Post Top Ad

giovedì 16 febbraio 2017

Recensione in anteprima "Deserto di Sangue" (Serie Sanguis Noctis #2) di Robin Saxton e Alex Kidwell

Titolo: Deserto di sangue
Titolo originale: Blood in the Sand
Serie: Sanguis Noctis #2
Autore: Robin Saxon e Alex Kidwell
Traduzione: Fabrizio Vivoli
Editore: Dreamspinner Press
Genere: Paranormal romance
Pagg: 339
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press - Amazon
Data di uscita: 21 febbraio 2017 



Sinossi
Quando Jed viene ingaggiato da David, suo vecchio contatto e qualche volta amico, per indagare su una serie di sparizioni al Cairo, coglie al volo l’occasione per mostrare un po’ di mondo al compagno, Redford Reed. Anche il ragazzo di David, Victor Rathbone, esperto del sovrannaturale e professore un po’ antiquato, si unisce al gruppo. Quel viaggio in Egitto, però, riserva molti più pericoli e misteri di quanto Jed si aspettasse. Quello che sembra un caso semplice si rivela tutt’altro: nature nascoste emergono alla luce, le relazioni si complicano e il controllo sugli istinti si assottiglia fino a spezzarsi. 
Nonostante sia stato proprio lui a chiedere aiuto, David nutre già dei sospetti su chi sia la mente dietro ai rapimenti, ma il suo atteggiamento e i continui scontri tra personalità forti rendono difficile arrivare alla soluzione del mistero. Mentre la relazione tra Jed e Redford diventa ancora più intima e profonda a ogni ostacolo che incontrano sul loro cammino, David e Victor lottano per non perdere la fiducia reciproca quando devono affrontare le loro differenze. Man mano che i quattro si avvicinano ai rapitori, David è costretto a fare i conti con qualcosa di più pericoloso dell’eminenza grigia che sta dietro ai rapimenti: se stesso.

Recensione
Il talento di Robin Saxon e Alex Kidwell è indubbio. Già in "Luna di Sangue", primo volume della serie Sanguis Noctis, avevano dato prova della loro capacità narrativa e letteraria costruendo due protagonisti solidi e complessi, ovvero Journey "Jed" Walker e Redford Reed, ma è con "Deserto di sangue" che perfezionano ulteriormente le loro abilità, dando una voce reale a personaggi innegabilmente forti e un senso d'imprevedibilità ad una trama incalzante e avvincente.
All'inizio di "Deserto di Sangue", da leggere solo ed esclusivamente dopo il primo volume, ritroviamo Jed e Red alle prese con faticosi impegni lavorativi e con il recupero di opere rubate. I due mercenari vengono contattati da David e Victor Rathbone per collaborare ad un'impresa, anche ben remunerativa, nell'antico Egitto.
David e Victor, in realtà, sono due nostre vecchie conoscenze, perché introdotti già in "Luna di sangue" e intenzionalmente avvolti in un mistero che viene svelato solo in questo secondo volume.
David e Victor, quindi, chiedono a Jed e a Red di raggiungere insieme un Egitto antico e misterioso per scoprire la ragione che si nasconde dietro la scomparsa di un numero sempre più crescente di giovani. Nel momento in cui i quattro uomini arrivano a Il Cairo, assistiamo a una girandola di intrighi, di minacce e di pericoli in un clima crescente di suspense e azione.
Robin Saxon e Alex Kidwell, con uno stile pulito e vivace, hanno creato un mistero solido e originale, attirando il lettore in un vortice di dubbi e di perplessità, grazie a un intreccio narrativo robusto e sorretto da quattro meravigliosi uomini, coraggiosi e affascinanti, sensibili e fragili insieme, pieni di paure ma pronti ad affrontarle per diventare persone migliori.
Jed e Red, impegnati a consolidare la loro relazione, sono sempre più appassionati e innamorati; il licantropo, però, sta cercando di scendere a patti con la sua parte lupina, che vorrebbe avere il predominio su quella umana. 
I loro momenti d'intimità e di vita a due suscitano stupore e meraviglia: Jed, sempre sprezzante e sarcastico con chiunque, è molto dolce nei confronti di Red, poiché lo ritiene un dono, un regalo che crede di non meritare e che vuole proteggere e amare ad ogni costo e in tutti i modi possibili e immaginabili, persino esplosivi. 
Red, di contro, timido, insicuro e impreparato ad affrontare le relazioni sociali, cerca di cambiare, di migliorare per il suo amato mercenario. In buona sostanza, sono una coppia perfetta che scatena emozioni fortissime in virtù di un amore puro e assoluto, fatto di confidenza, fiducia e devozione completa.
David e Victor sono gli altri due personaggi incredibili della storia, diversi sia tra di loro sia dall'altra coppia protagonista del romanzo.
Victor è un giovane professore estremamente erudito ed intelligente che ha sempre avuto una vita calma, piatta e noiosa, finché non entra in contatto con David e con il suo mondo magico e tenebroso. È stravagante, sempre elegantemente vestito di tweed e pronto a riportare aneddoti storici singolari e bizzarri.  
Infine, c'è David, che considero il personaggio principale del libro. Esilarante per il suo modo algido e freddo di trattare Jed, suscita le simpatie del lettore in un coinvolgimento emotivo notevolmente intenso per le sue sofferenze e il suo passato doloroso. È ambivalente e sfuggente - alcune sue scelte possono non essere condivisibili - ma è talmente umano nella sua fragilità e nella sua paura di non riuscire a cambiare che è impossibile non apprezzarlo e non trovarlo amabile per la sua dolcezza e per il suo innato altruismo. David, sempre in bilico tra ciò che era e ciò che è e quello che vorrebbe diventare, cerca di reprimere una parte di sé perché non riesce ad accettarla. 

Robin Saxton e Alex Kidwell scelgono di far parlare tutti e quattro i protagonisti: ogni capitolo, infatti,  ha una voce narrante diversa, che aiuta a tenere viva l'attenzione. 
Le scene hot sono veramente calde e descritte con vividezza di particolari senza cadere mai nella volgarità; memorabili, nello specifico, quelle tra Jed e Red: ogni loro parola o gesto riesce a farci vivere e respirare il loro amore. 

La traduzione in italiano e l'editing sono ben curati e rendono veramente piacevole la lettura del libro.

Il paranormal/fantasy è il mio genere preferito e potrei, quindi, sembrare di parte, ma consiglio caldamente di leggere questa serie, anche se non siete appassionati di licantropi & co., perché queste autrici talentuose parlano, sì, di magia e di eventi sovrannaturali, ma anche e soprattutto di persone, di uomini imperfetti, che hanno eventi traumatici alle spalle da superare e da cui devono risollevarsi, uomini che cercano di migliorarsi, che crescono all'interno delle relazioni e che si mettono in gioco per amore verso se stessi e verso il proprio compagno.

Fatevi, perciò, conquistare dalla pazzia di Jed (è irresistibile, vedrete) dalla dolcezza di Red, dalla tristezza di David e dalla caparbietà di Victor. Non ve ne pentirete!



P.s.: Ringrazio Alex Kidwell per la dedica in apertura di romanzo alla moglie Robin Saxon: una confidenza toccante, inattesa e speciale a noi lettori sulla verità dell'amore. 

febbraio 16, 2017 / by / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad