Recensione in Anteprima "La Leggerezza del Principe" di Leta Blake & Keira Andrews


Titolo: La Leggerezza del principe
Titolo originale: Levity
Autrici: Leta Blake & Keira Andrews
Traduttore: Cristina Fontana
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Fantasy
Pagg.: 93
Data di uscita: 10 marzo 2017
Link per l'acquistoTriskell - Amazon 

Sinossi
Maledetto sin dalla nascita dalla mancanza di gravità fisica ed emotiva, il Principe Efrosin non riesce a tenere i piedi per terra o la testa fuori dalle nuvole. Abituato a prendere la vita alla leggera non ha mai sperimentato l’amore e la lussuria.
Un giorno fatidico, l’esile legame con la terra viene reciso e lui vola via, nel vento. Viene salvato da Dmitri, un giovane e bellissimo boscaiolo, colpito lui stesso da una maledizione, e i due sconosciuti si ritrovano irresistibilmente attratti l’uno dall’altro. Sperimentano per la prima volta il sesso e l’amore, e si tuffano in una relazione sensuale e appassionata.
 La strega cattiva, che ha gettato su di loro l’incantesimo, sta meditando la sua ultima vendetta.
Efrosin e Dmitri devono combattere per trovare il loro finale da favola e vivere per sempre felici e contenti.

Recensione
C'era una volta... 
È così che inizia "La leggerezza del Principe", un magico racconto regalatoci da Leta Blake e Keira Andrewsdue magnifiche autrici, e pubblicato dalla Triskell Edizioni, una fiaba vera e propria con tanto di Principe, maledizioni, battesimi, streghe cattive, magia e, soprattutto, con un finale magicamente romantico. 

L'amore disinteressato è la forza che muove tutti i personaggi delle fiabe e anche "La leggerezza del Principe" non sfugge a questa regola: solamente con un atto di generosità pura e nobile saranno spezzati gli incantesimi e l'amore potrà trionfare. 
Ci ritroviamo, quindi, un po' bambini mentre leggiamo di Efrosin e Dmitri: Efrosin è il Principe Leggero che libra sempre felice nell'aria, non ha un peso fisico e nemmeno un peso emotivo, non riesce a provare tristezza e dolore, tutto è un gioco e uno scherzo per lui, fino a quando, però, dopo un volo finito male proprio nel giorno del suo diciottesimo compleanno, non viene salvato da Dmitri, un contadino che vive solo in mezzo alla foresta.

Dmitri è un uomo semplice, non ha nessuno al mondo, gli amati genitori sono morti ormai da tempo e lui vive con i frutti che gli dona la sua terra. L'incontro con Efrosin è per lui un sogno, tanto che in un primo momento crede che il ragazzo sia un angelo caduto dal cielo e   venuto ad alleviare la sua sofferenza. 
Tra i due uomini scoppia una passione immediata: Efrosin non ha mai provato nulla di così intenso e tangibile, il suo animo senza peso avverte per la prima volta una forte attrazione nei confronti di una persona, non libra più leggero verso l'alto, ma va verso Dmitri e il suo sapore di terra e di erba. 

Evocativa, a mio parere, l'idea delle autrici di fare incontrare due personaggi così differenti, che rappresentano, simbolicamente, l'aria e la terra, l'etereo e il solido, due anime che si fondono l'una con l'altra, trovando un equilibrio perfetto, l'altra metà del proprio essere, la persona che li completa.
Come in ogni favola, poi, arriverà la strega cattiva, che dividerà i nostri eroi e che li metterà davanti ad una scelta difficile. 
Potrà il vero amore essere più forte della malvagità e di un cuore cattivo e invidioso? Leggete "La leggerezza del Principe" e lo scoprirete, non dimenticando l'immancabile... vissero felici e contenti!

Commenti