Post Top Ad

mercoledì 11 gennaio 2017

Le emozioni della scrittura per... Cristina Bruni - Recensione " Sette Giorni"


Siamo felici di ospitare sul nostro blog una bravissima autrice italiana, Cristina Bruni, che ci ha dedicato un po' del suo tempo, rispondendo alle nostre domande!

Tre aggettivi che descrivono Cristina Bruni come donna...
Volete subito mettermi in difficoltà, eh? Okay! Pessimista, testarda, mamma chioccia.

Come nasce la tua passione per la scrittura?
Ho sempre amato inventare storie sin da quando ne ho memoria. Penso di aver iniziato alle elementari; ammetto che mi estraniavo spesso nel mio “mondo immaginario” dove i miei personaggi mi parlavano. Alle medie, ho provato a pubblicare il mio primo romanzo ma ovviamente è andata male. 😊 Però i miei amici nella testa hanno continuato a parlarmi e non ho mai smesso di ascoltarli.

Tre aggettivi che descrivono il tuo lavoro di scrittrice...
Questa è più tosta della prima… Inesauribile, insicuro, innamorato.

Il 28 gennaio uscirà per la JMS Books LLC “Seven Days”, la versione inglese di “Sette giorni”, edito in Italia da Triskell Edizioni. Cosa si prova nel vedere il proprio romanzo letto in un paese diverso e in una lingua differente?
È una sensazione magnifica. Quando ho letto le prime battute in inglese ammetto di aver avuto le lacrime agli occhi. Il mercato americano è ampio e complesso, mi auguro che ci sia qualcuno che amerà almeno un pochino i miei golf boys. Ma questa non è una conquista, è solo un punto di partenza. Mi rimboccherò le maniche perché non voglio fermarmi qui.

Da dove nasce l'idea di “Sette Giorni”?
Un giorno è spuntata una nuova voce nella mia testa che ha detto di chiamarsi Reggie… All'inizio la storia non mi convinceva. L’ho tenuta da parte per qualche mese e, quando l'ho ripresa in mano, ho capito quali erano i punti che non funzionavano. L'ho aggiustata e mi sono buttata, dicendomi: “Questo è uno sport poco conosciuto in Italia. Tutti pensano sia uno sport per ricchi, ma non è così. Proviamo a fare qualcosa per vedere se qualcun altro si innamora del golf come mi sono innamorata io”.

La parte relativa al golf è ben articolata, ma non preponderante, e si lega bene alla storia senza appesantirla. Qual è stata la molla che ti ha spinto ad ambientare “Sette Giorni” in un campo da golf? Ti sei documentata o c'è qualcosa che ti lega particolarmente a questo sport?
Io e mio marito abbiamo seguito questo sport per sette/otto anni in televisione. Poi l’anno scorso lui mi ha detto: “Ehi, c’è un open day in un circolo di golf qui vicino. Perché non provarci?”. La passione puramente da divano si è trasformata in realtà e ora giochiamo da più di un anno. Non è uno sport per gente “con la puzza sotto il naso” o per ricchi, come dicevo prima. Certo, ci sono circoli esclusivi che vogliono avere tra gli iscritti sono i bravi giocatori e altri, come il nostro, che danno più importanza al divertimento delle persone. Stare immersi nella tranquillità della natura, circondati dal verde e dal silenzio, sfidando se stessi. Da soli o con amici, vecchi e nuovi. Questo è il golf. Quindi vi consiglio di cercare il circolo più vicino e di provarci!

Una canzone per descrivere Reginald Weston, astro nascente del golf, e protagonista di “Sette Giorni”...
“Hall of fame” degli Script. In particolare questo brano, che citerò in un momento importantissimo della sua carriera nel secondo libro della serie, intitolato “Whispering Cliffs, diciotto buche fino all’amore”: You can go the distance / You can run the mile / You can walk straight through hell with a smile / You could be the hero / You could get the gold / Breaking all the records they thought, never could be broke / Do it for your people / Do it for your pride/ How you ever gonna know if you never even try? / Do it for your country / Do it for your name / 'Cause there's gonna be a day / When your, standing in the hall of fame...

Una poesia per descrivere Russell Lee, campione di golf, ex numero uno al mondo e amore irraggiungibile di Reginald... “Foglie d’erba” di Walt Whitman: Che cos'è l'erba? mi chiese un bambino, / portandomene a piene mani; / Come potevo rispondergli? Non so meglio di lui che cosa sia. / Suppongo che sia lo stendardo della mia vocazione, / fatto col verde tessuto della speranza.
Tre libri che ami e che dovremmo assolutamente leggere... “Insolito e crudele” di Patricia Cornwell, “La domatrice” di Agatha Christie, “Uno studio in rosso” di Sir Arthur Conan Doyle. Quali sono i tuoi progetti futuri? Puoi anticiparci qualcosa? Per il 2017 ho in programma diverse uscite. Il secondo libro della serie golf, come vi ho accennato, ambientato in Scozia durante la Ryder Cup, un torneo a squadre in cui gli Stati Uniti sfidano l’Europa e durante il quale il rapporto tra Reggie e Russell, mantenuto segreto, verrà messo a durissima prova; poi ci sarà “La strada per Cripple Valley”, un altro titolo per Triskell Rainbow in cui affronto un tema classico come quello del cammino di due adolescenti da migliori amici ad amanti, passando per la strada più difficoltosa, quella dettata da separazione e incomprensioni; infine, un romanzo scritto a quattro mani assieme a Leah Weston. Al momento sto terminando le correzioni del primo libro di una nuova serie. Rispolvererò un tema a me tanto caro, quello della differenza di età, e lo combinerò con altri due ingredienti: l’omofobia e una grave patologia degenerativa. Ma per questo si dovrà attendere il 2018, credo. Grazie per avermi ospitata! Hugs&Kisses! Cristina

E' possibile seguire Cristina Bruni su Facebook alla pagina Cristina Bruni Author.

💖💖💖


Titolo: Sette Giorni
Autrice: Cristina Bruni
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Contemporaneo / Sportivo
Pagg.: 270

Sinossi:

Durante un torneo di golf in Virginia, il giovane Reginald Weston conosce Russell Lee, campione inglese ed ex numero uno del mondo. Tra i due nasce una bella amicizia e l'uomo prende il ragazzo sotto la propria ala, insegnandogli i trucchi del mestiere.
Reginald ben presto si innamora di Russell, ufficialmente eterosessuale, pensando che sia ovviamente un sentimento a senso unico. Ma in realtà l'inglese è gay ed ha trascorso gran parte della sua vita soffocando il suo vero io, per non deludere la severa madre.


Recensione
"Sette Giorni" è stato il primo libro di Cristina Bruni che ho letto e di cui conservo un bellissimo ricordo: uno stile di scrittura fluido e raffinato, una trama piacevole e intrigante e un'ambientazione originale, quella del golf, per me del tutto nuova e che mi ha favorevolmente colpita.
Reginald è un rookie, un esordiente del circuito del golf professionista, ha 22 anni ed è orgogliosamente gay. E' felice di partecipare al suo primo torneo della PGA, soprattutto perché, tra i contendenti, c'è il famoso Russel Lee, ex numero uno del mondo e suo idolo indiscusso. 
Il loro primo incontro è motivo d'imbarazzo per Reginald, che in preda all'emozione fa delle osservazioni sciocche all'ex campione, che s'indispettisce e gli risponde in modo molto scortese e villano. A partire da questo momento, però, comincia un lento avvicinamento tra i due sportivi, che s'incontrano alcune volte, anche, per caso, e che capiscono ben presto di poter diventare amici e nulla più, perché Russ è dichiaratamente etero.




Reginald è un personaggio dolcissimo, che sta vivendo le pene del suo primo amore e l'emozione di partecipare al suo primo vero torneo da professionista in un'unica settimana. E' aiutato in questa impresa dal suo caddie, nonché caro amico di famiglia, Carlos Marquez, che lo sostiene e lo supporta in ogni momento di difficoltà.
Russel, invece, è un personaggio molto più complesso: l'autrice ci impedisce quasi di scoprire, almeno sino all'ultimo parte del libro, i suoi pensieri e ciò che, realmente, prova nei confronti del ragazzo più giovane che avvicina ed allontana in una girandola di dubbi e di ansie, che lasciano uno sconsolato Reggie sempre più turbato e inquieto.
Tutti i nodi, però, verranno al pettine e scopriremo il triste passato del famoso golfista e il motivo per cui rifugge dall'amore. 

La storia che ci racconta Cristina, attraverso il punto di vista di Reginald, è molto intensa e struggente: viviamo la tristezza ed il dolore che il ragazzo prova nel momento in cui viene rifiutato da Russel, ma anche la forza che riesce a trovare dentro di sé per lottare strenuamente e per conquistarlo.

"Sette giorni" è un libro scritto per sognare, per rivivere le emozioni travolgenti e ineffabili del primo amore, innamorandoci perdutamente, anche, noi con il dolce Reginald e per sperimentare con lui la felicità dei suoi successi e delle sue vittorie. Ma è anche un libro che aiuta a comprendere il dolore e l'inadeguatezza che prova Russel, il suo senso di frammentarietà e il suo continuo ritornare su una perdita mai davvero dimenticata.


Un libro che consiglio, scritto molto bene, con una trama dolce, ma non scontata, dei personaggi ben costruiti e un mondo singolare, affascinante e sconosciuto ai più, ovvero quello del golf.



💖💖💖

Vi consiglio di leggere anche gli altri libri di Cristina Bruni, alcuni self, altri pubblicati con CE.

Gibraltar è un romanzo di genere storico, mentre le novelle di Loves from the World, scritte con la brava Leah Watson, sono 
piene di amore e di dolcezza.

Text me, che a me è piaciuto veramente tanto e di cui consiglio calorosamente la lettura, è un libro vivo e intenso. L'autrice racconta la storia d'amore che nasce, in un College londinese, tra un professore e un suo allievo. Attraverso degli SMS i due protagonisti si conoscono e scoprono che fra di loro esiste una forte attrazione, ma le convenzioni e i problemi che vive il più giovane dei due rendono questa relazione molto complicata. Walter e Jude sono due personaggi meravigliosi, complessi e pieni di sfaccettature, creati in modo superbo da Cristina.


Altro piccolo gioiellino è la novella Un Studio in QI, una rivisitazione in chiave fantasy - steampunk della classica coppia Sherlock Holmes e John Watson.


Infine, l'ultimo, edito da Triskell Edizioni, Come foglie sul Fiume, ambientato in un luogo magico e lontano, tra il Canada e l'Alaska, che narra la tenera storia di Seth, giubba rossa delle guardie canadesi, e del bellissimo e affascinante giornalista Cole. Dall'incontro di due mondi diversi nasce un racconto imperdibile sulla bellezza dell'amore, sul potere dell'accettazione e sul superamento delle paure e dei traumi  del passato. Consigliatissimo!




💖💖💖


Gibraltar
Triskell Edizioni
Pagg. 58
Sinossi: 
Ben è un uomo giusto e un capitano impavido, ma con un cuore ferito. Tempo prima, nelle Indie, ha assistito alla morte di Jack, il più fedele dei suoi uomini: lo ha visto cadere in mare, durante una battaglia, senza aver avuto il tempo di confidargli il proprio amore.
A Gibilterra, il capitano s’imbatte per caso in uno sconosciuto, John, che gli rammenta l’amato perduto in tutto e per tutto.
Tra i due uomini nasce un’amicizia, che sfocia in amore, e questa volta Benjamin farà di tutto per riuscire a vivere il proprio sentimento prima che gli sfugga nuovamente dalle mani.







Loves from the World
con Leah Waston
Self - Publishing
Pagg. 123
Sinossi:

Sinossi:
Derek e Spencer - 
Patrice e Bastién - Nathan e Mark - Moran e Moriarty.
Destini diversi, luoghi del mondo altrettanto differenti. Ma una cosa accomuna tutte queste coppie: l’amore. L’amore incontrato per caso, l’amore conquistato, l’amore ritrovato, l’amore perduto. Quattro racconti per farvi sognare.












Text Me
Alcheringa Edizioni
Pagg. 150
Sinossi: 
Sullo sfondo della storia una Londra grigia e triste, muta spettatrice del viaggio di crescita dei protagonisti.
In primo piano Walter Ferguson, professore ordinario di una materia ordinaria in una scuola ordinaria e Jude Knight, studente straordinario con una intelligenza fuori dal comune e un’estrema insicurezza che cerca di mascherare dietro una facciata di arroganza e una madre bipolare di cui non ama parlare. 
Il professore è succube di etica e regole, convinto della propria eterosessualità, lo studente fugge dai propri sentimenti convinto che mai nessuno potrà amarlo. 
Nello scoprire di aver bisogno l'uno dell’altro affidano a piccoli messaggi di testo la loro storia di tentazioni, dichiarazioni nascoste, ironia, lontananza e gelosia.






Uno Studio in QI
Self - Publishing
Pagg. 58
Sinossi: 
Era la primavera dell’anno 1889 del Nuovo Calendario Astronomico e Nuova Albione stava morendo. Soltanto poche coppie meritevoli con un Quoziente Intellettivo superiore alla media si sarebbero aggiudicate il diritto di salvezza e un passaggio verso la Nuova Terra.
Per Watson-John, ex medico militare con una passione segreta per l'oppio e gli uomini, tutto sembra perduto.
Fino a quando il detective Holmes-Sherlock non bussa alla sua porta.









Come foglie sul Fiume
Triskell Edizioni
Pagg. 265
Sinossi: 
Seth Cohen è una giubba rossa della Royal Canadian Mounted Police, in un piccolo villaggio nei pressi del confine tra Canada e Alaska. Ha diversi chili di troppo e un passato che lo ha segnato nel profondo e ha chiuso il suo cuore all’amore.
Tutto cambia quando, al villaggio, arriva Cole Danner, giornalista di Vancouver. Tra i due inizia una bella amicizia e Seth pian piano si innamora di Cole. Il sentimento lo sconvolge, non solo perché Cole è un uomo, ma perché questi è fermamente intenzionato a distruggere la corazza dietro cui Seth si nasconde.






gennaio 11, 2017 / by / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad