, le sue gambe, le ha perse quando aveva quattordici anni in uno stupido incidente di moto, un tragico evento che avrebbe dovuto mettere fuori gioco un adolescente e che invece diventa un motivo in più per Troy per fare tutto ciò che ha sempre desiderato, e infatti non si fa mancare nulla: paracadutismo, surf e ogni cosa che potrebbe accendere la sua adrenalina. Un coraggio e una forza di volontà senza paragoni che non lo hanno mai abbandonato, anche grazie a due genitori meravigliosi e nove tra fratelli e sorelle più grandi di lui.
Eric, a poco a poco, si lascia travolgere da questo suo entusiasmo, uscendo dal suo guscio attraverso allenamenti estenuanti e battibecchi divertentissimi, che animano i dialoghi di tutto questo libro. 



E parliamo, infine, dell’amore che ci viene narrato. Un rapporto che si basa soprattutto sul tatto, sul toccare due corpi incompleti ma allo stesso tempo perfetti. Ogni carezza è un’emozione, ogni sguardo è come cogliere la bellezza dove di solito si nota l’imperfezione, l'incompletezza. BA Tortuga ci fa vivere queste sensazioni, facendoci dimenticare le mancanze e mostrandoci quanto questo sentimento sia in grado di completare il disegno, di renderlo la cosa più bella che i nostri occhi abbiano mai visto. Eric e Troy iniziano a conoscersi attraverso le loro mani, cuori alla ricerca di un posto da chiamare casa e due menti che si completano per arrivare a quella perfezione che deve essere la vita. Perché si vive solo una volta e tutti sono nati per essere felici.
Ritrovare, poi, Sage e Win è stato davvero emozionante. Dopo averli lasciati con la loro decisione di ricominciare una nuova vita insieme e le tante sofferenze che hanno dovuto superare nel primo libro, li rivediamo nella loro vita come coppia ormai collaudata e impossibile da infrangere. Pazzamente innamorati e con la voglia di prendersi in giro, incapaci di vivere separati, un esempio che Eric e Troy guardano con ammirazione e con un pizzico d’invidia, ma che alla fine sono capaci di eguagliare. 
B.A. Tortuga ci sorprende con questa storia di speranza. Non si perde nella commiserazione, nel dolore di quanto si è perso: un corpo incompleto è qualcosa che passa inosservato quando lo spirito è capace di colmare le lacune e quando un grande cuore riesce ancora a sorridere e amare.
Ancora una volta ci dà prova di essere una grande autrice, con una storia impossibile da dimenticare, scritta con passione e amore, autentica, e tradotta in modo impeccabile. Una storia che ci parla di persone che vivono con coraggio e amano senza riserve, una carezza che trasmette tenerezza e fremiti, e un ottimismo che ci fa sorridere alla vita. 

giugno 09, 2017 / by / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad