Post Top Ad

giovedì 18 maggio 2017

Recensione doppia: "Gioie e Dolori" (Serie Cut & Run #8) di Abigail Roux

Titolo: Gioie e Dolori 
Titolo originale: Ball & Chain 
Serie: Cut & Run #8 
Autrice: Abigail Roux 
Traduzione: Caterina Bolognesi 
Editore: Triskell Edizioni 
Genere: Suspense/Contemporano 
Pagg.: 319
Data di uscita: 15 maggio 2017  
Link per l'acquistoTriskell Edizioni - Amazon

Sinossi 
Tornati a casa dopo l’inatteso richiamo in servizio attivo, i membri della squadra Sidewinder delle Forze di Ricognizione dei Marines si possono finalmente riunire ai loro cari e raccogliere i pezzi delle vite che erano stati costretti a lasciarsi alle spalle. Ty Grady torna da Zane Garrett solo per scoprire che tutto attorno a lui è cambiato… persino gli uomini con cui era andato in guerra. Ha appena il tempo di riabituarsi alla propria vita che suo fratello, Deuce, gli chiede di fargli da testimone al suo matrimonio. Ma non è la sua unica richiesta e Ty è costretto a chiamare aiuto per affrontare i problemi che il futuro suocero del fratello sembra aver attirato. 
Nick O’Flaherty e Kelly Abbot accompagnano Ty e Zane al matrimonio, che si svolgerà su un’isola della Scozia, pensando di trovarsi lì solo per assecondare la paranoia di Deuce. Ma quando cominciano a spuntare i primi cadaveri e le barche iniziano ad affondare, i quattro si scoprono più coinvolti nei festeggiamenti di quanto avessero previsto. 
Con il tempo che scorre veloce e il killer bloccato sull’isola insieme a loro, Ty e Zane devono attraversare un vero e proprio campo minato di amici, parenti e nemici per impedire che l’intera isola venga distrutta. 

Recensione di Arabella
Finalmente l'attesa è finita e tornano in tutto il loro magico splendore Ty B. Grady e Zane Garrett nell'episodio #8 dell'appassionante serie Armi e Bagagli, creata dalla geniale e feconda penna di Abigail Roux.
Sono passati sei mesi dalla chiamata improvvisa dei Sidewinder in missione, intervallati per noi dal volume "Conseguenze inaspettate" (spin off Sidewinder #1 per l'appunto) in cui ci siamo deliziati con la nascita dei sentimenti di Nick O'Flaherty (il controverso migliore amico e compagno di squadra di Ty) e Kelly Abbott detto “Doc”(l'infermiere militare rimasto ferito nella sparatoria di New Orleans nel #7 "Toccata e Fuga").
In questi mesi non c'è stato nessun contatto tra Ty e Zane, a parte una lettera portata da Nick in un suo rientro di pochi giorni dalla missione, quindi potete immaginare quanto sarà emozionante il loro incontro e quanto ci potrà palpitare il cuore. Ma il ritorno alla vita di tutti i giorni non sarà indolore, porterà dubbi, cambiamenti e decisioni anche drastiche di cui non riusciremo subito a renderci conto, anche a causa del tempismo perfetto di Deuce ovvero il fratello psicologo di Ty - già incontrato negli altri libri della serie -, che con una telefonata (diciamo un po' "inopportuna"...) inviterà Ty e Zane “in vacanza” per fargli da testimoni al suo matrimonio d'inverno nella splendida Scozia e si raccomanderà, inoltre, di portare qualcuno dei ricognitori (selezionati Nick e Kelly) per proteggere il suo futuro suocero da una serie di minacce ricevute.
La location prevista per il matrimonio è un'isola privata e sperduta delle Isole Ebridi, dove ritroviamo tutta la famiglia Grady con nonno e badile al seguito; Richard Burns (il capo della Divisione FBI ed ex collega del padre di Ty) nel ruolo di amico di famiglia, e una serie di altri invitati suddivisi tra parenti, damigelle e guardie del corpo, ma la festa sembra tingersi sempre meno di rosa e molto più di giallo. 
In un'atmosfera fosca e brumosa degna di un remake di "Dieci piccoli indiani" uno o più assassini agiscono indisturbati sull'isola rimasta, a causa di una tempesta, senza contatti esterni sia di comunicazione che logistici… e metterà a dura prova tutte le capacità del “4 team” (Ty, Zane, Nick, Kelly) trasformato in un'ottima squadra investigativa. 
Il ritmo è incalzante e adrenalinico, gli eventi si succedono rapidi all'interno di uno schema preso in prestito da libri gialli di tutto rispetto. Fino alla fine tocca leggere in apnea, iperventilare, trattenere il respiro nei momenti clou e pregare che non accada nulla di brutto ai nostri amatissimi uomini. 
E le cose non sono come sembrano … dalla prima all'ultima pagina! La Roux ha costruito una trama perfetta, articolata e ricca di intrecci, veramente emozionante sotto tutti i punti di vista.
Una curiosità da aggiungere: per chi, come me, si chiedeva a cosa facesse riferimento il titolo del libro nella versione originale (“Ball & Chain”) ne avrà una spiegazione esauriente.
In questo libro, in cui spiccano non solo Ty e Zane, conosceremo anche alcuni dettagli in più sulla storia del rosso irlandese Nick, sia familiare che personale, qualcosa che mi ha fatto stringere il cuore e che me l'ha fatto vedere sotto un'altra luce (ci sarà una “consegna speciale” da fare), anche se non sono mai stata uno dei suoi detrattori anzi... perché, concordo con Zane, lui e Ty sono lo ying e lo yang! 
Ci saranno incomprensioni e scogli da superare nell'amicizia tra i due, ma quando c'è quel tipo di fratellanza ci si può impegnare a superare tutto, perché ne varrà la pena.
Oltre all'avventura descritta in questo volume (perché la parola “vacanza” non è contemplata nel glossario di C&R), c'è da dire che il rapporto di Ty e Zane sta maturando ed evolvendo in modo meraviglioso, si sta consolidando sempre di più nonostante le ombre che Ty si porta dietro dalle missioni (anche quest'ultima non sembra sia stata leggera...) e che Zane vuole tentare di dissipare. 


Quello che mi è sempre piaciuto della caratterizzazione dei loro personaggi è il fatto di avere una certa età, non sono più giovanissimi, si portano dietro le “armi e i bagagli” di una vita che fino a un certo punto è scorsa in parallelo e poi ha tessuto la collisione delle loro due anime così perfettamente belle insieme. I loro momenti sono sempre più intensi, non solo dal punto di vista fisico ma soprattutto emotivo e si percepisce, in modo evidente, quanto bene si conoscono in qualsiasicircostanza e reazione a parole o a eventi. La loro storia è una storia d'Amore con la A rigorosamente maiuscola che scalda il cuore e fa pizzicare gli occhi.
Quindi, se ho capito bene, ci aspetta il titolo conclusivo della serie? Non sono pronta, questo è chiaro, ma se le premesse e le promesse poste in questo #8 si avvereranno non posso che essere felice e aspettarli dal punto in cui li ho lasciati oggi, con gli occhi sempre più a forma di cuore... anche se... 



Recensione di Daphne 
Si sa, Ty Grady e Nick O'Flaherty dividono. C'è chi li ama di un amore incondizionato e leale e chi li accusa di crimini indicibili e misfatti mostruosi. Ci si domanda, allora: dove sta la verità? Forse, si nasconde tra le contraddizioni, le debolezze e le reticenze, le difficoltà, gli equivoci feroci, le bugie e le recite di una vita. Forse, ribolle e si placa in una passione esaltante, violenta e struggente, divisa tra abbandono e prevaricazione, fiducia cieca e cinica diffidenza. Quello che è certo, però, è che ad Abigail Roux bastano un'isola, un castello e un delitto per fare di "Gioie e Dolori" un libro che con fascino e sgomento rivela e occulta la complessità delle relazioni umane e del legame indissolubile di due personaggi tanto amati quanto odiati. 

Sullo sfondo di una natura brutale e impietosa si consuma una storia di oscuri enigmi e inattese consapovelezze, in un gioco a incastro in cui gli eventi smarriscono il confine tra quel che veramente è e quel che semplicemente appare. 
Così, mentre Zane riscopre se stesso e si avventura in nuove seduzioni e in nuove promesse di felicità, finalmente libero dai pesi di un passato ormai lontano e non più spaventoso, Ty fa ritorno a una realtà in cui luci e ombre si sovrappongono e cambiano di prospettiva, senza che nulla cambi: Ty ama Zane con una devozione assoluta, una tenacia granitica e una bellezza malinconica. 
Ty, che si agita tra insicurezze, timori ed esuberanze, inseguendo una felicità che sembra inafferrabile, e lasciandosi trasformare da un amore concreto e reale, meno immaturo e meno mitizzato.
E mentre Kelly sostiene i suoi fratelli, compagni e amici di sempre con la sua rocciosa presenza, il suo caloroso affetto e la sua libera e spregiudicata allegria, Nick colpisce con la sua profonda umanità.
Dopo essersi
 smarrito in paure che riemergono dal passato e che riaffondano in esso, senza voltarsi indietro, emerge dai cupi labirinti che ha costruito intorno a sé, mettendo a nudo la sua vulnerabilità e mostrando tutta la fermezza e l'incrollabilità di cui è capace. Perché Nick è onesto, generoso, affidabile e protettivo. Prende forma in storie crude e aspre, in rapporti che mostrano crepe sottili e abissi oscuri, in ferite da risanare e infelicità taciute, che finalmente vedono la luce. Perché se Ty è un bugiardo che dice la verità mentre fronteggia il male, Nick la insegue e la riconosce ovunque. Nell'insensatezza della vita, nei suoi affetti, nei suoi limiti, nei suoi disincanti. 

Abigail Roux scrive un libro bellissimo, teso, vibrante e tagliente, servendosi di parole e dialoghi carichi di drammaticità, suspense ed emozioni. 
Si viene travolti da colpi di scena mozzafiato in una girandola di eventi che non dà pace né tregua; si ride grazie a una comicità impudente e quasi surreale con personaggi memorabili come Deuce e il mitico nonno Chester; ci si commuove con scene di intensa incisività. E dal momento che il cerchio si sta per chiudere, ci si sente frastornati da un caos silenzioso che avviluppa persone, eventi e cose. 
"Gioie e Dolori" è un racconto intrepido e appassionato, sensuale e sofferto, furioso ed esaltante. È un libro ricco di immagini misteriose e brillanti, che colpiscono come un pugno e abbagliano con frammenti di luce, che si ricongiungono a storie antiche e dai contorni foschi e inquietanti, e con accadimenti improvvisi che ne creano di nuovi. Sino ad arrivare a un finale perfetto, che lascia senza respiro e in balia di una felicità sacrosanta. Perché inizio e fine coincidono. Perché dopo una partenza c'è sempre un ritorno; dopo un dolore c'è sempre una gioia; dopo l'amore c'è solo l'amore. Indimenticabile e tenero. Meritato e invincibile. 

maggio 18, 2017 / by / 2 Comments

2 commenti:

  1. .. iniziato con lacrime perchè è stato davvero commovente l'incontro tra i 2.. bellissimi grande emozione... a metà solo risate perchè nn sapevo chi fosse il più comico - ricordando la crema in faccia a nick..- nn ho mai riso così tanto.. poi arrivano i cadaveri ee li ce da capire chi fosse il killer, fino all'ultimo sta volta nn lo avevo intuito, l'amore tra loro è indissolubile.. meraviglioso.. mi è piaciuto tantissimo.. ora aspettiamo il 9 a settembre... fino alla fine ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho riso anche io fino alle lacrime più e più volte (vedi la scena del sigaro, ad esempio XD) e ho pianto all'inizio e in alcuni momenti davvero intensi (Ty/Zane, Ty/Nick) <3 e quando sono arrivata alla fine, ero praticamente un fiume in piena! Un libro ad alta tensione, ma anche taaaaanto, tanto emozionante <3
      Ad agosto uscirà il 2 dei Sidewinder con Nick e Kelly e il resto della banda ovviamente e a settembte ne vedremo delle belle... fino alla fine ^_^ <3 Daphne

      Elimina

Post Top Ad