Post Top Ad

sabato 4 febbraio 2017

Una chiacchierata fantasy... con Agnes Moon - Recensione Serie "Legami di Sangue"

Carissimi Readers, oggi abbiamo il piacere di ospitare una bravissima autrice italiana ricca di talento e d'ironia, Agnes Moon. Grazie mille, Agnes, per aver accettato di rispondere alle nostre domande! Raccontaci un po’ di te, Agnes: chi sei, cosa ti piace e quali sono le cose che ami di più nella vita?
Sono una donna piuttosto complessa e, a detta dei miei figli, non propriamente socievole. Non ho molti amici, ma quelli che ci sono, me li porto dietro da anni. Sono sempre stata piena di interessi… peccato siano tutti troppo sedentari!!! Amo scrivere, leggere, disegnare e suonare il pianoforte. Mi piacerebbe essere più dinamica, ma purtroppo quello che mi piace fare lo si fa meglio da seduti! Fortunatamente faccio un lavoro che più distante dal mondo artistico non potrebbe essere. Infatti… inseguo i ladri! Anche se ultimamente corrono più veloci di me! Come nasce la tua passione per la scrittura? La scrittura è stato il passo successivo al mio grandissimo amore per la lettura. Adoro scrivere le storie che vorrei leggere, e nel farlo ne traggo un piacere infinito. La scrittura è la mia copertina di Linus, il peluche con il quale dormire, in poche parole… è la mia zona di conforto. Cosa ti ha spinto a cimentarti nel romance m/m? Beh, più che al romance puro, al momento mi sto dedicando al paranormal fantasy. Sono una devota lettrice di fantascienza e fantasy ed è stato naturale, iniziare a scrivere proprio il genere che prediligevo. Inoltre, da qualche anno mi sono appassionata alla letteratura M/M e quindi ho deciso di provare a scrivere storie con protagonisti due uomini. Cosa ti affascina del mondo paranormal romance e urban fantasy? Difficile dare una risposta a questa domanda, posso solo dire che fin da ragazza ho avuto una predilezione per il genere, ho iniziato leggendo tutta la fantascienza a disposizione e poi sono passata al fantasy puro e al distopico. Il passo verso il paranormal e l’urban è stato breve e da allora non l’ho più abbandonato. Adoro creare storie impossibili e adoro popolarle di creature mitologiche affascinanti e sexy. Ci sono dei libri che hanno dato forma alla tua personalità di autrice? Sicuramente i tanti libri di fantascienza letti durante la mia gioventù, cominciando dai capolavori di Isaac Asimov, Ray Bradbury, Ursula Le Guin e tanti altri maestri del genere. Da dove nasce l’idea di Legami di Sangue? Nasce dal mio amore per i vampiri e per tutta la mitologia che è stata creata intorno a queste affascinanti creature. Volevo raccontare storie di umani e vampiri e condirle di romance e umorismo, spero di esserci riuscita… C’è qualcosa di personale nei personaggi delle tue storie? No, i miei personaggi sono tutti di fantasia, anche se ormai mi sembra di conoscerli da anni! Quello che non manca mai nella tua bellissima serie sui vampiri è l’ironia, che non è mai fine a se stessa e che si lega indissolubilmente a personaggi che hanno sofferto e che hanno sperimentato la crudeltà della vita. Ricerchi l’umorismo o è il risultato di un processo di scrittura spontaneo? Non mi sono mai piaciuti i personaggi che si prendono troppo sul serio ed è stato spontaneo regalare un tocco di ironia ai miei libri, proprio per rendere più leggera la lettura. Il mio umorismo è spontaneo al cento per cento, tanto è vero che a volte devo frenarmi per non esagerare. Il romanzo più emozionante del 2016 per te... Stranamente, il libro che mi ha emozionata di più nel 2016 non è un fantasy, ma un bellissimo poliziesco di genere m/m. Si intitola "Effetti di chiaroscuro" e l’ho adorato, vi consiglio di leggerlo, non ve ne pentirete.
I tre romanzi fantasy che dovremmo assolutamente leggere?
Beh, andando a ritroso nel tempo, sicuramente lo splendido Io Robot di Isaac Asimov, un altro must è Intervista col vampiro di Anne Rice e infine la bellissima serie degli Shadowhunters di Cassandra Clare. Quali saranno le novità di questo 2017? Puoi darci qualche anteprima dei tuoi progetti futuri? A breve uscirà “In trappola”, terzo (e penultimo) capitolo della serie Legami di sangue. Oltre a questo c’è la serie sui Lupi da riprendere in mano e terminare e infine… mi piacerebbe cimentarmi con un contemporaneo. Grazie mille per la chiacchierata!

Legami di Sangue è una serie fantasy i cui i protagonisti sono dei vampiri, ed è attualmente composta da due libri: "L'acrobata" e "Legami di Famiglia".

Adoro il modo di scrivere di Agnes, la sua ironia, i suoi dialoghi sempre brillanti, le trame e i personaggi mai banali con cui questa brava scrittrice ci incanta e ci fa divertire. 

Nel primo libro, "L'Acrobata", l'autrice ci presenta due ragazzi, Liam e Mal, legati da affetto fraterno, che vivono per strada rubacchiando e cercando un posto sicuro dove dormire ogni notte. Vengono, però, costretti a fare parte di una grande comunità, che loro chiamano Casa Curt, presso la quale, in cambio del bottino dei loro furti, viene dato loro vitto e alloggio.
Tutto sembra andare per il meglio con Liam che sta cercando di affrancarsi dal capo di questa losca banda per liberare anche l'amico, quando Curt riceve un ingaggio altamente remunerativo: rubare un pugnale antico al misterioso mercante d'arte Vincent de Saint-Bonnet.

E' Liam, l'Acrobata, grazie alle sue grandi capacità atletiche, ad essere scelto per eseguire il furto nella enorme magione del ricco commerciante. Ed è qui che iniziano le avventure del nostro inafferrabile e ironico ladro, che ci delizierà con le sue battute irriverenti e il suo grande cuore. 
Liam è un ragazzo che ha sofferto tanto nella sua vita, che non ha mai ricevuto niente, ma che è sempre pronto a difendere i più deboli come il suo amico Mal. 

L'altro protagonista del libro è il misterioso ed affascinante uomo d'affari Vincent de Saint-Bonnet, vampiro centenario, che si scopre intrigato dall'agile ladro non appena lo incontra.
Il personaggio di Vincent è molto interessante: Agnes, infatti, ha creato un uomo tormentato dal suo passato, segnato da una dolente disillusione per la morte del suo compagno, che non ha mai accettato la sua natura di vampiro e che ha scelto di morire pur di non essere trasformato anche lui.

Le personalità di questi due personaggi s'inseriscono perfettamente e con coerenza all'interno della trama. Il loro rapporto è caratterizzato da continui scontri e i dialoghi sono sempre spumeggianti e briosi, ma mai sopra le righe. In particolar modo, Liam possiede un'ironia tagliente: sono tanti gli epiteti che il ladro usa per rivolgersi al vampiro, paragonandolo, tra le altre cose, anche al famoso Edward di Twilight!  
Si scoprirà, però, che c'è un intenso legame tra i due uomini, che non sono assolutamente pronti a fidarsi di nuovo di un'altra persona, sebbene forte e profonda sia l'alchimia che avvertono sin da subito. 
Arriveranno presto anche grossi problemi: alcuni nemici vogliono eliminare Vincent e Liam dovrà ritornare a villa Curt per salvare Mal. 
Riusciranno i due amanti a superare le loro differenze e le loro paure e a ricominciare a credere nell'amore?

Il secondo libro "Legami di Famiglia" è dedicato a Mal e a Boris, capo delle guardie di Vincent, che avevamo incontrato già nel primo libro.
Mal è un giovane ragazzo cacciato di casa dai genitori dopo il suo coming out e solo grazie al fortuito incontro con Liam riesce a salvarsi da un triste destino. Dopo il ricovero in ospedale, avvenuto alla fine dell'Acrobata, ricomincia una vita "normale", riprende a frequentare la scuola, insieme all'insofferente amico e, soprattutto, ricomincia a scrivere romanzi d'amore gay, la sua vera passione. Da lontano è controllato da Boris, che dopo averlo incontrato la prima volta, non è più riuscito a dimenticare quel dolce ragazzo dell'aria triste.


Boris fa parte, inseme a  Bastian e Phil, del gruppo di vampiri più vicini a Vincent e nel primo libro aveva catturato la mia attenzione, perché in un primo momento aveva osteggiato con tutto se stesso Liam, per poi supportarlo una volta compresa la vera natura del ragazzo. 
Boris è un russo diventato vampiro durante l'assedio di Leningrado, dove ha perso i genitori e l'amata sorella. 

Questo secondo volume della saga di Agnes è diverso dal primo, perché il tono allegro e frizzante, seppure presente, viene stemperato dal carattere dei due protagonisti: Mal è un ragazzo molto provato dall'allontanamento dei suoi genitori da casa e dal fatto di essere stato ripudiato, in più nasconde un grosso segreto che non è riuscito a svelare nemmeno a Liam. Boris, invece, nonostante l'aspetto minaccioso è un personaggio dolcissimo, che cerca in tutti i modi di proteggere l'amato  e di non eliminare Liam, naturalmente!   
Tanti avvenimenti si succedono in questo libro: non solo la nascita dell'amore tra i due protagonisti, ma anche il ritorno della madre di Mal, che porta con sé molti segreti, e la ricomparsa del vampiro nemico di Vincent, il tutto condito dall'irriverenza di Liam, sempre più con la battuta pronta e velenosa.

Agnes Moon è un'autrice brava ed estrosa, che è riuscita a creare una storia inconsueta e innovativa, tenendo sempre alta l'attenzione del lettore grazie ad una trama scorrevole e a uno stile di scrittura sempre preciso e attento, pieno di umorismo e ironia. Questa leggerezza, però, fa da contraltare a personaggi profondi e complessi, che si rivelano essere uomini a tutto tondo, ben delineati e ricchi di sfumature.

Legami di Sangue è una serie che mi ha conquistata e che consiglio di leggere, sperando che Agnes ci rallegri ben presto con un altro volume, soprattutto se dedicato ad un vampiro di cui non vedo l'ora di sapere di più: il colto e misterioso Bastian.






Serie Legami di Sangue

Titolo: L'Acrobata
Autore: Agnes Moon
Editore: Self Published
Pagg. 201 
Link per l'acquisto: Amazon

Sinossi 
L’Acrobata è un ladro professionista con all’attivo decine di furti in appartamento, ma quando si ritrova intrappolato nell’enorme magione di un uomo misterioso, tanto seducente quanto letale, si rende conto che la polizia potrebbe non essere il peggiore dei mali. 
Vincent de Saint-Bonnet è enormemente ricco, nasconde molti segreti e ha poca voglia di vivere. Ci vorranno due splendidi occhi azzurri e un ladruncolo particolarmente sboccato, per illuminare nuovamente la sua grigia e lunghissima esistenza. 
Un ladro alla ricerca di un pugnale prezioso, un antiquario con alle spalle centinaia di anni, per il quale l’arma rappresenta un oggetto di valore… inestimabile. 
Entrambi hanno uno scopo ben preciso e non si fermeranno di fronte a nulla nel cercare di perseguirlo. Neanche di fronte all’incredibile attrazione che li attanaglia e che li trascinerà in un duello, combattuto a colpi di bugie e seduzione.

Titolo: Legami di Famiglia
Autore: Agnes Moon
Editore: Self Published
Pagg. 186 
Link per l'acquisto: Amazon

Sinossi
Cosa succede quando due uomini – convinti di non meritare più nulla dalla vita – iniziano a desiderare qualche cosa di più? Cacciato di casa dai facoltosi genitori, dopo aver confessato la propria omosessualità, Mal è finito in mezzo a una strada… e ha passato l’inferno. Grazie all’aiuto del suo amico Liam, ora ha una nuova vita, ma non è tutto oro quel che luccica. 
Bellissimo, vulnerabile e gravemente malato, Mal cerca di sopravvivere alla giornata, fino a quando nella sua vita non irrompe il misterioso Boris. 
Boris Koshelev è sopravvissuto all’assedio di Leningrado, solo per essere trasformato in vampiro contro la sua volontà. Lasciato per morto dal suo creatore, è stato salvato da Vincent de Saint-Bonnet al quale ha dedicato la sua cieca obbedienza. 
Quando conosce il dolce e indifeso Mal, il gelido russo comprende che le sue priorità sono cambiate: l’unica cosa che desidera è amare il suo coeur du sang e proteggerlo dal letale pericolo che incombe su di lui.


Biografia Agnes Moon è lo pseudonimo di un’autrice italiana che vive nelle vicinanze di Roma, in compagnia del marito, di due figli adolescenti e due bellissimi cani. Nella vita reale il suo lavoro è quanto di più lontano possa esistere dal mondo artistico. Quando torna a casa, però, ama immergersi in un universo fatto di letture, scrittura e musica.
La sua passione per la lettura ha radici profonde che si perdono nella notte dei tempi, ma quella per il genere M/M è relativamente recente. Da circa due anni non riesce a dedicarsi ad altro e il desiderio di creare nuove storie – le stesse che vorrebbe poter leggere – le ha dato l’idea di cimentarsi nella scrittura.
Nel novembre del 2015 pubblica il suo primo romanzo “Come rapire un Alpha e vivere felici”, capitolo iniziale (autoconclusivo) della serie “I lupi di Stockton Town”.
A maggio del 2016 l’autrice decide di dare inizio a una nuova serie e di cambiare… creature soprannaturali. Non più sexy licantropi, ma affascinanti e pericolosi vampiri!
L’idea di abbinare al classico paranormal romance, uno stile spigliato e sbarazzino si rivela vincente e il romanzo viene accolto favorevolmente dai lettori. Al primo libro, seguono a dicembre “Lo strano caso del barista scomparso” e a febbraio “L’ombra del lupo bianco”.
“L’Acrobata” è il primo capitolo della serie “Legami di sangue” e ha ricevuto un’ottima accoglienza da parte sia dei lettori che degli addetti ai lavori.
Ha in progetto di continuare la pubblicazione in cartaceo dei suoi romanzi (al momento sono disponibili i tre romanzi de I lupi di Stockton Town, di espandersi su altri mercati europei e naturalmente di continuare a scrivere storie appassionanti, divertenti e romantiche!
“Legami di famiglia” – il secondo romanzo della serie – è uscito lo scorso 5 settembre e sta anch’esso ricevendo un notevole riscontro di pubblico e ottime recensioni da parte dei blog.

Per il futuro, l’autrice ha moltissime idee e poco tempo per realizzarle!

febbraio 04, 2017 / by / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad