Post Top Ad

lunedì 24 aprile 2017

Recensione in anteprima "Lezioni di ballo" di R. Cooper

Titolo: Lezioni di ballo 
Titolo originale: Dancing Lessons 
Autore: R. Cooper 
Traduzione: Cristina Fontana 
Editore: Dreamspinner Press 
Genere: Contemporaneo 
Cover: Catt Ford 
Pagg.: 133 
Data di uscita: 25 aprile 2017 
Link per l'acquistoDreamspinner Press - Amazon 

Sinossi 
Chico vive da due anni una relazione che lo consuma con un uomo prepotente. Quando il suo ragazzo gli rivela che sta vedendo qualcun altro, a Chico non resta altra scelta che trasferirsi sopra il garage del cugino in un piccolo paese tra i boschi di sequoie. Qui tira avanti svogliatamente. Per farlo uscire, il cugino lo spinge a offrirsi come volontario per aiutare con lo spettacolo annuale della scuola di danza del posto. 
Chico non si aspetta di finire a una lezione di ballo o di iniziare a sentirsi di nuovo vivo tra le braccia del suo maestro. Rafael, il figlio del proprietario della scuola, è stato un ballerino di talento, ma ora ama insegnare. Sebbene Chico ne sia attratto, ha paura di avvicinarlo. Rafael, però, è determinato, e a Chico basterà un solo ballo per capire che ha ancora qualcosa da imparare. 

Recensione 
Dopo aver letto "Lezioni di ballo", la prima parola che mi è venuta in mente è stata: dolce. Seguita da: romantica, malinconica, delicata, commovente e magica. Perché, sì, R. Cooper mi ha conquistata con una storia breve ma intensa, intrisa di una musicalità avvolgente e un magnetismo vertiginoso, che invita alla rilettura. 

Protagonista è Chico, un uomo di 34 anni, che dopo essere stato tradito e messo alla porta dal suo ormai ex-fidanzato, si rifugia nella piccola cittadina di Brandywine, in casa di suo cugino Davi. Senza più un lavoro e un tetto sopra la testa, si ritrova solo e sperduto in una tristezza, che non diventa mai autocommiserazione: Chico soffre, soffre davvero, poiché ha vissuto una relazione maltrattante da un punto di visto emotivo e psicologico, che lo ha prosciugato e reso insicuro. Sostenuto e aiutato da Davi, decide, anche se malvolentieri, di fare volontariato presso la scuola di ballo locale, dove incontra Rafael Winters, maestro di danza, bello, affascinante, gentile e, almeno all'apparenza, irraggiungibile. 

R. Cooper imbastisce un racconto tenero e credibile di rinascita e di seconde opportunità: "Lezioni di ballo" è la storia di un uomo che sembra aver perso la sua innocenza, i suoi sogni e la sua spontaneità, e che non esita, però, a rimettersi in gioco e a ricominciare, ed è un intreccio di piccoli accadimenti, che evocano ferite e cuori ammaccati, attimi di malinconia e ipnotico struggimento, mentre la vita torna a emanare il suo calore e la sua forza dirompente attravero i passi di danza e il tocco caldo e fermo delle mani di Rafael. 


Non accade nulla di drammatico in "Lezioni di ballo", accade solo l'amore. Quello che sa aspettare e che non impone limiti né restrizioni, un amore tenero, seducente, che vibra di abbracci e baci febbrili, di parole luminose e travolgenti, di favole antiche e di stelle. 
Chico rinasce, così, secondo i suoi tempi, affrancandosi da una sfiduca che, di fatto, non gli appartiene, e imparando di nuovo a conoscersi grazie al proprio valore e al proprio talento, a un vicino di casa simpaticamente molesto, a una madre affettuosa, a giovani ballerini pieni di belle speranze, a una tensione sessuale palpitante e viva, e a un uomo ricco di grazia e meraviglia, che sa sussurrare: "Passionale Chico". Ma anche forte, coraggioso, intelligente e, finalmente, non più perso. Assolutamente consigliato! 


aprile 24, 2017 / by / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad