Recensione "Un giovane tassidermista innamorato" di K. A. Merikan

Titolo: Un giovane tassidermista innamorato
Titolo originale: Diary of a Teenage Taxidermist 
Autore: K.A. Merikan
Ambientazione: Washington
Traduzione: Sara Benatti
Genere: Romance
Formato: Ebook
Pagg.: 234
Data di uscita: 23 febbraio 2017
Link per l'acquistoAmazon

Sinossi
Ethan è un giovane artista-imprenditore estremamente pragmatico (qualcuno potrebbe dire “asociale”), con un eccentrico amore per la tassidermia. È vicino al diploma e a un bivio: la sola cosa che vuole è sviluppare ulteriormente la sua attività, ma i suoi genitori vogliono che lui studi legge. Per Ethan questi sono già più problemi di quanti ne vorrebbe, per cui qualsiasi tipo di vita amorosa è fuori dai suoi programmi. Fino a quando impatta in Robert Hunter, il quarterback della squadra di calcio. Letteralmente. 
Robert se la sta cavando bene al liceo. Ha buoni voti, si sta preparando per gli studi di medicina, ha perfino deciso di aspettare fino al college per appuntamenti potenzialmente problematici. È gay, non se ne vergogna, ma non vuole attirare problemi. I suoi piani accuratamente progettati però potrebbero uscire completamente dai binari, quando beve troppo a una festa e causa dei danni irreversibili a Ethan, lo strambo della scuola. 
Robert deve affrontare il fatto che forse non è il bravo ragazzo che ha sempre pensato di essere. E che forse non vuole studiare medicina. E che forse, solo forse, in realtà non vuole aspettare fino al college per uscire con qualcuno. 

Recensione
Un giovane tassidermista innamorato” è il primo lavoro delle Merikan di genere Young Adult. Quando ho letto la sinossi, sono rimasta piacevolmente colpita, soprattutto perché ero curiosa di vedere le due autrici cimentarsi in un genere diverso da quelli sperimentati fino ad ora. Insomma, se avete letto la trilogia sui Coffin Nails, sapete che i toni e le sfumature dei libri di K. A. Merikan sono davvero oscuri, tetri e, spesso, violenti. Ho amato moltissimo quella trilogia, e anche se lo YA non è proprio il mio genere preferito, ho deciso di accettare la doppia sfida e ho iniziato la storia.
Ethan mi ha subito conquistato con la sua dolcezza. È un ragazzo fuori dal comune: lunghi capelli neri, carnagione chiara e uno stile che si avvicina molto al goth. Non solo, Ethan ha anche una passione che non intende nascondere: ama imbalsamare piccoli animali come ratti e donnole, costruendo intorno a loro un piccolo mondo delle bambole. Perché Ethan è un artista, ama la solitudine del suo laboratorio, ama le sue creazioni sopra ogni cosa, e… ha una cotta per Robert, il quarterback della scuola.
Rob è il ragazzo più ambito del liceo: bello, con un fisico scultoreo, e dai modi gentili. Nonostante sia uno dei ragazzi più popolari, però, Robert non ha la ragazza, anzi, sembra non interessarsi al genere femminile. Vive la sua omosessualità in modo discreto, in attesa della fine del liceo, momento in cui potrà, finalmente, viverla in modo più aperto.
Una sera, durante una festa, Robert e Ethan si scontrano nel vero senso della parola e il loro impatto causa dei danni seri a Ethan. Per Robert è un momento terribile: non solo è stato lui a provocare l’incidente che ha ferito Ethan, ma è anche costretto ad accettare un compromesso davvero singolare nel tentativo di rimediare ai suoi errori.
Inizia da qui il percorso dei due adolescenti che parte con qualche intoppo al motore ma che, una volta ingranata la marcia, si trasforma in un treno ad alta velocità, diretto verso la felicità di entrambi. Sì, perché la giovane età dei protagonisti crea, in un primo momento, un certo scompiglio: Ethan ha due genitori avvocati, che vogliono spingere il figlio verso la facoltà di legge, che non accettano la sua passione per la tassidermia, arrivando, addirittura, ad impedirgli l’accesso al suo prezioso laboratorio. Ma anche Robert deve fare i conti con ciò che ci si aspetta da lui: cresciuto senza un padre e con una madre infermiera, il futuro di Robert sembra orientato verso il College e la facoltà di medicina. Il ragazzo, però, come Ethan, ha una passione segreta, nella quale mette tutto se stesso: Robert ama il cibo in tutte le sue forme, ama cucinarlo, ama fotografare le sue creazioni e pubblicarle sul suo blog.
Robert ed Ethan non partono di certo col piede giusto, ma l’attrazione fisica e mentale che provano l'uno per l'altro è più forte di ogni senso di colpa e li unirà in un legame indissolubile.

Un giovane tassidermista innamorato” parla della nascita di un amore tra i banchi di scuola, ma le sfumature lievemente macabre del libro, marchio di fabbrica del duo K. A. Merikan, rendono la lettura gradevole e mai noiosa. La trama, in realtà, non prevede grandi colpi di scena e si sviluppa in maniera lineare, a parte l'inizio sconvolgente, che dà una connotazione quasi kafkiana alla storia, che si concentra maggiormente sul rapporto tra i due ragazzi, soprattutto sulla scoperta del sesso e qui, più che in ogni altro aspetto, ho riconosciuto il salto che hanno fatto le autrici. Se le scene hot della serie Coffin Nails sono forti e, spesso, violente e crude, in “Un giovane tassidermista innamorato” il registro cambia: troviamo, infatti, una dolcezza unica, quella delicatezza e tenerezza che solo due giovani ragazzi innamorati possono darci. La loro prima volta è davvero molto emozionante e, lo ammetto senza vergogna, merita più di una lettura. È una connessione che va oltre l’amore, quello che lega Ethan e Robert, è un legame che si spinge oltre le responsabilità e le aspettative, è condivisione e fiducia reciproca, ma soprattutto, è totale affidamento all'altro.

Un giovane tassidermista innamorato” è un libro dolce e romantico - è amore, ma è anche stima e voglia di credere nei propri sogni - ed è un libro scritto bene, la cui storia scorre senza intoppi, senza momenti morti, coinvolgendo il lettore e colpendolo dritto al cuore. Perciò, mi rivolgo ai romanticoni, cosa state aspettando? Se volete sognare e tornare sui banchi di scuola, insieme a due personaggi interessanti e che hanno molto da dire… salite sul treno! Ethan e Rob vi accompagneranno in un viaggio bellissimo, alla scoperta della tassidermia, di donnole e di ratti imbalsamati, di cibo magistralmente cucinato con una bella dose di peperoncino!


Commenti