Post Top Ad

sabato 28 gennaio 2017

Recensione "La Luna Dei Lupi" di Ethan Stone

Titolo: La Luna Dei Lupi
Titolo originale: Wolf Moon
Autore: Ethan Stone
Traduttore: Ernesto Pavan
Editore: Dreamspinner Press
Genere: Fantasy
Pagine: 229
Costo: € 5.57
Link per l'acquisto: Dreamspinner Press - Amazon

Sinossi 
Quando l'universitario Jack Coleman incontra Derek Malone a una festa, è desiderio reciproco a prima vista. Menzogne e segreti rischiano di distruggere il loro rapporto, ma i due prendono i problemi di petto e non passa molto prima che Jack e Derek decidano di portare la loro relazione su un nuovo livello. E qui le cose si complicano. 
A quanto pare, Derek e diverse altre persone che Jack conosce sono lupi mannari... e anche Jack lo è. In effetti, la sua strana voglia lo marchia come Prescelto: un lupo mannaro dal grande potere, destinato a essere alfa. Ma Jack non è sicuro di essere tagliato per fare il capo. Quando un rivale, Elias Fairchild, rapisce Derek per forzare la mano a Jack, quest'ultimo è costretto a scegliere: rinunciare al suo retaggio appena scoperto o rischiare tutto per salvare la vita di Derek? 

Recensione
Abbiamo deciso d'inaugurare la rubrica mensile "C'era una Volta" con un libro fantasy, che a mio parere è stato velocemente dimenticato: "La Luna dei Lupi" di Ethan Stone.

Questo romanzo ha un posto speciale nel mio cuore: rappresenta il mio primo approccio al mondo romance M/M, in un periodo in cui leggevo solo fantasy e urban-fantasy ed ero sempre alla ricerca di nuove storie con vampiri, licantropi e mutaforma. Spinta dalla curiosità, l'ho acquistato e da quel momento non mi sono più fermata!

"La Luna dei Lupi" racconta una "normale" storia d'amore tra due ragazzi: Jack e Derek.
Jack è uno studente universitario rimasto orfano in giovane età ed allevato dai suoi vicini di casa: anche se ricorda ben poco dei genitori biologici, si ritiene molto fortunato ad essere stato cresciuto dalla famiglia Coleman, che l'ha sempre amato e protetto. 
Da adolescente scopre di essere attratto dalle persone del suo stesso sesso, ma questo per lui e per la sua famiglia non è, fortunatamente, un problema. E' un ragazzo allegro e alla mano, aperto e con tanti amici, tra cui spicca l'afroamericano Salem, che affronta la vita in modo libero e disimpegnato.
Alla soglia dei venticinque anni decide di dare un taglio alle avventure di una notte e di cercare di trovare una persona con cui instaurare una relazione diversa da tutte quelle vissute fino a quel momento.
Durante una festa gli viene presentato un ragazzo bellissimo, Derek, che lo tenta e lo affascina come mai gli era successo prima. I due uomini decidono di provare a frequentarsi e ben presto capiscono che l'attrazione e l'alchimia che provano entrambi si sta trasformando in qualcosa di più importante e profondo.

Fino a qui sembra un romance come tanti, ma è da questo momento in poi che il libro cambia e assume una particolarità che è tutta sua: ci sono elementi, infatti, che l'autore inserisce per stuzzicare la nostra curiosità, sensazioni che Jack prova e a cui spesso non sa dare un nome e che ci vengono svelate, quindi, a narrazione quasi compiuta.
Ethan Stone ha scelto di farci vivere la storia dal punto di vista di Jack: è sua la voce narrante, in prima persona, quella che sentiamo e suoi i sentimenti e le emozioni che percepiamo.
Questa scelta ha reso il libro più interessante, discostandolo da altri che trattano lo stesso argomento.
Da metà romanzo in poi il registro cambia, e Jack scopre che una parte importante di sé è sempre stata nascosta, che anche Derek, che ormai è a tutti gli effetti  il suo compagno, gli ha taciuto tante verità, che il suo destino era segnato già alla sua nascita.

Comincia, a questo punto, un conto alla rovescia per scoprire quello che è successo realmente ai genitori del protagonista e qual è il reale coinvolgimento dei suoi amici.
Da studente allegro, spensierato e senza grossi problemi Jack si ritrova a fare scelte importanti non solo per la sua vita, ma anche per quella di molte altre persone, tra cui il suo amato Derek. Nel finale il libro di tinge di giallo: tra rapimenti e combattimenti che coinvolgono diverse fazioni di licantropi arriveremo ad un epilogo non così scontato.

Come ho accennato prima, lo stile dell'autore è inconsueto: non solo per la narrazione in prima persona, ma anche per la qualità della scrittura diretta e immediata, caratterizzata dall'uso di un linguaggio forte, soprattutto nelle scene di sesso, particolarmente colorate, appassionate e abbondanti! In effetti, il lessico che Ethan Stone sceglie è molto crudo ed esplicito, diverso da quello a cui siamo abituati, ma in ogni caso adatto alle vicende narrate e alla storia dei due protagonisti.

"La Luna dei Lupi" è un libro che merita una possibilità: la trama è avvincente e non scontata, i personaggi sono ben descritti e lo stile dell'autore è seducente. E' un buon fantasy che ci fa conoscere un modo differente di concepire i licantropi e i miti che li accompagnano.

gennaio 28, 2017 / by / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad